Viareggio: 7 luglio, lutto nazionale e bandiere a mezz’asta

Martedì
09:33:53
Luglio
07 2009

Viareggio: 7 luglio, lutto nazionale e bandiere a mezz’asta

View 158.4K

word 1.5K read time 7 minutes, 32 Seconds

Roma: A seguito della deliberazione del lutto nazionale da parte del Consiglio dei Ministri per il tragico incidente avvenuto a Viareggio si dispone, per martedì 7 luglio, giorno delle esequie solenni, lesposizione a mezzasta delle bandiere, nazionale e europea, sugli edifici pubblici dellintero territorio nazionale.

dal Senato: Sul tragico incidente ferroviario di Viareggio
Discorso pronunciato in Aula del 30 giugno 2009

Onorevoli colleghi,
come vi è ormai tristemente noto, nel cuore di questa notte una violenta esplosione, provocata dal deragliamento di un treno merci carico di gas, ha seminato morte e distruzione intorno alla stazione ferroviaria della città di Viareggio. Alcuni edifici sono stati investiti dall’esplosione e dalle fiamme che si sono immediatamente propagate, provocando numerose vittime, il cui numero totale, al momento supera purtroppo di gran lunga la decina.

I vigili del fuoco e le squadre dei soccorritori, prontamente accorsi anche dalle città vicine e da tutta la Regione, dopo aver lottato tutta la notte contro il fuoco, stanno ora scavando tra le macerie alla ricerca di superstiti. Sono certo di esprimere il sentimento di tutta l’Assemblea nel rivolgere, ancora una volta, un commosso ringraziamento al Corpo dei vigili del fuoco, ed agli uomini e alle donne della Protezione civile, delle forze dell’ordine, dei servizi sanitari, nonché a tutti i privati cittadini che, anche in questa dolorosa occasione, si sono volontariamente messi a disposizione delle autorità per collaborare a salvare il maggior numero possibile di vite.

Non è certamente questo il momento delle polemiche: sarà però necessario, nei prossimi giorni, accertare con rigore tutte le eventuali responsabilità connesse al verificarsi di questo gravissimo incidente, affinché le istituzioni competenti - già da ora operanti - siano in grado di offrire una risposta esauriente e soddisfacente su quanto accaduto. Lo dobbiamo non soltanto alle tante famiglie così duramente colpite dal lutto e dalla devastazione, ma anche a tutto il personale dei trasporti ferroviari, che chiede di essere rassicurato circa le condizioni di sicurezza nelle quali quotidianamente si svolge il suo delicato e importantissimo lavoro.

Il Governo si è prontamente dichiarato disposto a riferire nell’aula del Senato fin dalla giornata di domani, non appena in possesso di tutti gli elementi necessari per una prima, informata risposta.

In segno di cordoglio per le vite spezzate da questa immane tragedia, tra le quali si contano purtroppo diversi bambini, e di vicinanza della nostra Istituzione alle sofferenze della popolazione di Viareggio, sentimenti accompagnati naturalmente dal sincero augurio di un pronto ristabilimento per tutti i feriti, invito l’Assemblea ad osservare un minuto di raccoglimento.

Legislatura 16º - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 229 del 30/06/2009


Sul disastro ferroviario verificatosi alla stazione di Viareggio

PRESIDENTE. (Si leva in piedi e con lui tutta l’Assemblea). Esprime il cordoglio del Senato della Repubblica per le numerose vittime del gravissimo incidente verificatosi nella notte presso la stazione ferroviaria di Viareggio a causa del deragliamento di un convoglio cisterna carico di gas. Esprime, inoltre, un sentito apprezzamento per l’operato dei Vigili del fuoco, della Protezione civile e dei soccorritori, che si sono prodigati per salvare il maggior numero di persone. In questo momento di lutto e di commozione non c'è spazio per le polemiche sulle responsabilità dell’accaduto, che verranno accertate dalla magistratura e dalle istituzioni competenti nelle sedi adeguate, anche per confortare il personale dei trasporti ferroviari circa le condizioni di sicurezza nelle quali quotidianamente opera. Avverte che il Governo ha espresso la disponibilità a riferire sulla vicenda in Parlamento nei prossimi giorni. (l’Assemblea osserva un minuto di raccoglimento).
PISTORIO (Misto-MPA). Il disastro ferroviario verificatosi nella notte a Viareggio è il più grave di una serie di incidenti che, seppur di entità non comparabile a quest'ultimo, destano allarme circa lo stato dei sistemi di sicurezza nel trasporto pubblico, le cui strutture, soprattutto nel Mezzogiorno, appaiono obsolete. Si rendono necessari degli interventi di carattere straordinario ed ordinario, relativi alla sicurezza del trasporto di materiale esplosivo e comunque pericoloso lungo le reti ferroviarie che attraversano zone abitate e al trasporto pubblico che viene utilizzato quotidianamente dai lavoratori pendolari. Alla luce delle consistenti risorse destinate dallo Stato alle Ferrovie, è lecito chiedersi se queste non siano spese male, magari privilegiando in misura eccessiva gli interventi di implementazione tecnologica relativi all’Alta velocità, a scapito del trasporto locale. Auspicando un rapido chiarimento delle cause della tragedia, rivolge un pensiero commosso alle vittime ed alle loro famiglie.

