L'Italia aderisce alla: European Intervention Initiative - EI2

Venerdì
12:52:06
Settembre
20 2019

L'Italia aderisce alla: European Intervention Initiative - EI2

View 6.5K

word 434 read time 2 minutes, 10 Seconds

"L'Italia ha comunicato ufficialmente la volontà di aderire all'Iniziativa europea d'intervento, «European Intervention Initiative EI2», fornendo la peculiare competenza nazionale nel settore securitario nella regione del Mediterraneo. Dell'iniziativa, che si fonda su un approccio innovativo alla cooperazione nella Difesa, ispirato alle idee di "interoperabilità politica" ed "anticipazione strategica", fanno parte, oltre alla Francia, la Germania, il Regno Unito, la Spagna, il Portogallo, l'Olanda, il Belgio, la Danimarca, l'Estonia e la Finlandia."

L' European Intervention Initiative ( E2I ) è un progetto militare congiunto tra 10 paesi europei al di fuori delle strutture esistenti, come l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e il braccio di difesa dell'Unione Europea (UE). Si prevede che E2I gestisca un segretariato permanente "light" basato sulla rete di ufficiali di collegamento militari con il ministero della difesa francese.

Obiettivi

L'obiettivo finale dell'E2I è una cultura strategica condivisa che accrescerebbe la capacità de propri membri nell'agire insieme in missioni nell'ambito della NATO, dell'UE, delle Nazioni Unite o di altre coalizioni ad hoc. Il progetto intende essere neutrale sotto il profilo delle risorse e utilizzare le risorse esistenti e altre forze comuni disponibili per i membri. EI2 cerca una migliore interazione su condivisione dell'intelligence, pianificazione degli scenari, operazioni di supporto e dottrina.

I paesi partecipanti sono costituiti da circa 10 membri attuali dell'UE;

  • Belgio
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Olanda
  • Norvegia
  • Portogallo
  • Spagna
  • Regno Unito
  • Svezia

Il Regno Unito, che sta per lasciare l'UE, era ansioso di unirsi per "mantenere la cooperazione con l'Europa oltre i legami bilaterali". Inizialmente l' Italia era favorevole, ma ha rifiutato di firmare la Lettera di intenti con gli altri 9 membri a luglio 2018, oggi ha comunicato ufficialmente la volontà di aderire all'Iniziativa europea d'intervento, "European Intervention Initiative EI2" link fonte Governo www.governo.it/it/...itiative-ei2/12845.

Non ci sono criteri specifici per uno stato che partecipa a EI2, ma è costruito intorno;

  • Compatibilità con l'UE e la NATO
  • Visione comune per quanto riguarda i problemi di sicurezza
  • Capacità di schierare ufficiali di collegamento
  • Sforzi a lungo termine in difesa
  • Impegno per le operazioni di sicurezza europee
  • Capacità di implementare capacità efficaci.

Rapporti con PESCO

L'EI2 cerca alcune sinergie con la cooperazione strutturata permanente (PESCO) che è stata recentemente istituita nell'ambito della politica di sicurezza e di difesa comune #PESD dell'Unione europea e i progetti #PESCO dovrebbero essere integrati nell'EI2 ​​ove possibile. La preoccupazione della Francia è che lo sviluppo di EI2 all'interno di PESCO comporterebbe lunghi tempi di decisione o attenuazione delle ambizioni. Ciò ha portato ad alcune tensioni riguardo al progetto tra Francia e Germania, con quest'ultimo preoccupato che ciò danneggerebbe la coesione politica dell'UE. Includere l'EI2 ​​in PESCO è anche considerato problematico in quanto impedisce la partecipazione del Regno Unito e della Danimarca.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / L'Italia...ive - EI2
from: ladysilvia
by: Bocconi
from: ladysilvia
by: Unesco