La solitudine di lei. La solitudine di lui.

Mercoledì
16:25:42
Marzo
10 2010

La solitudine di lei. La solitudine di lui.

Sono dei pezzi tratti dal romanzo che sto scrivendo. Amo scrivere, voglio diventare appunto una scrittrice. Spero vi piacciano. Ogni volta che scrivo, metto nei protagonisti un pò di me... Ditemi cosa ne pensate.

View 167.1K

word 526 read time 2 minutes, 37 Seconds

Lei: Io sono sola, lo sono sempre stata e sempre lo sarò. Poi tocca a me, scegliere i vari compagni della mia solitudine. Io sono la luce, e sono il buio. Perchè io sono così, sono la contraddizione di me stessa. Sono infantile e troppo matura, sono sempre allegra e ottimista, ma nascondo un animo tragico e pessimista. Sono solare e allo stesso tempo lunare. Sono sincera ma anche una brava attrice. Ho tanti amici, ma nessuno che mi capisca.
E per me l’amicizia è comprensione. Ma se nessuno mi comprende, come posso avere veri amici? La vita è un dono, un dono che a sua volta ogni giorno ti fa un nuovo dono. Un dono che si chiama amore. Io amo punto. Niente di più, niente di meno.

Non devo amare per forza qualcosa di preciso, io amo la vita. E purtroppo , l’amore mi piace tormentato e complicato. Un pò come me. Mi alzo dal letto, sono le otto meno dieci, è tardi. Sono una vera dormigliona, amo sognare,sia da sveglia che nel sonno, sognare un mondo migliore. Molti sognano un mondo migliore, ma pochi si impegnano per realizzare questo sogno.

Lui: Un altro giorno monotono passato. E’ novembre, le foglie secche ricoprono ogni strada della città, ed io ormai sono come una di quelle foglie. Marcio dentro. Vivo con mio fratello maggiore. In questa fredda giornata io non ho neanche una piccola fonte di calore, non ho niente che possa riscaldare il mio corpo e il mio cuore. Sono il ragazzo più popolare della scuola, ho ogni giorno una ragazza diversa. Poche sono le persone che mi rimangono al mondo, e pochi sono i sentimenti che provo. Non sento niente, da tempo ormai sono vuoto. All’inizio quando sentivo le liti dei miei genitori soffrivo, quando ero piccolo piangevo, e pregavo Dio di farli smettere di urlare. Ma loro sono sempre state persone orribili, e col tempo il mio amore incondizionato si è esaurito. Solo con una persona sono felice....

La mia casa ha due piani, io abito al piano terra, il primo e il secondo piano sono di mio fratello maggiore. Mi alzo dal letto, sono stato a pensare tutta la notte, devo sbrigarmi altrimenti farò tardi a scuola. Questo è il mio ultimo anno di superiori, da cinque anni vedo sempre gli stessi volti, le stesse persone. Sono le 7.25 del mattino, non ho fame. Entro nel bagno e mi faccio una doccia, osservo l’acqua scorrere sul mio corpo, sulle cicatrici dei tagli da me procurati. Qualche volta penso che se i miei genitori mi avessero amato , io forse sarei diverso, migliore. Mi vesto, mettendomi il solito maglione nero ed esco di casa.

Neanche il cielo può capirmi perché lui ha le montagne, la terra ha il mare, il sole ha la luna. Io invece non ho neanche me stesso.

Il contenuto non può essere riprodotto senza l’autorizzazione dell’autore.

Source by Anna_Laura_d_Ecclesia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / La solit...e di lui.
from: ladysilvia
by: n.d.
02 ago 2007
“La solitudine”