LOVE eventi: San Valentino live show

Martedì
12:49:24
Febbraio
08 2011

LOVE eventi: San Valentino live show

View 159.4K

word 2.9K read time 14 minutes, 34 Seconds

Milano: “San Valentino live show“ - San Valentino diventa un’occasione per festeggiarci, per brindare insieme in un momento in cui positività, gioia e amore per la vita devono essere il motore per ritrovare in noi stessi, e trasmettere agli altri, la voglia e il desiderio di riscoprire la genuinità dei sentimenti e dei principi necessari a condividere il bellissimo ed unico dono che è la “vita“ !

Brinderemo nella bellissima e storica location del Le Banque“situata nel “cuore“ di Milano circondati da arte grazie a alla “Collettiva d’arte Love“ in cui 11 bravissimi artisti esibiranno le loro opere

Assisteremo a live performance che ci terranno compagnia durante tutta la serata grazie a bravissimi artisti, ballerini e performers:

dalla scuola “Jnarteama“ guidata da Jean Filoramo (pianista, direttore, compositore) e Tamara Blanco (ballerina e insegnante di tango argentino) 4 imperdibili uscite di ballo

Lucia Tattoli si esibirà con Richard Seremes in“tapdance duo“ & con i suoi allievi “Lucy’s angels“: “la vita è ritmo e il ritmo è vita!“

Programma della serata:
ore 21,30 ingresso e vernissage artistico
ore 22,00 cena alla carta (solo su prenotazione) o cena-buffet
ore 23,00 live performance di tango, flamenco, canto, danza del ventre, tip-tap
ore 24,00 musica dal vivo

a seguire dj-set di Paul Richard

Esibiranno le loro opere:
BARONESSA SOARES
“L’arte della Baronessa Soares è unica, è una sublime provocazione“

BARBARA PASTORINO
“Colori forti, colori contrastanti, che sembrano lottare tra loro con le pennellate come violente sciabolate? e poi invece giocano e si amalgamano e si rincorrono e si fondono in un’armonia prima impensabile“

ALESSANDRA LANZETTA
“La mia Vita è Arte e la mia Arte è Vita“

FRANCESCA MARCOLONGO
“Come è vero che l’arte è bellezza!“

LUCA VACANTE
“L’unica forma d’arte è l’espressione del SE’ come pura essenza dell’Amore Universale“

DADENES
“La purezza del colore mescolato alla forza della gestualità“

WILLOW
“Willow ci trasporta in un mondo parallelo, densamente abitato e popoloso dove non mancano le sfide sociali e dove sono gli esseri più piccoli a dominare sui maggiorenti,che rimangono afasici davanti a tale arditezza verbale?

ANGELO TRINCONE
“Gli sguardi intensi e quello che nascondono: il disegno e la tecnica di Angelo Trincone“

MAX FALSETTA SPINA
“Take a look at the originality“ Quando la fotografia incontra la caricatura.

XANTE BATTAGLIA
“Non Votare. Non Comprare.“

ALESSANDRO BACCELLE
“Colori acrilici e tanta passione“

Lunedì 14 febbraio 2011 - Le Banque - Via Porrone, 6 - Milano ore 21.30

Scuola “Jnarteama“
Jean Filoramo, pianista direttore compositore. Tamara Blanco, insegnante di lettere classiche, ballerina e insegnante di tango argentino. Jean Filoramo nato a Lyon. Studia pianoforte al conservatorio di Lyon dove si laurea brillantemente. In seguito si trasferisce a Milano dove studia composizione e direzione di coro diplomandosi al conservatorio G.Verdi con ottimi voti. La sua attività è volta al concertismo e all’esecuzione dei propri lavori musicali riscuotendo unanimi consensi. Tamara Blanco nata a Milano di origini spagnola, studia pianoforte superando il V° anno, intraprende studi classici e si laurea in filosofia all’università Statale di Milano. Si affaccia al tango argentino nel 2006 e da allora divulga con impegno e passione attraverso seminari e esibizioni quest’arte, patrimonio dell’umanità. Jean Filoramo e Tamara Blanco fondano nell’ottobre del 2008 JnarTeama (anagramma di Jean & Tamara) ossia “Ama nell’arte“, una scuola d’arti, cultura e spettacolo in via Signorelli, 7 Milano, dove Jean si occupa della direzione artistica e Tamara di quella legata al ballo e in particolare al tango argentino.

