Secondo una Immunologa Tetyana Obukhanych: I bambini non vaccinati non presentano alcun rischio per nessuno

Lunedì
20:13:03
Marzo
11 2019

Secondo una Immunologa Tetyana Obukhanych: I bambini non vaccinati non presentano alcun rischio per nessuno

View 3.5K

word 3.1K read time 15 minutes, 28 Seconds

In breve: L'immunologo Tetyana Obukhanych ha scritto una lettera aperta ai legislatori che intendono rimuovere le esenzioni.
I bambini non vaccinati non presentano rischi per la salute maggiori rispetto ai bambini vaccinati.

Riflettere su:

Possiamo usare il nostro discernimento per distinguere tra coloro che cercano la verità e coloro che cercano di nasconderlo quando si tratta di sicurezza ed efficacia dei vaccini?

Uno dei punti di forza e di debolezza di un'istruzione medica occidentale è la sua predisposizione a rompere le cose e compartimentali. Mentre molti dati vengono raccolti nelle minuzie, viene prestata pochissima attenzione all'interrelazione tra le discipline. Mentre uno studente di medicina può diventare un vero specialista nel suo campo, anche loro diventano compartimentati e spesso ignorano informazioni molto importanti che sarebbero essenziali per una panoramica più ampia e più olistica. E questo sembra essere di progettazione.

Un esempio calzante è la testimonianza di #Tetyana-Obukhanych, che ha conseguito il dottorato in #Immunology presso la Rockefeller University di New York e ha svolto un lavoro #post-laurea ad Harvard. In una presentazione consegnata nella Columbia Britannica (video completo qui), stava discutendo le prove scientifiche di una pubblicazione che trattava un'epidemia di morbillo nel Quebec nel 2011. Le prove hanno dimostrato che il 48% di coloro che avevano contratto il morbillo erano completamente vaccinati per il morbillo, e questo non include nemmeno quelli che sono stati vaccinati una sola volta per il morbillo, in quanto vengono ammassati con le persone non vaccinate. Ha preso un momento per raccontare una storia su come si è resa conto di questo fenomeno:

La cosa interessante è che il mio campo, il campo dell'immunologia, il campo base che è responsabile di tutte queste teorie sull'immunità, non ci occupiamo veramente del mondo reale. Facciamo ricerche nei laboratori. Siamo una sorta di professionisti su di una torre d'avorio e non leggiamo nemmeno queste pubblicazioni perché questo è troppo lontano dal nostro campo. Leggiamo solo ciò che è specifico della nostra ricerca e di solito sono le immunizzazioni e il modo in cui vengono generati gli anticorpi e tutti i dettagli delle risposte immunitarie.

E ho passato tutto il mio dottorato di ricerca e credevo che i vaccini ti offrissero l'immunità e che se tu avessi vaccini non c'è assolutamente alcun modo, praticamente nessun modo, che tu possa avere una malattia, e sono abbastanza sicuro che la maggior parte dei miei colleghi nel mio ristretto campo credevo allo stesso modo, e avevamo conversazioni su questo. E anche qualcuno a un certo punto mi ha detto che avevano un vaccino e loro hanno il morbillo e io l'ho spazzato via e ho pensato che la persona fosse confusa. Era o lei non aveva il vaccino o non era il morbillo, uno dei due.

Ma quello che succede è che qualche anno fa ho dovuto fare domanda per la cittadinanza americana e parte della procedura è presentare i registri delle vaccinazioni, giusto, e questa è stata la prima volta che ho guardato attentamente i miei dati di vaccinazione, e ho scoperto che Ho avuto due vaccini contro il morbillo nella mia infanzia. Beh, non lo sapevo perché ero troppo giovane per ricordare, ma quello che ricordo molto bene è che quando avevo 11 anni avevo il morbillo, e quindi era un po 'più difficile da scontentare.

E di recente ho detto a qualcun altro e loro hanno detto: "Oh, sei confuso, non hai il morbillo!" Come "Come fai a saperlo?" "Hai controllato avevi il virus lì o no? ? "Quindi è solo, sai, la diagnosi dei medici, giusto? Ma vivevo in Ucraina, e lì, sai, c'erano tonnellate di morbillo in giro e i medici sapevano quando hanno visto il morbillo. Ma comunque, la ragione per cui ho dovuto cercare questi documenti è in realtà per confermare a me stessa se sono confuso riguardo al mio morbillo o è un fenomeno generale e sta accadendo, ed è documentato in letteratura. E infatti è documentato in letteratura. Ma gli immunologi non lo sanno.

