M5. Domenica 10 febbraio apre la metro lilla

Sabato
02:55:58
Febbraio
09 2013

M5. Domenica 10 febbraio apre la metro lilla

Alle 11 via alle corse. Biglietto gratuito e appuntamenti per tutta la famiglia alla scoperta della lilla. Fiori, palloncini, musica e animazioni per bambini per una giornata speciale

View 166.9K

word 2.3K read time 11 minutes, 39 Seconds

Milano – Domenica 10 febbraio dalle ore 11 sarà aperta la M5, la linea "lilla”, che collega Zara e Bignami in soli 8 minuti, passando per le fermate di Marche, Istria, Ca Granda, Bicocca e Ponale.

Si tratta della prima metropolitana milanese completamente automatizzata, senza conducente (driverless) e leggera. La prima tratta operativa è di 4,1 km e permette di raggiungere più facilmente alcuni poli importanti di Milano, come lUniversità Bicocca, lospedale Niguarda e il C.T.O., anche grazie allinterscambio con la linea M3 (fermata Zara). Il valore complessivo dei lavori è di circa 550 milioni di euro, compresi i treni in servizio e la realizzazione delle fermate Isola e Garibaldi che verranno aperte entro la fine del 2013. Durante i lavori sono state impiegate 365 imprese per un totale di 955.203 giornate uomo, equivalenti a un impegno medio di circa 850 persone. Inizialmente, i treni della nuova linea lilla avranno una frequenza di 6 minuti e una capacità di trasporto di 5.000 passeggeri lora.
Ad accogliere tutti coloro che verranno a scoprire la nuova metropolitana di Milano, aperta fino alle ore 22, sono previsti tanti momenti di festa e animazione. Non solo, saranno distribuiti biglietti omaggio per viaggiare sulla lilla in questa giornata speciale.

In tutte le fermate verranno distribuiti palloncini lilla, mentre a partire dalle 11, alla nuova fermata Zara M5, saranno distribuiti mazzetti di fiori e sciarpe lilla.

Dalle 11 alle 11.30, invece, la stazione di Bicocca ospiterà "Come per magia…”, un momento di gioco dedicato a tutti i bambini, durante il quale una simpatica fatina e i suoi assistenti racconteranno una fiaba in mezzo a palloncini lilla. Lo stesso evento si ripeterà a Bicocca alle 14.30 e a Ca Granda alle 16.30.

Sempre dalle 11 ma alla fermata Istria, saranno ancora protagonisti i bambini con lesposizione "Un, due, tre Lilla!”. Saranno messi in mostra i disegni che i bimbi delle scuole elementari G. B. Pirelli di via Bussero e Pertini di via Thomas Mann stanno realizzando sul tema "La metropolitana 5 lilla, la metropolitana del futuro”. In questi giorni, inoltre, tre scuole medie della zona (Falcone e Borsellino di viale Sarca, Verga di via Asturie e Falcone e Borsellino di via Thomas Mann) hanno ricevuto 1 telo ciascuna di 6 metri per 2,5 e 20 barattoli di vernice con pennelli, su cui i ragazzi stanno realizzando un proprio speciale benvenuto alla nuova metropolitana che sarà poi esposto sulla cancellata delle scuole nei prossimi giorni.

Dalle 11 alle 14, vicino alla fermata Bicocca, presso il Museo Interattivo del Cinema (viale F. Testi 121), Fondazione Cineteca Italiana presenta la proiezione di una piccola storia cinematografica del trasporto urbano milanese, dai tram dinizio secolo alla nascita della metro. Di seguito i filmati, della durata complessiva di 43 minuti, che verranno proiettati: "Arrivo del tram in piazza del Duomo”, Lumière, 1896; "Il Gamba di legno” del 1952 e "La carrozza di tutti” del 1957 di Guido Guerrasio, "Milano domani (estratto sulla costruzione della linea 1 della metropolitana)”, Giorgio Cavedon, 1960; "Il posto (estratto sulla costruzione della linea 1 della metropolitana)”, Ermanno Olmi, 1961; "Metropolitana”, Luigi Turolla, 1964.

