Prevenzione dei rischi per la salute derivanti dalle ondate di calore

Venerdì
09:22:22
Agosto
21 2009

Prevenzione dei rischi per la salute derivanti dalle ondate di calore

Sempre attivo numero verde 1500, I dieci consigli generali per ridurre gli effetti nocivi del caldo eccessivo sulla salute

View 133.9K

word 1.8K read time 9 minutes, 4 Seconds

Roma: Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - Settore salute - ha promosso una serie di iniziative per tutelare la salute dei cittadini dai rischi derivanti dalle alte temperature, soprattutto i più fragili cioè persone molto anziane, bambini piccoli, malati cronici, disabili, persone povere e in solitudine.

In particolare, è sempre attivo il numero verde 1500 per informare i cittadini sulle previsioni delle ondate di calore, sui comportamenti corretti per difendersi dallafa e orientarli ai servizi offerti da Regioni e Comuni nelle grandi città. Il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18.
Sul sito www.ministerosalute.it sono scaricabili degli opuscoli in cui sono indicate una serie di semplici abitudini e precauzioni per prevenire i rischi per la salute derivanti dal caldo eccessivo.

Di seguito i dieci principali consigli:

Dieci semplici consigli per ridurre gli effetti nocivi delle
ondate di calore sulla salute

Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata

Evitare di uscire di casa nelle ore più calde, cioè dalle 11 alle 18. In questa fascia oraria è sconsigliato, per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone non autosufficienti o le persone convalescenti, laccesso alle aree particolarmente trafficate, ma anche ai parchi e alle aree verdi.
Inoltre, devono evitare lattività fisica intensa allaria aperta durante gli orari più caldi della giornata anche atleti professionisti e dilettanti.

Indossare un abbigliamento leggero e comodo

Sia in casa che allaperto, indossare indumenti leggeri, non aderenti, di cotone o lino.
Se si ha un familiare malato e costretto a letto, assicurarsi che non sia troppo coperto. Fuori di casa, è anche utile proteggere la testa dal sole diretto con un cappello leggero di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole.
è importante proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.

Adottare alcune precauzioni se si esce in macchina

  • Non lasciare mai persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole.
  • Se si entra in unautovettura che è rimasta parcheggiata al sole, per prima cosa aprire gli sportelli per ventilare labitacolo e poi, iniziare il viaggio con i finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione dellauto per abbassare la temperatura interna. Attenzione anche ai seggiolini di sicurezza per i bambini: prima di sistemarli sul sedile verificare che non sia surriscaldato.
  • Se lautomobile è dotata di un impianto di climatizzazione, regolare la temperatura in modo che ci sia una differenza
    non superiore ai 5°C tra linterno e lesterno dellabitacolo. Evitare di orientare le bocchette della climatizzazione
    direttamente sui passeggeri Se lauto non è dotata di impianto di climatizzazione, evitare di mettersi in viaggio durante le ore più calde della giornata (dalle ore 11 alle 18). Usare tendine parasole. Prima di mettersi in viaggio, aggiornarsi sulla situazione del traffico, per evitare lunghe code sotto il sole, e sistemare in macchina una scorta dacqua che può essere
    utile nel caso di code o file impreviste. Durante le soste evitare di mangiare troppo rapidamente, evitare pasti pesanti e, soprattutto, bevande alcoliche.