Lascia che affondi per un momento. Prendi il dottorato in Immunologia e lasci la scuola per andare nel mondo a lavorare su cose come, oh, immunizzazione, e non hai imparato che puoi ancora ottenere certe malattie anche se sei stato completamente vaccinato contro di loro ? Nonostante ciò sia scientificamente documentato e un fatto incontestato? Di nuovo, ignoranza per disegno.

Intimidazione del settore

Per quegli studenti di medicina che diventano medici di famiglia o pediatri, la pratica di condurre ricerche indipendenti sulle evidenze scientifiche facilmente disponibili che contraddice l'ortodossia medica occidentale è certamente disapprovata. Inoltre, coloro che desiderano impiegare queste conoscenze nel consigliare i loro pazienti si trovano spesso nel mirino dello stabilimento e della condanna dell'industria farmaceutica.

Un esempio di questo è con l'antidolorifico Vioxx, che secondo alcune stime ha portato a 60.000 morti e per il quale Merck ha dovuto pagare quasi $ 5 miliardi per risolvere 27.000 cause legali. Le e-mail Merck del 1999 hanno dimostrato che i dirigenti aziendali cercavano di intimidire i medici che non amavano usare Vioxx, o peggio. Una e-mail diceva: "Potremmo aver bisogno di cercarli e distruggerli dove vivono", mentre altre e-mail passavano su un elenco di medici dissenzienti che cercavano di "distruggere", "neutralizzare" o "discreditare". (Fonte)

Ora, se i medici cominciassero a esaminare la ricerca indipendente sui vaccini e in realtà si esprimessero mettendo in discussione la loro sicurezza ed efficacia, si troverebbero rapidamente in una lista di successo del settore e rischiano di perdere le loro licenze mediche, avendo la loro reputazione distrutta e forse anche di più.

Ed è per questo che le sfide per l'establishment, come quella intrapresa da Tetyana Obukhanych, sono così importanti per quelli di noi che stanno semplicemente cercando i fatti oggettivi e una teoria ragionevole che li lega, specialmente per quanto riguarda la sicurezza del nostro bambini. Scienziati come Tetyana in genere non hanno alcun desiderio di essere attivisti, preferirebbero probabilmente fare ricerche scientifiche e avere un ruolo di autorità superiore in base alle loro scoperte. Tuttavia, viviamo in un'epoca in cui l'autorità medica è corrotta e guidata dal denaro e esercita un potere tremendo sul governo. E quindi l'unico modo in cui uno scienziato può ottenere la verità sulle loro scoperte è di dire la verità da soli. Questo spesso significa rinunciare alla vita tranquilla e sicura di un ricercatore a cui sono andati a scuola e che sono usciti in pubblico come attivisti.

Difendere la scelta di non vaccinare

Una delle conclusioni a cui Tetyana è arrivata dopo aver esaminato le scoperte scientifiche del mondo reale sulla sicurezza e l'efficacia dei vaccini è che i bambini che non sono stati vaccinati non presentano alcun rischio maggiore per la salute pubblica rispetto ai bambini vaccinati. In una "lettera aperta ai legislatori che attualmente stanno considerando la legislazione sui vaccini", sostiene i legislatori, alcuni dei quali sono pronti a rimuovere le esenzioni dai loro distretti, che "la discriminazione in una scuola pubblica contro i bambini che non sono vaccinati per motivi di coscienza è completamente ingiustificato. "Di seguito è riportata la lettera completa e le appendici e le note a piè pagina sono disponibili nel link sopra.

Caro Legislatore:

Il mio nome è Tetyana Obukhanych. Ho un dottorato in Immunologia. Sto scrivendo questa lettera con la speranza che corregga diversi errori comuni sui vaccini al fine di aiutarti a formulare una comprensione equa ed equilibrata supportata dalla teoria del vaccino accettata e da nuove scoperte scientifiche.

I bambini non vaccinati rappresentano una minaccia più alta per il pubblico rispetto ai bambini vaccinati?

Si dice spesso che coloro che scelgono di non vaccinare i loro figli per motivi di coscienza mettono in pericolo il resto del pubblico, e questa è la logica alla base della maggior parte della legislazione per porre fine alle esenzioni di vaccini attualmente in esame dai legislatori federali e statali in tutto il paese.

