Arruolavano kamikaze per l’Iraq
Arrestati 4 islamici nel nostro paese

Venerdì
12:24:18
Novembre
28 2003

Arruolavano kamikaze per l’Iraq
Arrestati 4 islamici nel nostro paese

View 133.3K

word 404 read time 2 minutes, 1 Seconds

Almeno 4 delle sei persone nei confronti delle quali la procura di Milano ha spiccato altrettanti mandati d'arresto con l’accusa di terrorismo internazionale, sono finite in carcere.

Due gli arresti a Milano, uno a Padova e uno in Germania. Quest'ultimo è lo sceicco Abderrazzak, ritenuto la guida della falange europea del gruppo al Tanwid, un'organizzazione attiva tra l’Italia e la Germania, che da mesi aveva ormai abbandonato le mere funzioni logistiche di supporto, per trasformarsi in una cellula di reclutamento di volontari per i campi di addestramento per guerriglieri o per attentatori kamikaze. l’inchiesta, coordinata dal pm D'Ambruoso, è partita da lontano, dai gruppi di sostegno individuati negli ultimi anni tra la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto. È stato indagando sui componenti di questi gruppi, intercettando le loro telefonate che è emerso il nome, e soprattutto il ruolo di Abderrazzak. Dalle conversazioni di alcuni degli arrestati lo scorso aprile, e in particolare del marocchino Daki e dal somalo Ciise, due personaggi già ritenuti importanti: il primo proveniva dalla stessa Università di Amburgo dove aveva studiato con Mohammed Atta e altri due piloti degli attentati alle torri gemelle. Mentre Ciiise era considerato il tesoriere del gruppo terrorista responsabile degli attentati di nairobi del 2002.

Ma oltre a questo fondamentale è stata la collaborazione di due pentiti -casi rari tra i terroristi islamici- grazie a loro la procura milanese ha potuto delineare il ruolo della cellula italiana, composta tra l’altro anche da una donna, una nordafricana arrestata questa mattina a Padova, nella cui abitazione sarebbe stata sequestrata una grossa somma destinata a finanziare l’attività terroristica, duecentomila euro in contanti. Reclutavano volontari, martiri per l’Islam tra le moschee di Milano e Cremona, ma erano attivi anche in Veneto. Come confermerebbero anche alcune notizie che giungono direttamente dall’Iraq: dopo i documenti provenienti dall’italia ritrovati nei campi d'addestramento del Kurdistan, ora volontari arrivati dal nostro paese sembrerebbero direttamente collegati all’attentato alla sede Onu a Baghdad. Senza contare che proprio alla stessa organizzazione al Tanwid stanno portando anche le indagini relative agli attentati di Instanbul.

l’Italia insomma sarebbe diventata una vera e propria base di reclutamento, e non si può escludere che tra questi volontari qualcuno sia rimasto in Europa, forse anche nel nostro paese. Come sembrerebbe confermare proprio l’allarme lanciato dal ministero dell’Interno nei giorni scorsi in merito al rischio attentati in Italia.

Source by TG5


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Arruolav...tro paese