Biografie degli artisti

BARONESSA SOARES
M.Lucia Soares è un’artista che, si contrappone alle mode correnti rivelando e determinando la sua epoca, nella modernità, nelle vicissitudini di oggi, nello spettacolo e nell’amicizia che si risolve in un grande amore per l’arte come hanno sempre fatto gli artisti di tutte le epoche usando inoltre, una tecnica inedita ed esclusivamente sua come la pittura su “alcantara“. Alba Vitali. Perito d’arte iscritta all’albo dei professionisti. Alba Vitali

BARBARA PASTORINO
Nata a Varallo nel 1970, si è formata artisticamente a Milano, dove vive e lavora. Ha partecipato a diverse mostre collettive e personali. La ricerca dell’artista si impernia sui paesaggi interiori: fondali marini che indagano sulla profondità dell’inconscio; paesaggi che sembrano affiorare dal condensamento delle emozioni e talvolta figure, chiuse in una propria misteriosa meditazione esistenziale. La natura è rappresentata come fonte di ogni cosa e regina dalla fantasia sconfinata, creatrice di colori e di forme senza limiti. Le città, ovvero il paesaggio alterato dall’uomo, sono indagate per il simbolismo in esse presente: per il rapporto con l’acqua e con la luce, che creano illusioni e mistici riverberi. Acqua come indefinitezza, fuga, capacità di scorrere e di scivolare e di adattarsi e di sfuggire… e di riflettere luci, colori, scintillii. Nei fondali marini la natura esprime al massimo il proprio splendore, la ricchezza, la stravaganza; le forme mai viste tuttavia ci appaiono familiari, forse perché ci richiamano a qualche cosa di atavico, che sta dentro di noi e che a livello inconscio ci è già noto. Colori forti, colori contrastanti, che sembrano lottare tra loro con le pennellate come violente sciabolate… e poi invece giocano e si amalgamano e si rincorrono e si fondono in un’armonia prima impensabile.

ALESSANDRO BACCELLE
Nato a Padova nel 1976, Alessandro Baccelle è esattamente quello che si può definire un Artista nel senso più ampio del termine: si esprime nelle vesti di maestro d’arte così come in quelle di grafico, si emoziona e riesce ad emozionare il proprio pubblico come cantante di due importanti band.
La sua forte passione per il mondo della musica, del cinema e della comunicazione esplode nella sua Arte di pittore, attraverso tele dal profondo significato intimo ma al tempo stesso universale, ritratti di personaggi del nostro tempo tanto celebri e rappresentativi da non aver bisogno di alcuna presentazione.
Utilizzando e sfruttando la capacità dei colori acrilici di essere riflettenti e luminescenti, Alessandro dipinge Opere d’arte che fissano i volti dei più noti cantanti, musicisti, attori che hanno realmente accompagnato le nostre vite con le loro, riproponendo scatti più o meno celebri che li hanno ritratti e che sono ben presenti nell’immaginario collettivo. Il tutto impreziosito dalla sua riflessione personale sull’importanza di rendere immortali attraverso la propria Arte dei veri e propri miti del nostro passato e del nostro presente.
Scrive lo Storico dell’Arte dott.ssa Ilaria Caravaglio:
[...]La musica, il cinema e la comunicazione prendono vita sulle superfici, spesso di grande formato, attraverso la luminescenza dei colori acrilici utilizzati ed una tecnica che lascia trasparire la formazione dell’artista in campo grafico pubblicitario, caratterizzata da una certa essenzialità dei segni, quasi come a trovarsi di fronte a negativi fotografici. [...]
Dietro quelli che potrebbero apparire come "semplici ritratti”, si coglie quindi una caratteristica che li rende invece singolari, ovvero la capacità di coinvolgere l’osservatore, i cui sensi vengono trascinati in un mix di suggestione e realismo; è questa, a mio avviso, la forza che contraddistingue la produzione di Alessandro Baccelle.

