Alcol: Multe da 450 euro per contrastare degrado e abusi

Mercoledì
09:33:52
Giugno
24 2009

Alcol: Multe da 450 euro per contrastare degrado e abusi

In vigore anche in corso Como, Arco della Pace e san Siro le nuove ordinanze che dispongono limitazioni e divieti all’uso di contenitori di bevande in vetro. Giro di vite su autonegozi

View 134.4K

word 1.0K read time 5 minutes, 11 Seconds

Milano: Da 50 a 450 euro. Per rendere più incisivo il contrasto al degrado causato dall’abuso di alcolici, la Giunta comunale ha approvato una delibera che aumenta le sanzioni amministrative per chi viola le disposizioni delle ordinanze sindacali in tema di somministrazione e vendita di bevande in contenitori di vetro.

Tre le aree interessate: Arco della Pace (e vie limitrofe), corso Como (e vie limitrofe) e stadio di san Siro in occasione dei prossimi concerti. I provvedimenti stabiliscono che dalle ore 21.00 i negozi di vendita al dettaglio, pizzerie d’asporto, gelaterie, gastronomie, take away e simili potranno vendere bevande solo in bicchieri o altri contenitori di carta o plastica.

Nelle vie soggette alla disposizione sarà inoltre vietato il commercio (vendita e somministrazione) in forma itinerante, nell’arco delle 24 ore.
In particolare, nel caso degli autonegozi le sanzioni previste per la violazione dell’ordinanza sul vetro (450 euro) si sommano a quelle stabilite per l’esercizio dell’attività in una zona o in un orario non consentiti (1.000 euro per gli itineranti autorizzati, 3.000 euro per gli abusivi senza licenza, cui si aggiunge il sequestro della merce).

“Con questo provvedimento " dichiara l’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi " l’Amministrazione comunale ha individuato un altro strumento per fronteggiare una delle principali cause di degrado e disordine nella nostra città . Oltre all’aumento delle sanzioni per la vendita di bevande in contenitori di vetro, si stringe il cerchio anche sul commercio itinerante, fonte primaria del disagio, soprattutto nelle ore notturne”.

“Con le nuove e future disposizioni - afferma De Corato - Milano conferma la volontà di essere in primo piano nel contrasto al degrado causato dall’abuso di alcol che comporta enormi costi in virtù dell’abbandono di grandi quantità di rifiuti e rischi per la sicurezza per l’uso sconsiderato di contenitori di vetro allorchè si scatenano liti e risse soprattutto nei luoghi di maggiore ritrovo dei giovani”.

“In un incontro avvenuto in Prefettura " aggiunge De Corato - è anche emerso che una parte dei problemi è causata dalla presenza di venditori ambulanti di bevande alcoliche che non rispettano gli orari di vendita e violano diverse disposizioni. Basti dire che da inizio anno, solo nella zona di San Siro, sono state complessivamente 252 le sanzioni elevate dalla Polizia Locale agli autonegozi. Naturalmente per far rispettare le ordinanze occorre la presenza di agenti. Per l’isola pedonale temporanea dei Navigli l’associazione dei commercianti ’Navigli domani’ non ha però ancora pagato le spese per gli straordinari del personale della Polizia Locale, contrariamente agli impegni assunti. Spese che sono state anticipate dal Comune. Ci auguriamo pertanto che si arrivi al più presto al saldo del debito, altrimenti saremo costretti a rivedere la modalità del servizio”.

Stadio di San Siro
In occasione dei prossimi concerti (Amiche per l’Abruzzo del 21 giugno, U2 del 7 e 8 luglio, Madonna del 14 luglio) le sanzioni di 450 euro verranno applicate, oltre che per la vendita di bevande in contenitori di vetro, anche per le seguenti violazioni:
1) nei punti di ristoro situati all’interno dello stadio, nonchè negli esercizi situati nelle immediate vicinanze, nelle aree pubbliche o private, interessate dalle manifestazioni, sono temporaneamente vietate:
- la somministrazione e la vendita per asporto di bevande superalcoliche;
- la somministrazione e la vendita per asporto di bevande alcoliche di titolo alcolometrico superiore al 5%;
- la vendita delle bevande analcoliche e alcoliche fino al 5% di titolo alcolometrico in contenitori di vetro e lattine.

Arco della Pace e corso Como
Dalle ore 21.00 i negozi di vendita al dettaglio, pizzerie d’asporto, gelaterie, gastronomie, take away e simili potranno vendere bevande solo in bicchieri o altri contenitori di carta o plastica. Nelle vie soggette alla disposizione sarà inoltre vietato il commercio (vendita e somministrazione) in forma itinerante nell’arco delle 24 ore.

Vie limitrofe Arco della Pace Vie limitrofe corso Como
via Mario Pagano (tratto da piazza Sempione a viale Milton) via Tocqueville
piazza Sempione via Bonnet
corso Sempione (tratto da piazza Sempione a via Melzi d’Eril/via Canova) viale Pasubio
via Bertani piazza XXV aprile
via Melzi D'Eril viale Crispi
via Cirillo bastioni Porta Nuova
via Sangiorgio (tratto da piazza Sempione a via Canova) viale Monte Grappa
via Piermarini via Rosales
via Gherardini via Vigano
via Guerrazzi via Melchiorre Gioia, tratto da bastioni di Porta Nuova a via Monte Grappa
piazza dei Volonatari
via Cagnola
via Peschiera
via Canova

SCHEDA AUTONEGOZI
L’esercizio di un’attività di commercio e somministrazione con autonegozio avviene in forza di un autorizzazione c.d. “itinerante”, per la quale l’esercente può fermarsi durante la vendita e, al termine, deve riprendere la marcia.

Il Sindaco con ordinanza P.G. n. 874706/2003, ha individuato le località e i termini da ottemperare da parte dei titolari di autorizzazione c.d. “itinerante”. Qualora si violino queste prescrizioni si applica l’art. 29, comma 2 del D.L.vo 114/98, come modificato dalla legge Regione Lombardia 8/2008, con una sanzione di 1.000 euro (pmr), e un eventuale sequestro facoltativo della struttura (che verrà successivamente restituita).

Qualora l’esercente continui a stazionare per più giorni nella stessa località con l’Autonegozio, e si provvede all’accertamento e alla verbalizzazione di più violazioni alle prescrizioni dell’autorizzazione c.d. “itinerante”, si può affermare che si stia svolgendo un’attività di commercio in sede fissa (posteggio) senza autorizzazione. In questo caso la violazione di cui all’art. 29, comma 1, del D.L.vo 114/98, come modificata dalla legge Regione Lombardia 8/2008, prevede una sanzione di 3.000 euro, e il sequestro obbligatorio di tutta la struttura e della relativa merce, che sarà successivamente confiscata.

DETTAGLIO RIMOZIONI AUTOMEZZI:
COMANDO ZONA 1:
1. rimozione viale Gadio in data 5 giugno;

COMANDO ZONA 8:
2. rimozione via Dessiè/San giusto in data 17 giugno
3. rimozione viale Serra in data 11 giugno

COMANDO ZONA 9:
4. trasferimento da zona Maciacchini in altra località alla fine di maggio.

Si è trattato di rimozione dell’automezzo privo di stabilizzatori trovato in sosta vietata.

Dal 18 giugno 2008 è stata fornita ai comandi di zona la disposizione di rimuovere in sosta vietata gli autonegozi muniti di stabilizzatori e di seguire in caso di stazionamento fisso la procedura riassunta nell’allegata nota.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Alcol: M...o e abusi
from: ladysilvia
by: UNIPR