    Rinfrescare lambiente domestico e di lavoro
    I principali strumenti per il controllo della temperatura sono le schermature, lisolamento termico e il condizionamento dellaria. Una misura facilmente adottabile in casa è la schermatura delle finestre esposte al sole diretto mediante tende o oscuranti esterni regolabili (per esempio persiane o veneziane).
    Un accorgimento utile per mantenere lambiente domestico più fresco è: aprire le finestre al mattino presto, la sera tardi e durante la notte per fare entrare laria fresca, e tenere chiuse le finestre di giorno per tutto il tempo in cui la temperatura esterna è più alta della temperatura interna allappartamento.
    Climatizzatori, occorre utilizzare alcune precauzioni
    • Oltre a una regolare manutenzione dei filtri, si raccomanda di evitare di regolare la temperatura a valori troppo bassi rispetto alla temperatura esterna.
    • La temperatura ideale nellambiente domestico per il benessere fisiologico è di 24-26°C.
    • Si raccomanda, inoltre, di mantenere chiuse le finestre durante il funzionamento dei climatizzatori, utilizzando protezioni oscuranti alle finestre dei locali condizionati. Sarebbe inoltre consigliabile evitare di utilizzare contemporaneamente il forno e altri elettrodomestici che producono calore (fornelli, ferro da stiro, phon, ecc.). Una temperatura interna ideale, con un basso tasso di umidità, garantisce il benessere e non espone a bruschi sbalzi termici rispetto allesterno.
    • è comunque buona regola coprirsi ogni volta che si deve passare da un ambiente caldo a uno più freddo e ventilato, soprattutto se si soffre di una malattia respiratoria. Nelle aree caratterizzate principalmente da un elevato tasso di umidità, senza valori particolarmente alti di temperatura, può essere sufficiente in alternativa al condizionatore luso del deumidificatore.
    Lutilizzo continuativo dei condizionatori determina un aumento dei consumi di energia elettrica nel Paese che può portare a rischi di interruzione della fornitura. è bene, quindi, porre particolare attenzione agli sprechi e limitare i consumi di corrente dellabitazione allo stretto necessario, soprattutto quando è in corso unondata di calore.
    • Se si usano ventilatori meccanici, non indirizzarli direttamente sulle persone, ma regolarli in modo da far circolare laria in tutto lambiente. In particolare, quando la temperatura interna supera i 32°C, i ventilatori possono aumentare il rischio di disidratazione, soprattutto nelle persone costrette a letto, se queste non assumono contemporaneamente grandi quantità di liquidi.
    Bere molti liquidi, mangiare molta frutta e verdura, non bere alcolici
    • Bere almeno 2 litri di acqua al giorno e mangiare molta frutta fresca, come agrumi, fragole, meloni (che contengono fino al 90% di acqua) e verdure colorate, ricche di sostanze antiossidanti (peperoni, pomodori, carote, lattughe), che proteggono dai danni correlati allozono, che raggiunge le concentrazioni più elevate proprio nelle ore più calde della giornata.
    • Gli anziani devono bere anche in assenza dello stimolo della sete, privilegiando, se possibile, lacqua del rubinetto, che ha le caratteristiche chimico-fisiche ideali per reintegrare in modo adeguato gli elettroliti persi con il sudore.
    • Uneccezione è rappresentata dalle persone che soffrono di epilessia o malattie del cuore, rene o fegato, o che hanno problemi di ritenzione idrica, che devono consultare il medico prima di aumentare lassunzione di liquidi.
    • Evitare gli alcolici e le bevande troppo fredde, limitare lassunzione di bevande gassate o zuccherate e di bevande che contengono caffeina (caffè, the nero, coca-cola). Le bevande molto zuccherate possono essere diluite con acqua fresca.
    • Eccetto i casi di necessità, nella stagione estiva va limitato il consumo di acque oligominerali, così come lassunzione non controllata di integratori di sali minerali (che deve essere sempre consigliata dal medico curante).
    Fare pasti leggeri e porre attenzione alla conservazione domestica degli alimenti
    • Evitare i pasti pesanti e abbondanti, preferendo quattro, cinque piccoli pasti durante la giornata, ricchi soprattutto di verdura e frutta fresca.
    • Bisogna anche fare attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili (latticini, carni, dolci con creme, gelati, ecc.), poiché le temperature ambientali elevate favoriscono la contaminazione degli alimenti e possono determinare patologie gastroenteriche anche gravi.
    • Usare il potere rinfrescante dellacqua Fare docce e bagni tiepidi senza asciugarsi, bagnarsi il viso e le braccia con acqua fresca riduce la temperatura del corpo. Tuttavia, fare una doccia fredda subito dopo il rientro da ambienti molto caldi è potenzialmente pericoloso per anziani e bambini e quindi è unabitudine da evitare.
    Conservare correttamente i farmaci .
    • Leggere attentamente le modalità di conservazione riportate sulle confezioni dei farmaci. Qualora le modalità di conservazione non fossero esplicitate, conservare il prodotto a temperatura superiore ai 30°C solo per brevi e occasionali periodi
    • Conservare tutti i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta
    • Non lasciare farmaci in auto soprattutto destate. Quando si viaggia evitare di riporre i farmaci in valigia, che potrebbe restare esposta al sole o ad alte temperature, ma preferire il trasporto con bagaglio a mano.
    • Durante la stagione estiva riporre in frigorifero i farmaci che prevedono una temperatura di conservazione non superiore ai 25-30°C
    • Alcuni farmaci, una volta aperti, possono scadere prima della data riportata sulle confezioni. Luce, aria, umidità e sbalzi di temperatura, possono deteriorare il prodotto prima del previsto. In caso di dubbio, consultare sempre il proprio farmacista.
    Rivolgersi al medico per ogni problema connesso allutilizzo di farmaci
    Non tutti i farmaci possono avere effetti facilmente correlabili al caldo, per cui occorre segnalare al medico qualsiasi malessere, anche lieve, che sopraggiunga durante una terapia farmacologica.
    I medicinali che possono potenziare gli effetti negativi del caldo sono soprattutto quelli assunti per malattie importanti; in questo caso si consiglia di consultare il proprio medico di famiglia per adeguare eventualmente la terapia. Non devono essere sospese autonomamente terapie in corso: una sospensione, anche temporanea, della terapia senza il controllo del medico può aggravare severamente uno stato patologico.