XANTE BATTAGLIA
Xante Battaglia e tra gli Artisti italiani più apprezzati all estero. Titolare Cattedra di Pittura all Accademia di Brera vive a Milano via Lorenteggio 238a . Critici di Fama gli hanno dedicati 15 Libri: Pierre Restany. Dino Buzzati. Gregory Battcock. Michel Tapie. Carlo Argan. Rossana Bossaglia. Flaminio Gualdoni. Raffaele De Grada Genevieve Olivier Thomas M Messer Direttore del Museo Guggenheim di New York. Ha esposto tra l altro. Alla Bonino Gallery di N Y. Alla Biennale di Venezia. Alla Galerie Heyram e Grand Palais di Parigi alle gallerie Apollonaire e Borgogna di Milano al Palazzo Reale di Milano Antologiche alla Permanente di Milano e al Palazzo dèi Diamanti di Ferrara.


MAX FALSETTA SPINA
E’ questo il filo rosso conduttore dei passi di Max Falsetta Spina, classe 1980, che lungo il suo percorso si avvale di tecniche e mestieri iversi per dare costantemente corpo a nuove idee.
Realizzazione di modelli e prototipi per le vetrine di importanti brand quali Les Copains, Ralph Lauren, Alberta Ferretti, Pomellato, Lorenz, Raid Gauloises, Ferrero, Piaggio, Ricoh,
Lg Electronics, Swacth Group, Bikkembergs, De kuba, Marville etc.
Cui seguono progettazioni e realizzazioni scenografiche per spettacoli teatrali (PULP di Bukowski, Venere e Adone Di Shakespeare Regia di Riccardo Magherini, Viva la Voce a cura di Cristiano Minellono), musical (TOC TOC A TIME FOR MUSICAL con Manuel Frattini, ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE con il Mago Antonio Casanova), spazi aperti (HOOK La storia di capitano Uncino), fiere e allestimenti (Motor Show di Bologna, Maison & objet Parc des Exsposition a Parigi), arredamenti d’interni, decori fotografici per oggetti, copertine di libri (I gesti del Caravaggio Regia di Francesco Vitali Patrocinio Ministero dei Beni Attività Culturali e Affari Esteri ), campagne pubblicitarie etc.
Dal 2006 la sua base creativa è la OVER THE RAINBOW SHOW & DESIGN, quale Amministratore Unico, perfetta sintesi di tutte le sue ispirazioni.
Accanto alle attività da progettista, scenografo e modellista, Falsetta Spina approfondisce la ricerca artistica, frequentando l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano conseguendo il dottorato in arti applicate con i massimo dei voti.
Dal 2008 fa parte del gruppo direttivo dei Giovani Imprenditori Confartigianato del territorio Monza e Brianza, diventando dopo poco tempo azionista di Progetto Lissone S.p.a.
Ad oggi nel 2010 Max Falsetta Spina fa parte del comitato organizzativo dell’ International Festival of Scenic Arts, oltre ad essere stato selezionato tra i 100 Uomini D’oro della Brianza per il premio Best To Brianza nella categoria Best to the next generation.

ANGELO TRINCONE
Angelo Trincone nasce a Milano il primo gennaio 1981, si diploma come Geometra all’Istituto Tecnico C. Cattaneo nel 2001 e prosegue gli studi laureandosi presso la facoltà Architettura al Politecnico di Milano nel 2006. Nel 2000 durante un viaggio a Vienna rimane impressionato dai dipinti di Schiele iniziando a pensare a quale sarebbe potuta essere la sua strada; finiti gli studi decide di dedicarsi alla grafica aprendo uno studio con un suo amico, occupandosi principalmente di walldesign, ma anche sviluppo e progettazioni di websites, packaging e immagine coordinata. Nel frattempo, imparando a conoscere artisti come Picasso, Modigliani, Escher e Leonardo Da Vinci inizia a consolidarsi l’idea avuta anni prima a Vienna: disegnare e trasmettere emozioni attraverso la pittura. Prima però passa un anno in uno studio di fotoritocco in cui la passione per la fotografia aumenta quanto l’attenzione al dettaglio. Finalmente decide di aprire uno studio in cui dedicarsi completamente all’arte studiando da autodidatta il disegno e le sue tecniche, soffermandosi principalmente sulle figure femminili anche se la cosa che lo attrae e incuriosisce di più sono gli occhi e più precisamente lo sguardo e ciò che si nasconde dietro a esso.

