Centri sociali. In via Sangallo situazione fuori da legalità

Giovedì
21:54:01
Settembre
23 2010

Centri sociali. In via Sangallo situazione fuori da legalità

De Corato: “occupazione pilotata dagli abusivi di Casaloca. Ministro, Prefetto e Questore intervengano.”
Dopo via Savona, è il 13esimo stabile a Milano finito sotto controllo di antagonisti e no global

View 133.7K

word 424 read time 2 minutes, 7 Seconds

Milano: “In via Sangallo c’è una situazione al di fuori di ogni legalità e che richiede un’immediata risposta da parte dello Stato come ho chiesto in una lettera inviata al Prefetto Gian Valerio Lombardi e al Questore Vincenzo Indolfi. Perchè è intollerabile che un centro sociale abusivo da 7 anni, ovvero Casaloca, si prodighi per piazzare altri abusivi, per lo più stranieri, in ben 9 appartamenti privati come è successo nei giorni scorsi in una palazzina di zona Città Studi. Un’azione realizzata in barba alla proprietà privata, che ha già sporto querela. E che attende legittimamente di ritornare in possesso degli immobili”.

Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

“Sulla situazione di via Sangallo " spiega De Corato " ho disposto un sopralluogo della Polizia Locale che mi ha relazionato sulla vicenda. In quello stabile ci sono 9 appartamenti che a seguito di un blitz dei centri sociali avvenuto venerdì e sabato 17 e 18 settembre, con forzatura degli ingressi, sono stati assegnati per lo più a extracomunitari. E a capitanare l’azione antagonista, sotto l’ombrello di Azione Migrante, c’erano in realtà esponenti di Casaloca, che occupano abusivamente dal 2003 uno stabile privato di viale Sarca”.

“Mi chiedo " continua De Corato " se il ministro Maroni sia al corrente di questa situazione. Se sa di questo scempio che segue a quello di via Savona 18 dove altri antagonisti hanno occupato due appartamenti trasformando la palazzina in un suk. E se sa che a Milano ci sono attualmente altri 11 stabili pubblici e privati occupati abusivamente dai centri sociali, molti dei quali da decenni come in via dei Transiti 28 (zona via Padova) dove l’ocupazione risale addirittura a 31 anni fa”.

“L’ultimo sgombero a Milano " sottolinea De Corato " è avvenuto oltre tre mesi fa. Quando Polizia di Stato e Carabinieri hanno liberato lo stabile di Ripa di Porta Ticinese 83 occupato da no global legati all’area anarco-insurrezionalista. Ma prima di quel blitz dobbiamo risalire al 22 gennaio 2009, giorno in cui ci fu l’intervento al Cox 18, poi vanificato da una rioccupazione notturna. L’ultima denuncia, come ha segnalato il presidente di Zona 6 Massimo Girtanner, è che ora in zona Ticinese dei punkabbestia si divertono a pestare gli automobilisti lanciandogli contro dei pitbull. Chiedo al ministro dell’Interno, al Prefetto e al Questore quando si porrà fine a questa situazione”.
indietro

Riccardo De Corato - Vice Sindaco

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Centri s...egalità