Dovresti essere consapevole che la natura della protezione offerta da molti moderni vaccini - e che include la maggior parte dei vaccini raccomandati dal CDC per i bambini - non è coerente con tale affermazione.

Ho delineato sotto i vaccini raccomandati che non possono impedire la trasmissione della malattia perché non sono progettati per prevenire la trasmissione di infezioni (piuttosto, sono intesi a prevenire i sintomi della malattia), o perché sono per malattie non trasmissibili.

Le persone che non hanno ricevuto i vaccini menzionati di seguito non rappresentano una minaccia più elevata per il pubblico di quanti ne abbiano, il che implica che la discriminazione nei confronti di bambini non immunizzati in una scuola pubblica potrebbe non essere giustificata.

1. L'IPV (vaccino poliovirus inattivato) non può impedire la trasmissione di poliovirus. (vedi appendice per lo studio scientifico, articolo 1). Il poliovirus selvaggio è stato inesistente negli Stati Uniti da almeno due decenni. Anche se il poliovirus selvaggio dovesse essere reimportato dai viaggi, la vaccinazione per la polio con IPV non può compromettere la sicurezza degli spazi pubblici. Si noti che l'eradicazione del poliovirus selvaggio è attribuita all'uso di un diverso vaccino, vaccino OPV o poliovirus orale. Nonostante sia in grado di prevenire la trasmissione di poliovirus selvaggi, l'uso dell'OPV è stato gradualmente eliminato negli Stati Uniti e sostituito con IPV a causa di problemi di sicurezza.

2. Il tetano non è una malattia contagiosa, ma piuttosto acquisita da ferite da puntura profonda contaminate da spore di C. tetani. La vaccinazione per il tetano (tramite il vaccino combinato DTaP) non può alterare la sicurezza degli spazi pubblici; è destinato a rendere solo la protezione personale.

3. Pur inteso a prevenire gli effetti patogeni della tossina della difterite, il vaccino contro la tossina contro la difterite (contenuto anche nel vaccino DTaP) non è progettato per prevenire la colonizzazione e la trasmissione di C. diphtheriae. La vaccinazione per la difterite non può alterare la sicurezza degli spazi pubblici; allo stesso modo è inteso solo per la protezione personale.

4. Il vaccino per la pertosse acellulare (aP) (l'ultimo elemento del vaccino combinato DTaP), ora in uso negli Stati Uniti, ha sostituito il vaccino contro la pertosse a cellule intere alla fine degli anni '90, a cui è seguito un inedito risorgimento di pertosse. Un esperimento con infezione intenzionale della pertosse nei primati ha rivelato che il vaccino aP non è in grado di prevenire la colonizzazione e la trasmissione di B. pertussis. La FDA ha emesso un avvertimento riguardo a questo risultato cruciale. [1]

Inoltre, la riunione del 2013 del Consiglio dei consulenti scientifici del CDC ha rivelato ulteriori dati allarmanti secondo cui le varianti di pertosse (ceppi PRN-negativi) attualmente circolanti negli Stati Uniti hanno acquisito un vantaggio selettivo per infettare coloro che sono aggiornati per i loro amplificatori DTaP , significa che le persone che sono aggiornate hanno maggiori probabilità di essere infette, e quindi contagiose, rispetto alle persone che non sono vaccinate.

5. Tra i numerosi tipi di H. influenzae, il vaccino Hib copre solo il tipo b. Nonostante la sua sola intenzione di ridurre il trasporto di Hib sintomatica e asintomatica (senza malattia), l'introduzione del vaccino Hib ha inavvertitamente spostato la dominanza della deformazione verso altri tipi di H. influenzae (tipi da a a f). Questi tipi hanno causato una malattia invasiva di elevata gravità e un aumento dell'incidenza negli adulti nell'era della vaccinazione Hib dei bambini (vedi appendice per lo studio scientifico, articolo 4). La popolazione generale è più vulnerabile alla malattia invasiva ora di quanto non fosse prima dell'inizio della campagna di vaccinazione Hib. Discriminare contro i bambini che non sono vaccinati per Hib non ha alcun senso scientifico nell'era della malattia di tipo B. H. influenzae.