WILLOW
Nato nel 1978 a Milano, diplomato presso la Scuola del Fumetto e Illustrazione di Milano nel 2000.
Con il vero nome -Filippo Bruno- collabora da 12 anni con case editrici, studi editoriali e agenzie pubblicitarie per la grafica e con aziende produttrici di gadgets e articoli da collezione e design.
Nello stesso tempo, con lo pseudonimo W i l l o w comincia un percorso artistico nuovo. Ispirandosi alla POP ART di Haring, Lichtenstein e Basquiat e utilizzando i codici e le regole del fumetto, realizza tele, murales, TOYS, grafiche per aziende.
A partire dal 2008 le opere di Willow vengono presentate in locali pubblici e in seguito in gallerie d’arte con mostre personali o collettive, in Italia, Stati Uniti, Germania e Russia. Molto importanti sono le amicizie con artisti, curatori e designer con cui Willow collabora per organizzare eventi e iniziative di vario genere. " Willow ci trasporta in un mondo parallelo, densamente abitato e popoloso, fatto di colori piatti e di un segno grafico preciso, lineare, senza interruzioni, dove ogni elemento ha le sue linee chiuse – ma comunque c’è spazio per tutti! Questo mondo è abitato da esseri molto particolari, a metà tra il microorganismo e il virus, che si "parlano”, attraverso i baloons, ma senza utilizzare le onomatopee codificate del fumetto, quanto piuttosto attraverso suoni che finiscono per identificare, nominare e definire l’essere che lo pronuncia.
In questo mondo densamente popolato, non mancano le sfide sociali, ed è interessante vedere come in un moto di ribellione all’ordine costituito, siano gli esseri più piccoli a protestare contro i maggiorenti tentacolati che rimangono afasici davanti a tale arditezza verbale.
Le immagini che Willow ci propone sono apparentemente ludiche, ma grazie alla serietà di fondo – anche formale – che le caratterizza, sono dotate di indubbia forza comunicativa e di grande, divertente fascino.” Presentazione: Aldo Torrebruno, Anna Epis

DADENES
Le opere di Dadenes rivelano un forte carattere che prende ispirazione dall’espressionismo astratto, in particolare dei pittori americani. Partito da una formazione di writer, l’artista milanese utilizza la forza gestuale ereditata dai graffiti, ma la assoggetta a un controllo più razionale. Le grosse campiture accostate, le colature, gli schizzi, le linee geometriche dialogano tra loro ma lasciano il ruolo da protagonista al colore. I pigmenti sono stesi a grosse pennellate, volutamente puri per ribadirne la funzione simbolica.

LUCA VACANTE
Luca Vacante nasce a Lecco il 29/11/1974. Sin da adolescente sente crescere dentro di se la passione e l’interesse per l’antica saggezza dell’Occidente, dell’Oriente e del Medio Oriente e sviluppa un bisogno di ricerca spirituale interiore . Studia così gli insegnamenti dei principali Saggi e Maestri delle differenti tradizioni religiose identificando il prezioso significato del loro messaggio. L’equlibrio e l’armonia che ha ricevuto attraverso la pratica di questi insegnamenti lo hanno portato a sviluppare questa forma di espressione attraverso l’arte.

