VOTO USA: KERRY VINCE DOPPIO AL SUD, CLARK LASCIA

Mercoledì
09:46:54
Febbraio
11 2004

VOTO USA: KERRY VINCE DOPPIO AL SUD, CLARK LASCIA

View 131.2K

word 630 read time 3 minutes, 9 Seconds

WASHINGTON - Il senatore John Kerry, che ha vinto ieri le primarie in Virginia e nel Tennessee, puo', adesso, programmare un giorno o due a casa, prima di gettarsi nella campagna in Wisconsin.
I due rivali rimasti in lizza, John Edwards e Howard Dean, sono gia' a Milwaukee, a cercare di bloccare la sua avanzata verso la nomination democratica alla Casa Bianca.
Per l’ex generale Wesley Clark, invece, è l’ora di uscire di scena: oggi, a Little Rock, la capitale del suo Arkansas, annuncera' l’abbandono della corsa alla nomination, dopo avere collezionato martedi' due deludenti terzi posti. Per Kerry, è una marcia fin qui trionfale: l’uomo che viene del New England colleziona 12 successi su 14 elezioni primarie (o assemblee di partito) in altrettanti Stati dell’Unione.

Le vittorie di ieri sono le prime al Sud di Kerry, che, martedi' scorso, era stato battuto dal senatore Edwards nella Carolina del Sud e da Clark nell’Oklahoma.
I successi del senatore del Massachusetts in Virginia e nel Tennessee sono un duro colpo per le ambizioni presidenziali di Edwards, che vuole pero' andare avanti e progetta un duello per la nomination tra lui e Kerry.
Conosciuti i risultati, Edwards si mostra combattivo: ''Questa non sara' un'incoronazionè', dice, rifiutando, per l’ennesima volta, la prospettiva di fare il vice di Kerry -per questo, c'è tempo.
Nei commenti a caldo, gli analisti politici delle tv Usa parlano, concordi di ''vittorie molto significativè', o addirittura di ''successi impressionanti''. I due ko giungono al termine di una giornata che ha evidenziato le difficolta' del presidente in carica, il repubblicano George W. Bush, invischiato in una polemica sul servizio militare, che fece nella Guardia Nazionale.
Kerry è un eroe della Guerra del Vietnam che si sta mostrando capace di attingere voti nel ''collegio dei reduci'', trasversale alla politica americana, ma tendenzialmente repubblicano e sempre molto importante nelle presidenziali.
Anche ieri sera, nel discorso dopo la vittoria, ha detto grazie alla ''brigata dei veterani'', alla ''band of brothers'' che lo aiuta di successo in successo.
I risultati non sono ancora ufficiali, ma sono ormai definitivi. In Virginia Kerry s'è imposto con il 52% dei voti (rpt 52%), davanti a Edwards con il 27% dei voti e a Clark con il 9%. Molto più indietro gli altri. Sono andati alle urne circa 400 mila elettori democratici: Kerry ha ottenuto i due terzi del voto nero, che in questo Stato è particolarmente importante.
Nel Tennessee, Kerry ha vinto con il 41%, mentre Edwards (27%) e Clark (23%) si sono affrontati per il secondo posto.

Qui, sono andati alle urne circa 500 mila elettori democratici.
A questo punto, Kerry, candidato di livello nazionale e battistrada incontrastato alla nomination democratica, appare, praticamente, inarrestabile. Il commentatore politico della Cnn Carlos Watson ritiene che ''solo uno scandalo personalè' possa fermarlo. Ma se Kerry ha scheletri nell’armadio, i repubblicani di Bush non hanno interesse a tirarli fuori adesso, bensi' quando sara' ufficialmente il rivale del presidente in carica.

In termini di delegati alla convention di Boston a luglio, quando il candidato democratico sara' ufficialmente nominato, Kerry, che ne aveva 431, si aggiudica una grossa fetta dei 151 in palio martedi' (82 e 69) ed è, ormai, almeno a un quarto dell’opera: ce ne vogliono 2.162 per ottenere la nomination.
Le prossime tappe delle primarie democratiche saranno sabato, con le assemblee nel Distretto di Columbia, dove c'è Washington e che ha 39 delegati; e martedi' 17, con le primarie nel Wisconsin, che ha 87 delegati.

Li', sui Grandi Laghi, s'è gia' trasferito Edwards. E li' ha eretto l’ultima ridotta Dean, che ancora cerca un successo (ma che ritratta i propositi di ritiro). l’ex governatore del Vermont s'è tenuto ai margini dalle consultazioni nel Sud, ma i sondaggi nel Wisconsin non gli sono lo stesso favorevoli e promuovono, per ora,'Super-Kerry'.

Source by ANSA


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / VOTO USA...RK LASCIA