    Prestare attenzione ai soggetti a rischio
    • In caso di temperatura elevata, prestare attenzione a parenti o vicini di casa anziani che possono avere bisogno di aiuto, soprattutto se vivono soli, e segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento.
    • Occorre considerare come importanti campanelli di allarme la riduzione di alcune attività quotidiane, come spostarsi in casa, vestirsi, mangiare, andare regolarmente in bagno, lavarsi. Infatti, la riduzione di una o più di queste funzioni in una persona anziana può significare un peggioramento dello stato di salute. Per questo, è consigliabile segnalarla al medico curante per un eventuale controllo delle condizioni cliniche.
    Si ricordano inoltre i punti fondamentali del Piano Operativo Nazionale per la prevenzione dei rischi per la salute da ondate di calore – Estate 2009, in accordo con le raccomandazioni internazionali, e in collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile nazionale, Regioni e Comuni:
    • Conoscere con anticipo di almeno 48 ore l’arrivo di un'ondata di calore
      E attivo il Sistema di Allerta Nazionale (HHWW) della Protezione Civile in grado di prevedere il verificarsi di condizioni a rischio per la salute con 48, 72 ore di anticipo, in 27 città. Fornisce bollettini giornalieri che riportano i livelli di rischio climatico e per la salute e indica la necessità di attivare programmi di prevenzione locali rivolti alle persone più a rischio.
    • Informare la popolazione sul livello di rischio e sulladozione di comportamenti corretti per ridurre i rischi delle ondate di calore
      A livello nazionale, il Ministero pubblica una serie di opuscoli informativi scaricabili da internet rivolti sia alla popolazione in generale sia a medici, operatori socio-sanitari, badanti (in cinque lingue) e tutti coloro che si occupano delle persone anziane.
    • Attivazione del call center 1500
      Per informare su comportamento corretti per difendersi dallafa, orientare ai servizi offerti da regioni e comuni nelle grandi città, informare sulle previsioni delle ondate di calore.
      • Individuazione e sorveglianza attiva delle persone molto anziane e di quelle più fragili
        Regioni, Comuni e Aziende sanitarie hanno sviluppato propri piani operativi e attività di assistenza in base alle linee guida ministeriali. Fondamentali sono gli interventi preventivi appropriati, rivolti ai gruppi a rischio come gli anziani fragili, già attivi in molte città. Il Ministero anche questanno ha rinnovato lOrdinanza che permette a Comuni e Asl la costruzione degli elenchi delle persone fragili – Anagrafe fragilità .

      Source by Ministero_della_Salute


      LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

      In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


      Similar Articles / Prevenzi...di calore