A Ca Granda, dalle 11.30 alle 12 e poi dalle 15 alle 15.30, un quartetto darchi tutto al femminile (3 violini e un violoncello) accompagnerà una cantante lirica dal vivo, eseguendo brani di musica leggera, jazz e opera. La performance si ripeterà dalle 16.15 alle 16.45 nella stazione Bicocca.

La stazione Marche, infine, si trasformerà dalle 12.30 alle 13, dalle 14.30 alle 15 e dalle 16.30 alle 17 in una passerella deccezione, che accoglierà una sfilata di moda dedicata proprio al colore lilla. Quattro modelle indosseranno capi realizzati appositamente per levento.

"Milano ha una marcia in più nel campo dei trasporti, abbiamo una metropolitana in più. Dopo il rosso, il verde e il giallo, sulle mappe del metrò arriva il lilla, il colore della nuova M5, la prima in città completamente automatizzata e senza conducente. Milano, quindi, va più veloce ed è più sostenibile, perché sono certo che i cittadini sceglieranno sempre di più il trasporto pubblico. Da sempre la nostra città cresce insieme alla sua metropolitana. Ciò significa anche aumentare la qualità della vita dei milanesi. Con lapertura delle sette stazioni da Zara a Bignami, Milano entra nella top ten delle città europee per lestensione delle linee metropolitane”.
Lo ha detto il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.
"Questo è un giorno importante – ha aggiunto il Sindaco Pisapia - lo aspettavamo da tanto. Da domenica la M5 sarà in funzione per tutti i milanesi, per tutti i lavoratori che arrivano da fuori Milano. Sarà più facile e veloce raggiungere lUniversità Bicocca, lOspedale Niguarda, il CTO ”.
"La M5 si aggiunge così ai tanti passi avanti che Milano sta compiendo per farsi trovare pronta allappuntamento con Expo. Rappresenta – ha concluso Giuliano Pisapia - una pagina nuova per le infrastrutture che interessano la Città metropolitana, ringrazio dunque tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo risultato”.

’’Con l’apertura della nuova metropolitana - ha aggiunto l’assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano Pierfrancesco Maran - domenica alle 11, Milano muove un ulteriore passo avanti per diventare una città sempre piu’ sostenibile e vicina alle grandi capitali europee’’.
’’Con M5 - ha cocnluso - si ampliano le alternative al mezzo privato per milanesi e pendolari, che attraverso la fermata di interscambio con la linea gialla a Zara potranno muoversi in città con la massima libertà. Quando sarà completa, infatti, si prevede che ci saranno circa 5 milioni in meno di spostamenti in auto ogni anno’’.

Scheda: M5, la nuova metropolitana di Milano

Caratterizzata dal colore lilla, è la prima in città completamente automatizzata, senza conducente (driverless) e "leggera”, ossia con treni e banchine più piccoli: 50 metri anziché i 110 delle tre linee esistenti.

La prima tratta subito operativa, che collega Bignami e Zara attraverso 7 stazioni (Bignami, Ponale, Bicocca, Ca Granda, Istria, Marche, Zara), per un totale di 4,1 km, permette di raggiungere più facilmente alcuni poli importanti di Milano, come lUniversità Bicocca, lospedale Niguarda e il C.T.O., anche grazie allinterscambio con la linea M3 (fermata Zara).

Le opere di questa prima tratta sono iniziate nel 2007 e il valore complessivo dei lavori è di circa 550 milioni di Euro, compresi i treni in servizio e la realizzazione delle fermate Isola e Garibaldi che verranno aperte entro la fine del 2013. Durante i lavori sono state impiegate 365 imprese per un totale di 955.203 giornate uomo, equivalenti ad una impegno medio di circa 850 persone. Lintera linea verrà completata entro lottobre del 2015.

La rete metropolitana milanese passa così da 94 a 101 stazioni e da 87,9 a 92 chilometri, confermando e consolidando il primato della nostra città. Già oggi Milano è la prima in Italia per estensione, superando la somma delle altre 5 reti oggi in esercizio (Roma, Napoli, Torino, Genova e Catania) e doppiando quella di Roma (al secondo posto).

