Monza, la scuola incontra la città

Mercoledì
07:34:38
Novembre
11 2009

Monza, la scuola incontra la città

un concorso per vivere e parlare di cittadinanza con i bambini e i ragazzi

View 134.4K

word 652 read time 3 minutes, 15 Seconds

Il Concorso "Monza, la scuola incontra la città " parte dalla diffusione presso le scuole primarie e secondarie di primo grado di Monza dell’omonimo cd-rom, un manuale di educazione alla cittadinanza, sintesi del percorso “Visite in”¦ Comune”, già promosso e sviluppato dal Comune di Monza nei tre anni scolastici precedenti.

Lo scopo del Concorso è stato proseguire nel dialogo e nella collaborazione avviata tra scuola e Amministrazione Comunale per coinvolgere attivamente bambini e ragazzi nella scoperta e nella consapevolezza della loro identità di cittadini (“appartenere”, “prendere parte” alla vita della comunità , “abitare” una città ) e per promuovere comportamenti di responsabilità sociale e di solidarietà .

La speranza, dichiarata dai promotori dell’iniziativa nel bando di Concorso, era quella di offrire ai bambini e ai ragazzi un’occasione di riflessione e un’opportunità per sviluppare la curiosità e poi la conoscenza della città , dei suoi luoghi, delle sue istituzioni, dei servizi e delle opportunità rivolte ai più giovani.


Le foto, i filmati, i disegni, i giochi, le interviste, le mappature, i libri, i sogni e i progetti e molto altro ancora sono i prodotti del lavoro delle classi di seguito esposti e raggruppati per sezione di Concorso.


Ed ora alcuni pensieri dei protagonisti
Hanno detto gli insegnanti:
"È importante continuare a proporre attività in cui i ragazzi possano esprimersi e manifestare concretamente i propri bisogni ed essere “ascoltati”

"Noi adulti di solito non ascoltiamo i ragazzi, li trasciniamo e loro non sono abituati a fare fatica. È stato difficile anche per noi insegnanti non dare subito delle soluzioni che ci sembravano evidenti".

“Credo che i ragazzi abbiano maturato una maggiore consapevolezza del territorio in cui vivono, che abbiano imparato ad osservarlo con occhio critico ma costruttivo, alcuni più di altri si sentono cittadini coinvolti e responsabili del ’futuro” del territorio e agiscono per tutelarlo”.

“Hanno imparato a superare il desiderio di primeggiare per realizzare un lavoro di squadra; l’attività è stata vissuta come momento di collaborazione e aiuto reciproco”

"I bambini hanno espresso il desiderio di diventare protagonisti del cambiamento, apportando idee originali su come modificare gli spazi che quotidianamente percorrono e vivono"

"I ragazzi hanno assunto un ruolo specifico nel percorso e sentirsi coinvolti attivamente li ha molto motivati. Il coinvolgimento crea motivazione"

"Un progetto partecipato è più ricco:attiva domande, spunti e riflessioni”¦e da un'idea, in un percorso, nasce la voglia di mettersi in gioco"

"È stato un percorso con alta valenza educativa: i bambini si sono sentiti aiutati a crescere.Hanno riconosciuto le loro competenze, diversità e unicità . Hanno imparato che in un percorso di crescita si collabora tutti insieme assumendo e riconoscendo ruoli diversi".

Hanno detto i bambini e i ragazzi:
“Essere cittadini significa sentire di appartenere ad una comunità fatta di tante persone che condividono prima di tutto il luogo dove vivono. Il primo passo per essere cittadini è imparare a riconoscere come una cosa propria e curare il luogo dove si vive.”

"Noi bambini di Monza ci siamo accorti di essere molto fortunati. Non solo abitiamo in una città molto bella, ma abbiamo un enorme tesoro: il nostro Parco. Abbiamo ideato un gioco per aiutare tutti i bambini di Monza e non, a conoscere questa ricchezza"

" Ci siamo sentiti interpellati dagli adulti"

" Ci siamo sentiti responsabili nelle scelte"

"Mi sono divertito. Mi è piaciuto lavorare insieme ai miei amici e anche ascoltare idee stravaganti".

“Voglio un gioco dove si corre, che sia di abilità , un gioco che conoscono tanti bambini in tante parti del mondo”

"Ci siamo sentiti più uniti e capaci di lavorare insieme, ma abbiamo anche capito le difficoltà di accordarci"

"Abbiamo sentito un maggiore affetto per la nostra città , anche per le sue aree degradate"

Ed ora continuiamo a partecipare.
Il lavoro proseguirà quest'anno con nuovi laboratori scolastici sul tempo e sugli spazi liberi della città ”¦verso l’Urban Center dei Ragazzi!

Source by Comune_di_Monza


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Monza, l...a città