Attacchi informatici: il capo della Polizia firma accordo con Intesa Sanpaolo

Giovedì
12:55:38
Marzo
17 2011

Attacchi informatici: il capo della Polizia firma accordo con Intesa Sanpaolo

View 167.5K

word 482 read time 2 minutes, 24 Seconds

Roma: La Polizia postale e delle comunicazioni insieme a Intesa Sanpaolo svilupperanno un piano di interventi per la prevenzione ed il contrasto degli attacchi informatici diretti alle infrastrutture tecnologiche ed ai servizi di home banking e moneta elettronica.

Lo prevede l’accordo firmato questa mattina, a Roma, dal capo della Polizia Antonio Manganelli, e il consigliere delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo S.p.A., Corrado Passera.

La convenzione ha per obiettivo l’adozione condivisa di procedure di intervento e di scambio di informazioni utili alla prevenzione e la repressione degli attacchi informatici, di matrice terroristica e criminale.

L’accordo, che ha valore triennale, rafforza il rapporto di collaborazione tra Intesa Sanpaolo e la Polizia contro la criminalità informatica, viene stipulato in attuazione del decreto del ministro dell’Interno del 9 gennaio del 2008, che ha individuato le infrastrutture critiche informatizzate di interesse nazionale, ovvero i sistemi ed i servizi informatici o telematici, gestiti da enti pubblici o società private, che governano i settori nevralgici per il funzionamento del Paese.

Prosegue, in questo senso, il rafforzamento dei sistemi di controllo di quel “territorio virtuale“ che è internet e che, proprio come avviene per le strade reali, è diventato “un luogo“ dove i cittadini spendono gran parte della loro vita e dove, come più volte sottolineato dal Prefetto Manganelli, è necessario garantire alti standard di sicurezza attraverso una presenza capillare e attenta della Polizia di Stato.

Alla firma della convenzione erano presenti:

per il Dipartimento della pubblica sicurezza, Santi Giuffrè, Direttore centrale per la polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato, Domenico Vulpiani, consigliere del Dipartimento della pubblica sicurezza per la sicurezza informatica e la protezione delle infrastrutture critiche e Antonio Apruzzese, direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni;

per Intesa Sanpaolo, Salvatore Poloni, responsabile della Direzione organizzazione e sicurezza, Sabino Illuzzi, responsabile del Servizio governo sicurezza e continuità operativa e Matteo Fabiani, responsabile del Servizio rapporti con i media.

Da una parte, la convenzione prevede la realizzazione di adeguati canali di collaborazione per la condivisione e l’analisi di segnalazioni, dati e informazioni relativi alle minacce ed agli attacchi diretti a servizi o a sistemi informativi delle infrastrutture critiche nazionali, ai fini dell’identificazione della loro origine tecnica e della gestione delle conseguenti situazioni di emergenza. Dall’altra, accresce la collaborazione organica e mirata per la prevenzione ed il contrasto di crimini informatici che riguardano servizi e sistemi di internet banking e monetari del gruppo Intesa Sanpaolo.

Mediante la convenzione, le strutture di prevenzione delle frodi e degli attacchi infrastrutturali ed informatici di Intesa Sanpaolo e del Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche presso il Servizio polizia postale e delle comunicazioni) danno vita ad un progetto di contrasto avanzato dei crimini e degli illeciti informatici in danno delle banche e della loro clientela.

Source by Polizia_di_Stato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Attacchi... Sanpaolo