I primi giorni da Sindaco

Sabato
12:32:32
Giugno
04 2011

I primi giorni da Sindaco

La prima uscita ufficiale da primo cittadino per la Festa della Repubblica. Successo per l’apertura del municipio: lo hanno visitato oltre 25.000 persone

View 134.0K

word 461 read time 2 minutes, 18 Seconds

Milano: Lunedì 30 la grande festa in piazza Duomo, poi a metà settimana l’ingresso ufficiale a Palazzo Marino come nuovo primo cittadino di Milano. Giuliano Pisapia nella mattinata di mercoledì primo giugno è stato ufficialmente proclamato Sindaco dalla commissione elettorale centrale e nel pomeriggio ha effettuato il passaggio di consegne con Letizia Moratti, in sala dellOrologio a Palazzo Marino quando ha idealmente ricevuto, sotto forma di stretta di mano, le chiavi della città.

Il giorno seguente, 2 giugno, Festa della Repubblica. Il Sindaco, alla prima uscita ufficiale, l’ha definita una ricorrenza “importante per l’Italia e oggi particolarmente importante per Milano“. La giornata è cominciata con la cerimonia per la Festa della Repubblica a cui hanno preso parte le più alte autorità civili e militari cittadine fra cui, oltre a Pisapia, il presidente della Provincia, Guido Podestà, il prefetto Gian Valerio Lombardi, il questore Alessandro Marangoni, il generale di squadra Nello Barale e il Presidente del Consiglio Comunale Manfredi Palmeri. Erano presenti anche rappresentanti delle associazioni partigiane e dei combattenti. “Ho incontrato tanta gente splendida - ha detto Pisapia - dalla mattina con l’alzabandiera in Piazza Duomo. Tanta gente che mi aiuterà a rendere splendida questa città“.

Tutto si è svolto in maniera sobria e solenne. Terminata dopo non piu’ di 20 minuti la celebrazione, si e’ svolto il ’fuori programma’ per il neosindaco che praticamente senza scorta e accompagnato solo dal suo staff ha incontrato i cittadini fino a dentro Palazzo Marino aperto al pubblico. Pisapia a sorpresa ha poi raggiunto il corteo per la Festa della Repubblica in Porta Venezia. Tra i primi ad accogliere il nuovo sindaco è stato il segretario della Cgil, Susanna Camusso, con un caloroso e prolungato abbraccio. Manifestazioni d’affetto anche da parte del segretario della Camera del Lavoro di Milano, Onorio Rosati, accompagnato, tra gli altri, dal presidente dell’Anpi, Carlo Smuraglia, e il segretario della Cgil Lombardia, Nino Baseotto.

Le celebrazioni sono proseguite all’interno di Palazzo Marino. Dalle 16 infatti il Sindaco ha iniziato a ricevere nel suo ufficio i cittadini in visita nella sede del Comune. In prima fila per essere salutati, c’erano tre bambini, affatto intimiditi, più’ che altro curiosi, e poco più tardi e’ arrivato anche il turno dei fotografi con cui il sindaco ha scherzato e ha posato per una foto. “L’ora dei saluti“ del sindaco, dove ha incontrato centinaia di cittadini, è terminata alle 17, in tempo per il concerto di fiati delle 17.30, ma a scale ancora piene di persone arrivate a salutarlo: alla fine della giornata sono stati più di 25 mila i cittadini che hanno varcato le porte di Palazzo Marino.

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / I primi ...a Sindaco