FRANCESCA MARCOLONGO
Francesca Marcolongo, classe 1973, studia negli ambienti autogestiti dei licei artistici di Milano degli anni novanta; si laurea in architettura al Politecnico e approda all’Accademia di belle Arti dove per un anno frequenta il corso di decorazione del prof. Repossi, approfondendo la tecnica dell’acquerello. Klimt e la Secessione Viennese, il cinema americano e italiano dagli anni trenta agli anni sessanta, i collages di Matisse sono le fonti d’ispirazione che Francesca coltiva sin da piccola. Durante gli anni del liceo passa ore a sfogliare i cataloghi di Klimt e a collezionare foto e poster in bianco e nero delle dive hollywoodiane. Il fascino e la bellezza di queste attrici delineano l’idea di femme fatale che Francesca inizia a rappresentare nei suoi primi collages. Dal 1995 l’artista inizia a raccogliere carte colorate, argentate e dorate recuperate scartando le cartine dei cioccolatini, delle caramelle, dei pacchetti delle sigarette. Carte da scarto povere che poi ricompone o sottopone a trattamenti acrilici, tempere, paste e vernici in modo da renderle preziose. Da questa passione e, grazie anche alle sollecitazioni esterne, che arrivano da svariati viaggi all’estero dove frequenta artisti e ambienti eclettici, si rende concreto quello che, sin dall’età di tredici anni, è sempre stato il progetto di Francesca: la Fabbrica delle Stelle. L’origine della Fabbrica delle Stelle risale ad una esercitazione artistica in classe alle medie, guardando un poster in bianco e nero di Bette Davis, a cui per gioco l’artista aveva sostituito occhi e labbra e un mix di capelli di colore diverso. Questo "restyling” aveva generato una nuova stella, una bellezza artificiale e irraggiungibile come tutte le stelle. Dopo questo primo collage, Francesca Marcolongo inizia un lavoro di ricerca selezionando da riviste, poster, manifesti e pubblicità ogni singolo elemento, occhi grandi, occhi piccoli, azzurri, verdi, ciglia lunghe, lunghissime, chiome rosse, dorate, lisce, ricce... campionandoli, per poi smontarli e rimontarli da un volto all’altro o da un corpo all’altro. Il fascino intramontabile delle icone in bianco e nero del cinema, come Marylin Monroe, Audrey Hepburn, Marlene Dietrich, Jean Harlow, Liz Taylor, Ava Gardner, Rita Hayworth e Greta Garbo, miscelati con sapienza alla bellezza di una donna che si può incrociare per strada in una mattina profumata e luminosa, hanno alimentato e alimentano la creatività di quest’artista costituendo la base dei collages della Fabbrica delle Stelle.

ALESSANDRA LANZETTA
...è lieta di presentarvi le sue Opere, create con lintento di donare sollievo all Anima. Lidea nasce dalla mia esperienza lavorativa unita allamore per larte. Ad oggi sono 20 anni cha mi occupo ed eseguo massaggi terapeutici. Mi è stato insegnato a conoscere il corpo, ad ascoltarlo, a trasmettere Amore con le mani. Ognuno di noi emana delle vibrazioni, delle onde che possono variare a seconda di una moltitudine di fattori: lo stato danimo, i pensieri, lambiente in cui viviamo, cosa scegliamo per nutrire il nostro corpo, la nostra mente, i colori con cui ci vestiamo e/o che amiamo avere intorno, ecc. Certo molto spesso non facciamo attenzione a tutto ciò, presi sempre più dai ritmi frenetici a cui siamo imposti. La curiosità mi ha spinta a cercare una relazione attraverso linterscambio che avviene tra il fluire delle energie a cui siamo sottoposti da ciò che ci circonda, a quelle che produciamo in relazione ad esse.
Così ho iniziato un percorso di ricerca e di vita. Ciò che siamo dentro lo siamo fuori, tutto ha una vibrazione energetica che interagisce con il nostro corpo, lumore, il benessere, lo sviluppo concreto delle nostre potenzialità in tutti settori della vita. Inconsapevolmente quando prediligiamo un oggetto, un ambiente, un abito, un cibo, un brano musicale, un colore, in realtà scegliamo come vibrare. Ho sempre amato dipingere, colorare, sin da quando ero bimba. La vita mi ha portato a percorrere una strada che oggi mi permette di poter creare con Amore queste opere che definisco ‘creature‘, esse vibrano per poter trasmettere Serenità. Un balsamo per lAnima.‘Quando creo il tempo si dilata come ad annullarsi, come fossi in unaltra dimensione, stemperando i colori provo una grande gioia, mi portano a casa, la casa che ognuno di noi ha, IL CUORE.

Source by Love_eventi


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / LOVE eve...live show