6. L'epatite B è un virus trasmissibile per via ematica. Non si diffonde in un contesto comunitario, specialmente tra i bambini che difficilmente si impegnano in comportamenti ad alto rischio, come la condivisione dell'ago o il sesso. Vaccinare i bambini per l'epatite B non può alterare in modo significativo la sicurezza degli spazi pubblici. Inoltre, l'ammissione alla scuola non è vietata per i bambini che sono portatori di epatite B cronica. Proibire l'ammissione alle scuole per coloro che sono semplicemente non vaccinati - e non portano nemmeno l'epatite B - costituirebbe una discriminazione irragionevole e illogica.

In sintesi, una persona che non è vaccinata con vaccini IPV, DTaP, HepB e Hib a causa di motivi di coscienza non pone alcun pericolo ulteriore per il pubblico di una persona che è. Nessuna discriminazione è giustificata.

Con quale frequenza si verificano gravi eventi avversi sul vaccino?

Si afferma spesso che la vaccinazione raramente porta a eventi avversi gravi.

Sfortunatamente, questa affermazione non è supportata dalla scienza.

Un recente studio condotto in Ontario, Canada, ha stabilito che la vaccinazione porta effettivamente a una visita di pronto soccorso per 1 su 168 bambini dopo il loro appuntamento di vaccinazione di 12 mesi e per 1 su 730 bambini dopo il loro appuntamento di vaccinazione di 18 mesi (vedi appendice per una scientifica studio, articolo n. 5).
 
Quando il rischio di un evento avverso che richiede una visita di pronto soccorso dopo una vaccinazione ben educata è così alto, la vaccinazione deve rimanere una scelta per i genitori, che possono comprensibilmente non essere disposti ad assumersi questo rischio immediato per proteggere i loro figli da malattie che sono generalmente considerato mite o che i loro figli potrebbero non essere mai esposti a

La discriminazione contro le famiglie che si oppongono ai vaccini per motivi di coscienza previene future epidemie di malattie virali trasmissibili, come il morbillo?

Il ricercatore del morbillo è da tempo a conoscenza del "paradosso del morbillo". Cito dall'articolo di Poland & Jacobson (1994) "Il mancato raggiungimento dell'obiettivo dell'eliminazione del morbillo: paradosso apparente delle infezioni da morbillo nelle persone immunizzate". Arch Intern Med 154: 1815-1820:

"Il paradosso apparente è che quando i tassi di immunizzazione del morbillo salgono a livelli elevati in una popolazione, il morbillo diventa una malattia delle persone immunizzate." [2]

Ulteriori ricerche hanno dimostrato che dietro al "paradosso del morbillo" si tratta di una frazione della popolazione denominata RISPETTO VACCINO BASSO. I soggetti a bassa risposta sono quelli che rispondono scarsamente alla prima dose del vaccino contro il morbillo. Questi individui quindi montano una debole risposta immunitaria alla successiva vaccinazione RE e rapidamente ritornano nel gruppo dei "suscettibili" entro 2-5 anni, nonostante siano completamente vaccinati. [3]

La ri-vaccinazione non può correggere la bassa reattività: sembra essere un tratto immuno-genetico. [4] Negli Stati Uniti, la percentuale di risposte basse tra i bambini era stimata al 4,7%. [5]

Studi su focolai di morbillo in Quebec, Canada e Cina attestano che ancora si verificano epidemie di morbillo, anche quando la compliance vaccinale è nella fascia più alta (95-97% o addirittura 99%, vedi appendice per gli studi scientifici, articoli 6 e 7). Ciò è dovuto al fatto che anche in caso di risposte elevate ai vaccini, gli anticorpi indotti da vaccino si attenuano nel tempo. L'immunità ai vaccini non equivale all'immunità per tutta la vita acquisita dopo l'esposizione naturale.

È stato documentato che le persone vaccinate che sviluppano il morbillo innovativo sono contagiose. In effetti, due importanti epidemie di morbillo nel 2011 (in Quebec, Canada e New York, NY) sono state reimportate da individui precedentemente vaccinati. [6] [7]

Nel loro insieme, questi dati rendono evidente che l'eliminazione delle esenzioni dai vaccini, attualmente utilizzata solo da una piccola percentuale di famiglie, non risolverà il problema della rinascita della malattia né impedirà la reimportazione e le epidemie di malattie precedentemente eliminate.

La discriminazione contro gli obiettori del vaccino di coscienza è l'unica soluzione pratica?