Anche a livello internazionale la rete metropolitana di Milano conferma la sua eccellenza: per estensione è, infatti, tra le prime 10 delle oltre 40 reti europee in esercizio e 4/5 di quelle mondiali la seguono (per esempio: Vienna, Lisbona, Oslo, Boston, Dubai, Toronto, Los Angeles, San Paolo, Tianjin e Nagoya). Inoltre, con lapertura prevista entro questanno delle due nuove fermate Isola e Garibaldi, raggiungerà i 94 chilometri per arrivare, a linea completata, ad entrare a far parte delle 25 reti al mondo con estensione superiore ai 100 chilometri.

In questa prima fase, lesercizio della nuova linea segue le specifiche della concedente e le modalità di gestione e manutenzione del costruttore, che prevedono lapertura dalle ore 6 alle ore 22 (dopo questo orario è attivo il tram 31) per consentire la conclusione dei lavori di prolungamento, con una frequenza di 6 minuti, che scenderanno a 3 con lapertura delle stazioni Isola e Garibaldi (interscambio M2).

Il tempo di percorrenza tra Bignami e Zara è di 8 minuti (oggi con il tram in corsia riservata si impiegano circa 20 minuti). Ogni treno può trasportare fino a 536 persone, con 72 posti a sedere e due spazi per agganciare in sicurezza sedie a rotelle, per una capacità di trasporto totale di 5.000 passeggeri ogni ora in ciascuna direzione.

Per lavvio di questa prima fase ATM impiegherà circa 50 nuovi addetti (agenti itineranti, addetti allesercizio e alla manutenzione), che hanno seguito un intenso percorso di formazione, a partire già dal 2012. Tutto il personale ha frequentato corsi specifici (70 giornate di formazione, per un totale di 15.000 ore), per acquisire le capacità necessarie alla gestione di una metropolitana driverless.

Il personale si è affiancato nella fase di formazione agli addetti della metropolitana automatica di Copenaghen, che Atm gestisce con successo dal 2008 e che ha ricevuto negli anni importanti riconoscimenti a livello mondiale, come il "Worlds best Metro 2008” e il "Worlds best driverless Metro” nel 2009 e nel 2010. Gli agenti di linea itineranti, nuova figura professionale di ATM, saranno a diretto contatto con i passeggeri per fornire informazioni e intervenire tempestivamente in caso di necessità.

Una metropolitana sicura e ad alto contenuto tecnologico

Il sistema driverless UTO (Unattended Train Operation), oltre a consentire il funzionamento della linea M5 in modo completamente automatico, permette il controllo assolutamente sicuro di tutti gli elementi del sistema (scambi, segnalamento, distribuzione elettrica, etc.).

Progettato e realizzato in conformità alle più recenti normative europee, garantisce ai passeggeri i più elevati standard di sicurezza, consente di ottimizzare le frequenze in base alla domanda e di ridurre costi e impatti.

La prima linea ad automatismo integrale in Europa è stata inaugurata a Lille per la tratta 4 Cantons-Republique. Da qui, le linee automatiche si sono poi diffuse nel resto della Francia, a Lione, Rennes, Tolosa e Parigi, in Europa a Copenaghen, Losanna, Siviglia e Barcellona, e nel resto del mondo, soprattutto nei Paesi emergenti del Sud Est asiatico.

In Italia, la prima è stata quella di Torino, inaugurata nel 2006. Rispetto a questultima, che utilizza un sistema Val su gomma e vagoni di 208 centimetri di larghezza, la linea M5 utilizza un sistema Ansaldo su ferro e vagoni larghi 265 centimetri, per adattarsi alla maggiore domanda prevista. Un sistema analogo sarà quello utilizzato dalla linea metropolitana di Brescia, che verrà inaugurata questanno.

Tutte le banchine sono separate dai binari e dai treni da porte di sicurezza, che si aprono esclusivamente quando il treno è fermo in stazione e che dialogano costantemente con i treni: in caso di guasto a una delle porte di banchina il sistema impedisce lapertura della corrispondente porta del treno e viceversa. Inoltre, qualsiasi apertura imprevista di una porta di banchina inibisce il movimento dei treni lungo il binario.

A bordo di tutti i vagoni e in ogni stazione sono presenti telecamere e citofoni per comunicare direttamente con il personale, che sorveglia costantemente tutte le aree della M5 dalla sala di controllo, dove avvengono le attività di gestione del servizio: da qui viene supervisionata la marcia dei treni, vengono gestite tutte le informazioni e il flusso dei passeggeri e coordinati gli agenti itineranti e tutto il personale.