D'ALIA (UDC-SVP-Aut). La terribile tragedia che ha colpito la città di Viareggio nella nottata appena trascorsa suscita sgomento e commozione. A fronte di una tragedia di gravità inedita nel trasporto ferroviario italiano, è imperativo far luce sulle modalità dell’incidente e sulle eventuali responsabilità, anche per evitare che simili disastri abbiano a ripetersi. è opportuno che le Ferrovie dello Stato chiariscano quali misure di sicurezza si adottano, soprattutto per quei convogli che trasportano materiali pericolosi e che occupano la rete locale attraversando i centri urbani. Appare encomiabile lo sforzo compiuto dai Vigili del fuoco e dalla Protezione civile ed è motivo di soddisfazione il fatto che il Governo si sia impegnato a riferire domani in Aula sull’accaduto. Si associa, a nome del Gruppo UDC-SVP-Autonomie, al cordoglio espresso dalla Presidenza nei confronti delle vittime.

DE TONI (IdV). Il Gruppo dell’Italia dei Valori esprime solidarietà e vicinanza ai famigliari delle vittime dell’incidente di Viareggio ed ai feriti, cui augura una rapida guarigione. Occorre stabilire con urgenza quali siano state le cause del tragico evento, che ha fatto calare su Viareggio un velo di tristezza che contrasta con la sua consueta atmosfera gioiosa. l’individuazione delle responsabilità e della eventuale incuria di soggetti preposti a garantire la sicurezza del trasporto pubblico è compito della magistratura: volendo tralasciare le polemiche in questo giorno di lutto, a differenza di quanto fatto in mattinata a Napoli dal Presidente del Consiglio, non si può tuttavia tacere che più volte dall’opposizione si erano levate critiche sui tagli di bilancio operati dall’attuale Governo che hanno inciso sulla sicurezza del trasporto ferroviario. (Applausi dal Gruppo IdV e della senatrice Mariapia Garavaglia).

CAGNIN (LNP). Sebbene non paragonabili al tremendo disastro di Viareggio, altri due incidenti hanno colpito la rete ferroviaria toscana nel mese passato ed insieme a quello della scorsa notte inducono a riflettere seriamente sulla sicurezza del trasporto pubblico. La magistratura e la commissione d'inchiesta della quale il Governo ha annunciato la costituzione chiariranno cause e responsabilità, né quella odierna appare la sede adatta a polemiche, occorre però verificare, anche nei dibattiti futuri, che la sempre maggiore competitività delle tariffe ferroviarie non vada a discapito della sicurezza e discutere dell’opportunità di maggiori investimenti proprio nel campo della sicurezza nei trasporti e sul lavoro. Il Gruppo della Lega Nord Padania esprime cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime ed ai feriti. (Applausi dal Gruppo LNP).
VIMERCATI (PD). Il bilancio provvisorio del gravissimo incidente avvenuto presso la stazione ferroviaria di Viareggio già è tale da collocare quello di questa notte fra gli eventi più gravi mai verificatisi nel trasporto ferroviario italiano. Si rende indispensabile una riflessione sulle modalità dell’accaduto e sull’eventualità che le Ferrovie dello Stato abbiano investito la gran parte delle risorse sull’Alta velocità trascurando i servizi come il trasporto merci e il trasporto dei pendolari, i cui standard erano del resto già apparsi inadeguati all’indomani di altri incidenti meno gravi. Infatti, proprio la tipicità della dinamica dell’incidente preoccupa circa la effettiva serietà dei controlli espletati sulle strutture. La presenza in Aula del Governo sarà l’occasione per porre interrogativi sul livello di sicurezza del trasporto di merci pericolose, sulle responsabilità dei soggetti preposti a verificare l’idoneità dei veicoli, sullo stato di revisione del carrello che si suppone abbia ceduto, sulle responsabilità della società straniera produttrice del carrello stesso, sul ruolo dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie nella prevenzione di simili incidenti e sui provvedimenti che il Governo intende adottare allo stesso scopo. (Applausi dal Gruppo PD).

GRILLO (PdL). Nell’associarsi alle parole di cordoglio già espresse negli interventi precedenti, sottoscrive l’invito ad evitare le polemiche in questo momento di lutto: sarà la commissione di inchiesta nominata dall’Esecutivo a chiarire, insieme alla magistratura, le cause dell’incidente. Dai primi accertamenti emerge che si è trattato di un cedimento strutturale, un evento anomalo, in quanto tutti i parametri di riferimento (dalla velocità cui viaggiava il convoglio, allo stato di manutenzione dello stesso, al percorso seguito) appaiono regolari. l’8a Commissione del Senato si è da sempre occupata della sicurezza nei trasporti e come Presidente della stessa può confermare che le Ferrovie dello Stato hanno investito molto su questo aspetto. La Commissione lavori pubblici e comunicazioni ed il Parlamento tutto si impegneranno affinché sia fatta chiarezza sulla dinamica dell’incidente e sulle eventuali responsabilità ed in questo un primo fondamentale passo si avrà con l’intervento del Governo nella giornata di domani. (Applausi dal Gruppo PdL).

CASTELLI, vice ministro delle infrastrutture e dei trasporti. Si unisce al cordoglio per le vittime della tragedia. Ribadisce l’impegno del Governo a riferire al Parlamento e a fare luce sulla dinamica dell’incidente.

Source by Senato/Governo


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Viareggi...zz’asta
from: ladysilvia
by: Triennale