Il cibo di Dio - L’Agricoltura biologica

Giovedì
18:36:11
Agosto
20 2009

Il cibo di Dio - L’Agricoltura biologica

View 163.8K

word 1.4K read time 7 minutes, 10 Seconds

I principi si cui si fondano l’agricoltura Biologica e biodinamica furono fondati da: Rudolf Steiner il padre dell’antroposofia I principi comuni sono:
1) mantenere la fertilità della terra
2) piante in grado di resistere alle malattie e ai parassiti
3) produrre alimenti di qualità più alta possibile.

l’ agricoltura biologica promuove biodiversità dell’ambiente sfrutta la naturale fertilità del suolo ed esclude organismi geneticamente modificati: e prodotti di salute (escluso quelli messi dal regolamento comunitario .
l’agricoltura biologica è regolamentata due normative comunitarie - Reg. (CEE2092/91) e successive modifiche e integrazioni - Reg.(Ce) n° 1804/99 Nel giugno del 2007 è stato adottato un nuovo regolamento Reg. (CE) n° 834/2007 che abroga il reg. (CEE) in 2092/9 ed è relativo alla produzione E alla etichettatura dei prodotti biologici sia di origine vegetale che animale.
Obiettivi principali della produzione biologica

Art 3 Obiettivi La produzione biologica persegue i seguenti obiettivi generali: a) Stabilire un sistema di gestione sostenibile per l’agricoltura che: 1)rispetti sistemi i cicli naturali e mantenga e migliori la salute dei suoli delle acque delle piante e degli animali e l’equilibrio tra di essi contribuisce a un alto livello di diversità biologica , 3) ha inclusi un impiego responsabile dell’energia e delle risorse naturali come l’acqua, il suolo, la materia agricola e l’aria. 4) Rispetti criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e soddisfi in particolare le specifiche esigenze comportamentali degli animali secondo la specie ; b) mirare a ottenere prodotti di alta qualità c) mirare a produrre un ampia varietà di alimenti e altri prodotti ottenuti con procedimenti che non danneggino l’ambiente e la salute dei vegetali o la salute e il benessere degli animali.

Art. 4 La produzione biologica si basa sui seguenti principi: a) la progettazione e la gestione appropriata dei processi biologici fondate su sistemi ecologici che impiegano risorse naturali Interne ai sistemi stessi metodi che: 1) utilizzano organismi viventi e metodi di produzioni meccanici 2) praticano la coltura di vegetali e la produzione animale legate alla terra e all’acquacoltura che rispettano il principio dello sfruttamento sostenibile della pesca; 3) escludendo l’uso di 06m e dei prodotti derivati o ottenuti da 06m ad eccezione dei medicinali veterinari: 4) si basano su valutazione del rischio e se del caso si avvolgono di misure di prevenzione. b) la limitazione dell’uso di fattori di produzione. Qualora fattori di produzione esterni siano necessari ovvero non esistono le pratiche e i metodi di gestione appropriati di cui alla lettera si limitano a: 1) i fattori di produzione provenienti da produzione biologica 2) sostanze naturali o derivate da sostanze naturali 3) concimi naturali a bassa solubilità c)La rigorosa limitazione dell’uso di fattori di produzione ottenuti per sintesi chimica ai casi eccezionali in cui 1)non esistono le pratiche di gestione appropriate 2)non siano disponibili sul mercato i fattori di produzione esterni di cui b) 3)l’uso di fattori di produzione esterni di cui alla lettera b) contribuisce a creare un impatto ambientale inaccettabile: d) ove necessario l’adattamento, nel quadro del presente regolamento, delle norme che disciplinano la produzione biologica per tener conto delle condizioni sanitarie, delle diversità climatiche regionali e delle condizioni locali, dei vari stati di sviluppo e delle particolari pratiche zootecniche. l’agricoltura biologica è basata su: 1) Il principio della salute 2) Il principio dell’ecologia 3) Il principio dell’equità solidale 4) Il principio della cura

1) Il principio della salute
l’agricoltura biologica dovrà sostenere e favorire la salute del suolo delle piante, degli animali degli esseri umani e del pianeta. Questo principio sottolinea che la salute degli individui e delle comunità non può essere separato dal benessere degli ecosistemi - un suolo sano produce cibi sani che favoriscono la salute degli animali e delle persone. Salute è l’integrità dei sistemi viventi. Questo principio non è semplicemente l’assenza di malattie, ma il mantenimento di un benessere fisico, mentale, sociale ed ecologico. l’immunità, la capacità di ripresa e la rigenerazione sono i punti chiave della salute. Il ruolo dell’agricoltura biologica nella produzione nella trasformazione, nella distribuzione o nel consumo, è di sostenere e migliorare la salute degli ecosistemi e di tutti gli organismi, dal più piccolo abitante del suolo fino agli esseri umani. In particolare l’agricoltura biologica si propone di produrre cibi nutrienti e di elevata qualità, che favoriscono il benessere e la prevenzione delle malattie. Conseguentemente,essa dovrà evitare l’uso di fertilizzanti,pesticidi,medicine veterinari ed additivi alimentari che possono avere effetti dannosi per la salute.