Le prossime tappe di M5
La società concessionaria Metro5 S.p.A. ha affidato la progettazione e la costruzione della linea M5 allATI (Associazione Temporanea di Imprese), composta dalla mandataria Astaldi S.p.a. e dalle mandanti Ansaldo ASTS S.p.A., Ansaldo Breda S.p.A., Alstom Ferroviaria S.p.A. e ATM S.p.A. e ha affidato la gestione dellesercizio ad Atm; Metropolitana Milanese (MM) ha curato lo studio di fattibilità e il progetto preliminare.

Entro questanno verranno aperte anche le fermate di Isola e Garibaldi, dove sarà possibile lo scambio con la linea M2, e si raggiungeranno così i 6,1 chilometri e le 9 stazioni attive. Nel 2015, infine, sarà aperta anche lultima tratta da Stazione Garibaldi allo Stadio San Siro.

Grazie ai 12,8 chilometri e alle 19 stazioni dellintera linea lilla sarà possibile trasportare tra i 15 e i 18mila mila passeggeri per ora per direzione (pphpd), con una domanda media di 6.500-7.500 pphpd, e offrire frequenze di punta di 90 secondi, elevabili in linea fino a 75. E saranno rivoluzionati, così, anche i tempi di percorrenza in città: per arrivare da Bicocca a Garibaldi, infatti, basteranno 9 minuti, 11 da Piazzale Lotto (futura stazione di interscambio con la linea M1); inoltre, per percorrere lintera tratta, da Bignami a San Siro, ci vorranno solamente 26 minuti, passando per tante importanti zone di Milano, come il quartiere Isola, corso Sempione, CityLife...

A pieno regime, dunque, si stima che la M5 porterà a una riduzione di 5 milioni di spostamenti automobilistici privati allanno e, di conseguenza, una diminuzione importante di inquinanti. Si prevede, inoltre, un risparmio pari a 8.470 tonnellate equivalenti di petrolio allanno e 260 incidenti stradali in meno allanno in città.

Tracciato M5 per fasi

La linea, che a costruzione completata, collegherà le stazioni di Bignami e San Siro per un totale di 12,6 Km e 19 stazioni, verrà aperta al pubblico in tre fasi distinte.

- Prima fase: Bignami-Zara, apertura 10 febbraio 2013
- Seconda fase: entro il 2013 si aggiungono le stazioni di Isola e Garibaldi
- Terza fase: entro il 2015 si completa la linea fino a San Siro Stadio

Metro 5
Metro5 è la società Concessionaria per la progettazione, costruzione e gestione della nuova linea M5 della Metropolitana di Milano.
La società Metro5 S.p.A., costituita nel giugno 2006, è composta da Astaldi S.p.A., Ansaldo STS S.p.A., Ansaldo Breda S.p.A., Alstom Ferroviaria S.p.A. e ATM S.p.A.

ATM SpA
Azienda Trasporti Milanesi (ATM) cura la gestione per i primi 27 anni della nuova linea M5.
Con 9.379 dipendenti al 31.12.2011, il Gruppo ATM gestisce il servizio di trasporto pubblico di area urbana ed interurbana di Milano e di Monza; la metropolitana di Copenaghen; il servizio di gestione dei parcheggi e delle aree di sosta, il servizio di rimozione ed i servizi di car sharing e bike sharing.

MM
Metropolitana Milanese (MM) ha curato lo studio di fattibilità ed il progetto preliminare dellintera linea, oltreché il progetto definitivo della tratta Garibaldi – San Siro. Ha svolto inoltre la funzione di alta sorveglianza sullesecuzione dei lavori svolti da Metro5 S.p.A. MM S.p.A. nasce come società di ingegneria nel 1955 per progettare e realizzare le linee metropolitane della città di Milano.
Nel corso degli anni, MM ha ampliato il suo campo d’intervento, arrivando ad occuparsi di opere di viabilità, parcheggi e edifici pubblici, di interventi di ingegneria idraulica, di riqualificazione urbanistica, di piani territoriali dei trasporti.

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / M5. Dome...tro lilla