Bando alle microplastiche nei cosmetici: il contributo di Ismac-Cnr

Giovedì
01:34:11
Gennaio
04 2018

Bando alle microplastiche nei cosmetici: il contributo di Ismac-Cnr

View 8.2K

word 401 read time 2 minutes, 0 Seconds

Le norme che mettono al bando l’uso di microplastiche nei cosmetici sono state inserite in un emendamento della legge finanziaria che sancisce -a partire dal 2019- lo 'stop' ai #cotton-fioc non #biodegradabili, e introduce dal 2020 il divieto di produrre e mettere in commercio cosmetici contenenti #microplastiche, che costituiscono un grave problema ambientale.

Ricercatori dell'Istituto per lo studio delle macromolecole del Cnr (Ismac-Cnr) di Biella sono impegnati in studi che hanno contribuito all'approvazione della norma, che pone l’Italia all'avanguardia nelle lotta al 'marine litter'. Tali studi rientrano nell'ambito del progetto di sensibilizzazione sui rifiuti marini 'Clean Sea Lifè, progetto co-finanziato dal programma LIFE della Commissione Europea che ha come capofila il Parco Nazionale dell'Asinara.

L'inchiesta si è concentrata sul polietilene (PE) che, secondo l'Associazione europea dei produttori cosmetici 'Cosmetics Europè, rappresenta il 94% delle microplastiche contenute nei prodotti cosmetici. La ricerca è stata condotta finora su un campione casuale di 30 punti vendita (profumerie, farmacie, parafarmacie e supermercati) in otto regioni italiane, e ha riguardato 81 prodotti di 37 aziende cosmetiche che contengono polietilene. La maggior parte (circa l'80%) è costituita da prodotti da risciacquo: esfolianti per corpo e viso, saponi struccanti e un prodotto antiforfora. Il polietilene è presente anche in creme per donna e per uomo: in metà di questi prodotti, il polietilene è inserito nelle prime quattro posizioni degli ingredienti, dopo l'acqua. Alcuni fra i prodotti con la maggior concentrazione di polietilene sono in vendita anche negli scaffali dei prodotti naturali ed esaltano una particolare attenzione per l'ambiente.

L'analisi quantitativa eseguita dall'Ismac-Cnr di Biella, per esempio, su un prodotto che elencava il polietilene come principale ingrediente dopo l'acqua, ha stimato una media di 3.000 particelle di plastica di dimensioni fra i 40 e i 400 micron per ogni millilitro di prodotto: in un flacone da 250ml sarebbero quindi presenti 750.000 frammenti di polietilene, per un peso totale di 12 grammi. Nel corso dell'indagine in questo, come in altri due prodotti, il polietilene è stato sostituito da prodotti naturali quali la perlite.

Il contributo dell'Ente all'indagine sulle microplastiche contenute nei cosmetici in vendita in Italia realizzata dall'associazione MedSharks sta avendo notevole rilievo nazionale: i ricercatori Ismac di Biella esprimono il proprio ringraziamento all'associazione, e in particolare nella persona di Eleonora De Sabata, per l’opportunità di aver dato un contributo alle ricerche che hanno portato a questo risultato.

Per informazioni:
Alessio Montarsolo
Corso Giuseppe Pella 16 - 13900 - Biella
a.montarsolo@bi.ismac.cnr.it
0158493043

Source by CNR


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Bando al...Ismac-Cnr
from: ladysilvia
by: Bocconi