Le stampe di Warhol fra le mostre di primavera

Sabato
21:41:25
Aprile
06 2013

Le stampe di Warhol fra le mostre di primavera

Tre nuove mostre: Warhol nello Spazio Mostre con "Andy Warhols Stardust. Stampe dalla collezione Bank of America Merrill Lynch”, "La Donazione Bellora” nella Sala Focus e "Arimortis”negli Archivi del Novecento.

View 3.6K

word 871 read time 4 minutes, 21 Seconds

Milano - Tre nuove mostre temporanee saranno aperte al pubblico dal 5 aprile, nelle sedi espositive del Museo del Novecento.

"Le tre mostre che inauguriamo oggi sono importanti sotto diversi profili – ha dichiarato l’assessore comunale alla Cultura Filippo Del Corno –. Innanzitutto sono il frutto di unalleanza che è essenziale per vincere la sfida della sostenibilità dei progetti artistici e culturali, quella tra pubblico e privato: una collaborazione ancora più apprezzabile quando, come in questo caso, vengono condivisi percorsi e progetti. In secondo luogo queste mostre sono state curate da giovanissimi e sono quindi di buon auspicio per un rinnovamento generazionale delle curatele in tutta la città“.

A lato: Andy Warhol, Vesuvius, 1985
collezione Bank of America Merrill Lynch
© The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts

"Due segnali importanti – ha proseguito lassessore – per consolidare il ruolo prioritario di Milano nella produzione artistica, in vista non solo di Expo 2015, ma anche nel 2016, quando Milano per una settimana ospiterà il convegno internazionale di ICOM e sarà capitale di tutti i musei del mondo“.

Nello Spazio Mostre è allestita "Andy Warhols Stardust. Stampe dalla collezione Bank of America Merrill Lynch”, che raccoglie un nucleo di serigrafie del maestro della "pop art”, dalla fine degli anni Sessanta agli anni Ottanta.
Curata da Laura Calvi, la mostra ospita alcune delle stampe più significative dellartista provenienti dalla collezione Bank of America Merril Lynch, che attua il prestito nellambito del programma Art in Our Communities®.

La polvere di stelle evocata dal titolo non è solo la polvere di diamante utilizzata in quasi tutte le stampe, ma è la capacità di Warhol di creare icone scintillanti e immortali.

Attraverso un percorso espositivo cronologico, la mostra torna su alcune delle tappe salienti della produzione artistica di Warhol, a partire dalle celebri serie di stampe tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta come "Campbells Soup”, "Flowers”, "Sunset”, fino a "Grapes” e "Space fruits”, per arrivare ai "Mythis” con la famosissima Marylin.

Per la mostra non sono stati realizzati pannelli e didascalie, ma solo brevi testi con informazioni "flash” che appaiono sui muri come piccoli "pop up”, permettendo diversi livelli di lettura attraverso nozioni storiche su Warhol e la Pop art, notizie sul contesto socioculturale e curiosità.

Lallestimento a cura di Fabio Fornasari sottolinea la produzione seriale, attraverso lallineamento delle stampe che si susseguono lungo un corridoio proprio come nella corsia di un supermarket dellarte, dove ogni opera ha lo stesso valore e diventa oggetto di consumo.

Sabato 11 e domenica 12 aprile la Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con il Museo del Novecento, proietterà alcuni film di Andy Warhol, mentre sabato 11 alle ore 14 ingresso gratuito presso il Museo Interattivo del Cinema per la proiezione del film "Empire” (1964).

La Sala Focus viene dedicata invece alla recente acquisizione di opere con "La Donazione Spagna-Bellora”, a cura di Giorgio Zanchetti, che rinnova limpegno del museo nella valorizzazione del proprio patrimonio. La mostra documenta infatti lattività di gallerista e di promotore culturale di Gianfranco Bellora (Trecate 1930 - Milano 1999), attraverso lesposizione delle 21 opere della sua collezione donate nel 2012 al Museo del Novecento dalla moglie Anna Spagna Bellora.

In mostra saranno presenti opere di Lamberto Pignotti, Stelio Maria Martini, Adriano Spatola, Elio Marchegiani, Alessandro Algardi, Vincenzo Accame, Agostino Ferrari, Umberto Mariani, Magdalo Mussio. Saranno esposte anche 50 fotografie originali di Enrico Cattaneo, che documentano le inaugurazioni dello Studio Santandrea ed altri materiali dellArchivio Bellora, conservato presso il Museo del Novecento.
Lallestimento è curato da Fabio Fornasari.

Negli Archivi del Novecento, infine, è allestita "Arimortis”, a cura di Roberto Cuoghi e Milovan Farronato: una collettiva di artisti italiani transitati nel DOCVA (Documentation Center for Visual Arts), con il quale il Museo collabora dalla sua apertura.

Nellambito del progetto CENTO, a cura di Marco Sammicheli e dedicato al Museo del Novecento e alla Galleria dArte Moderna, dal 5 al 14 aprile verrà presentato Sit In, progetto che arricchisce il percorso espositivo dotandolo di sedute temporanee pensate di volta in volta per le diverse sale del museo e per differenti tipologie di pubblico.

In occasione del Salone del Mobile, dal 9-14 aprile, il Museo del Novecento ospiterà Shining Surface, un progetto dello studio di architettura Park Associati, a cura di Cloe Piccoli e in collaborazione con Saporiti Italia. Linstallazione, appositamente studiata e realizzata per gli spazi della Sala Fontana del Museo del Novecento, è lottava edizione di Inside Art, il laboratorio di Saporiti Italia dedicato alla ricerca di oggetti di arredo per i grandi spazi dellarte e dellarchitettura.

Infine, una fitta agenda di laboratori e visite guidate rivolti a bambini e adolescenti, curati da Civita, offrirà spunti di approfondimento legati alla mostra dedicata a Andy Warhol.

Lingresso al Museo del Novecento, così come a tutti i Musei civici, sarà gratuito dal 7 al 14 aprile, durante la Settimana del Design, grazie alla collaborazione tra il Comune di Milano e il Cosmit.

Le foto sotto:

Enrico Cattaneo, Inaugurazioni allo Studio Santandera di Gianfranco Bellora, stampe alla gelatina sali dargento, 1969-1973

Giona Bernardi, Arma-dio, collage e tecnica mista su tavola, 215x57 cm, 2004, Museo Cantonale d’Arte, Lugano

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Le stamp...primavera