La maggior parte dei casi di morbillo negli ultimi focolai statunitensi (compresa la recente epidemia di Disneyland) sono adulti e bambini molto piccoli, mentre nell'era della pre-vaccinazione, il morbillo si è verificato principalmente tra 1 e 15 anni.

L'esposizione naturale al morbillo è stata seguita da immunità permanente dalla re-infezione, mentre l'immunità vaccinale è diminuita nel tempo, lasciando gli adulti non protetti dai loro colpi d'infanzia. Il morbillo è più pericoloso per i bambini e per gli adulti rispetto ai bambini in età scolare.

Nonostante le alte probabilità di esposizione nell'era della pre-vaccinazione, il morbillo non è mai successo nei bambini molto più giovani di un anno di età a causa del robusto meccanismo di trasferimento dell'immunità materna.

La vulnerabilità dei bambini molto piccoli al morbillo oggi è il risultato diretto della prolungata campagna di vaccinazione di massa del passato, durante la quale le loro madri, anch'esse vaccinate nella loro infanzia, non erano in grado di provare il morbillo naturalmente in un'età scolastica sicura e stabiliscono la vita per tutta la vita immunità che sarebbe anche trasferita ai loro bambini e li proteggerà dal morbillo per il primo anno di vita.

Fortunatamente, esiste un backup terapeutico per imitare l'immunità materna ormai erosa. I neonati e altri individui vulnerabili o immunocompromessi sono idonei a ricevere immunoglobuline, una misura potenzialmente salvavita che fornisce anticorpi diretti contro il virus per prevenire o migliorare la malattia in seguito all'esposizione (vedere l'appendice, articolo 8).

In sintesi:

1) a causa delle proprietà dei moderni vaccini, gli individui non vaccinati non presentano un rischio maggiore di trasmissione di poliomielite, difterite, pertosse e numerosi ceppi di H. influenzae di tipo diverso da quello vaccinato, gli individui non vaccinati non rappresentano praticamente alcun pericolo di trasmissione dell'epatite B in un ambiente scolastico, e il tetano non è affatto trasmissibile;

2) c'è un rischio significativamente elevato di visite in pronto soccorso dopo appuntamenti di vaccinazione infantile che attestano che la vaccinazione non è esente da rischi;

3) le epidemie di morbillo non possono essere completamente prevenute anche se avessimo una compliance vaccinale pressoché perfetta; e

4) un metodo efficace per prevenire il morbillo e altre malattie virali nei bambini non vaccinati e l'immunoglobulina immunocompromessa, disponibile per coloro che potrebbero essere esposti a queste malattie.

Presi insieme, questi quattro fatti chiariscono che la discriminazione in un contesto scolastico pubblico contro i bambini che non sono vaccinati per motivi di coscienza è del tutto ingiustificata in quanto lo status di vaccino degli obiettori di coscienza non rappresenta un rischio indebito per il pubblico.

Sincerely Yours,
~ Tetyana Obukhanych, PhD

Il Takeaway

La persona media non è uno scienziato e quindi si affida all'integrità dei professionisti per giungere a decisioni sulla sicurezza e l'efficacia dei vaccini. Coloro che hanno fatto qualche ricerca potrebbero essere d'accordo con me sul fatto che i dati dell'industria sulla sicurezza del vaccino siano presentati in modi vago e complicati, pieni di affermazioni ripetitive secondo cui "i vaccini si sono dimostrati sicuri ed efficaci." Nel frattempo, i dati alternativi Ho visto generalmente sembra essere scritto in forma il più semplice e comprensibile possibile, e la connessione tra la teoria e i dati è molto più chiara. Il "dibattito" del vaccino, "se possiamo chiamarlo così, è un'opportunità per tutti noi di praticare il nostro discernimento e vedere segni rivelatori del desiderio di trovare e condividere la verità contro il desiderio di nascondere la verità per il profitto e in totale disprezzo per la vita umana.

Per alcuni, questo è difficile perché sfida la visione del mondo secondo cui le autorità che abbiamo dato il nostro potere si preoccupano veramente dell'umanità e della vita umana. Ma realizzare l'errore di questo aiuta a motivarci a cercare la nostra sovranità dall'autorità e contribuisce al nostro risveglio come collettività.
 

Fonte: collective-evolution.com - Richard Enos

Source by Silvia_Michela_Carrassi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Secondo ...r nessuno