2) Principio della ecologia
l’agricoltura biologica dovrà essere basata su sistemi e cicli ecologici viventi, lavorare con essi imitarli ed aiutarli a mantenersi. Questo principio radica l’agricoltura biologica all’interno dei sistemi ecologici viventi. Esso dichiara che la produzione deve essere basata su processi ecologici e di riciclo. Nutrimento e benessere sono ottenuti tramite l’ecologia dell’ambiente di ogni specifica produzione. Per esempio, nel caso delle colture questo è il suolo vivente: per gli animali è ecosistema agrario; per i pesci e gli organismi marini è l’ambiente acquatico. I sistemi colturali , pastorali e di raccolta spontanee dovranno adattarsi ai cicli ed agli equilibri ecologici esistenti in natura. Tali cicli sono universali anche se si manifestano in modo diverso a seconda del proprio ambiente naturale. La gestione biologica deve essere adattata alle condizioni ,all’ecologia , alla cultura e alle dimensioni locali. l’uso dei fattori produttivi esterni va ridotto tramite la riutilizzazione il riciclo e la gestione efficiente di materiali ed energia in modo di mantenere e migliorare la qualità dell’ambiente e preservale le risorse. l’agricoltura biologica dovrà conseguire un equilibrio ecologico attraverso la progettazione di sistemi agricoli,la creazione di habitat ed il mantenimento della diversità genetica ed agricola. Coloro che producano trasformano commerciano e consumano prodotti biologici dovranno proteggere ed agire a beneficio dell’ambiente comune, tenendo conto del paesaggio del clima degli habitat della biodiversità dell’aria e dell’acqua. il principio dell’equità solidale. l’agricoltura biologica si dovrà sviluppare su relazioni che assicurino equità e solidarietà nei confronti dell’ambiente comune e delle necessità della vita l’equità solidale è caratterizzata dall’uguaglianza , dal muto rispetto, dalla giustizia e dalla cura per un mondo condiviso sia nelle relazioni tra le persone con gli altri esseri viventi. Questo principio stabilisce che coloro che sono impegnati nell’agricoltura biologica dovranno gestire delle relazioni umane in modo tale da assicurare equità solidale in tutti livelli e a tutti le parti interessate: agricoltori,lavoratori,trasformatori, distributori,commercianti e consumatori. l’agricoltura biologica dovrà assicurare una buona qualità di vita e contribuire alla sovranità alimentare e alla riduzione della povertà. Essa si propone di produrre una quantità sufficiente di alimenti e di altri prodotti di buona qualità. Questo principio insiste sul fatto che gli animali devono essere allevati in condizioni di vita che siano conformi alla loro fisiologia comportamento naturale e benessere. Le risorse naturali ed ambientali che sono usate per la produzione dovranno essere gestite in modo socialmente ed ecologicamente giusto,nel rispetto, per le generazione future. l’equità solidale richiede che i sistemi di produzione , di distribuzione e di mercato siano aperti, attenti all’uguaglianza sociale e che tengano conto dei reali costi ambientali e sociali. 4)Principio della cura l’agricoltura biologica dovrà essere gestita in modo precauzionale e responsabile al fine di proteggere la salute ed il benessere delle generazione presenti e future è dell’ambiente. l’agricoltura biologica è un sistema vitale e dinamico che risponde a delle esigenze e condizioni interne ed esterne. Chi pratica l’agricoltura biologica può ricercale maggiore efficienza e produttività, ma senza mettere a repentaglio la salute ed il benessere dell’uomo e dell’ambiente. Di conseguenza le nuove tecnologie devono essere valutate attentamente e i metodi attualmente in uso sottoposti a revisione . Tenuto conto della conoscenza incompleta degli ecosistemi e dell’agricoltura, è necessario prestare molta attenzione e cura. Questo principio stabilisce che la precauzione e la responsabilità sono i concetti chiari delle scelte di gestione ,di sviluppo e di tecnologie in agricoltura biologica. La scienza è necessaria per assicurarci che l’agricoltura biologica sia sana sicura e veramente ecologica. Comunque la conoscenza scientifica da sola non è sufficiente. I' esperienza pratica la saggezza e le conoscenze tradizionali ed indigene accumulate Offrono soluzione valide e provate nel tempo. l’agricoltura biologica dovrà prevenire rischi maggiori tramite le adozioni di tecnologia appropriate ed il rifiuto di quelle imprevedibili come l’ingegneria genetica . le decisioni che verranno prese dovranno riflettere i valori e le necessità Di tutti coloro che potranno subirne gli effetti, attraverso processi trasparenti e partecipativi. I principi sono tratti dal documento in inglese" Principles of Organic Agricolture" il cui testo è stato adottato dall’assemblea generale IFOAM tenuta ad Adelaide nel 2005

Source by Alfredo_d_Ecclesia


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Il cibo ...biologica