Lanciano droga dal balcone: in manette madre e figlio

Sabato
03:05:23
Aprile
30 2011

Lanciano droga dal balcone: in manette madre e figlio

View 155.5K

word 382 read time 1 minute, 54 Seconds

Andria (BT) - Comando Provinciale di Bari - Pensano di scampare all’arresto sbarazzandosi della droga lanciandola dal balcone, ma finisce tra i piedi dei carabinieri, che la recuperano e li arrestano. è quanto accaduto ieri sera ad Andria, dove i militari della locale Compagnia hanno tratto in arresto un 27enne detenuto in regime di “semilibertà“ e sua madre 52enne, incensurata, entrambi del luogo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di un servizio di perlustrazione hanno notato il giovane che, a bordo di un ciclomotore, stava spingendo il motorino di un suo coetaneo. Accortosi di loro, il 27enne ha ceduto repentinamente al suo amico un telefono cellulare, per poi darsi a precipitosa fuga, facendo perdere le tracce. Recuperato il telefonino dall’amico, nel frattempo identificato, gli operanti hanno avviato le ricerche del fuggitivo, rintracciandolo qualche minuto più tardi presso la sua abitazione. Invitato a scendere per strada, alcuni militari, durante un giro d’ispezione dell’edificio nel tentativo di reperire il ciclomotore con il quale il giovane si era dato alla fuga, si sono visti cadere tra i piedi un fagotto, lanciato dal balcone dell’abitazione del giovane, al cui interno è stato rinvenuto un consistente quantitativo di stupefacenti, in particolare 1.200 grammi di marijuana, parte della quale suddivisa in 120 dosi, due panetti di hashish e 5 dosi della medesima sostanza, per 300 grammi complessivi, nonché un pezzo di cocaina pura da 10 grammi e numerosi ritagli di carta stagnola idonei per confezionare lo stupefacente.

Durante tali operazioni, sull’apparecchio telefonico sequestrato poco prima sono pervenute un centinaio di chiamate da parte di tossicodipendenti, i quali chiedevano espressamente del “fumo“, indicando il luogo d’incontro per lo scambio.

L’irruzione nell’appartamento ha consentito ai Carabinieri di reperire, oltre al 27enne, tra l’altro detenuto in regime di “semilibertà“ presso l’istituto penitenziario di Spinazzola (con l’obbligo di fare rientro nel carcere in serata, di tenere una condotta morale e civile irreprensibile e di non utilizzare apparecchi telefonici cellulari), anche sua madre.
Tratti in arresto entrambi, la donna è stata associata presso la casa circondariale femminile di Trani, mentre il figlio presso il carcere del medesimo comune. La droga rinvenuta è stata posta sotto sequestro.

Source by carabinieri


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Lanciano... e figlio