Il Palladium alza il sipario con In Exitu: Roberto Latini sfida Giovanni Testori, dall’11 al 13 ottobre in prima romana

Venerdì
15:18:41
Ottobre
04 2019

Il Palladium alza il sipario con In Exitu: Roberto Latini sfida Giovanni Testori, dall’11 al 13 ottobre in prima romana

View 1.5K

word 478 read time 2 minutes, 23 Seconds

Il Teatro Palladium alza il sipario della stagione con "In Exitu" di Roberto Latini (Premio Ubu 2017 come Miglior Attore)da venerdì 11 a domenica 13 ottobreper la prima volta a Roma dopo l'anteprima alla Primavera dei Teatri di Castrovillari e il debutto al Teatro Nuovo per Napoli Teatro Festival.

31 anni dopo l'uscita dell'omonimo romanzo di Giovanni Testori, capolavoro feroce e tagliente, l'artista romano raccoglie la sfida e affronta la furente inventività linguistica del suo protagonista Riboldi Gino, un tossico in una qualsiasi Milano degli anni Ottanta, che vomita tutto il suo dolore e la straziante solitudine di una vita consumata in evasione e in eversione.

La narrazione cede il passo alla forma e si sostanzia su un piano raffinatamente linguistico. Testori come fosse il pusher di una lingua teatrale che si fa linguaggio. Drogato è il testo e le parole, che sfidano il pensiero e la sintassi, come l'Ulisse di Joyce e il Lucky di Beckett. Come agli orli della vita, direbbe Pirandello.

Tutto sembra svilupparsi nella sensazione del fondamentale e iniziatico "Quem quaeritis" del Teatro Sacro Medievale. In mezzo, c'è una nebbia incapace di fermare il tempo e la consolazione. "In Exitu" è come una Pietà. La parabola parabolica di vita vissuta da Riboldi Gino è quella di un povero Cristo tenuto in braccio da Madonne immaginate, respirate, disarticolate, nella fonetica di una dizione sollecitata fino all'imbarazzo tra suono e senso, come fossero le parole a essere infine deposte dalla croce sulle quali Testori le ha inchiodate.

Continua dunque l'incontro e lo scambio artistico di Sandro Lombardi e Federico Tiezzi con Roberto Latini, che da qualche anno collaborano nella realizzazione di spettacoli e progetti come il Teatro Laboratorio della Toscana. Prosegue la storia della Compagnia con Giovanni Testori e il lavoro di ricerca sulle lingue segrete del teatro.

Marcel Proust sostiene che i bei libri sono scritti come in una lingua straniera cosicché, secondo lo scrittore francese, ogni lettore, sotto ogni parola, può mettere il proprio senso o almeno la propria immagine, che spesso è un 'contro senso'. Anche per l'attore ogni testo è come se fosse scritto in una lingua straniera e il suo compito è tradurre da questa lingua nella propria. Adesso sarà Roberto Latini ad affrontare la furente inventività linguistica di #In-Exitu, 1988, e a dare vita alla parola testoriana.

Dall'omonimo romanzo di Giovanni Testori nell'adattamento, interpretazione e regia di Roberto Latini
musiche e suono Gianluca Misiti

luci e direzione tecnica Max Mugnai

collaborazione tecnica Riccardo Gargiulo, Marco Mencacci, Gianluca Tomasella
produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi

con la collaborazione di Armunia Festival Costa degli Etruschi, Associazione Giovanni Testori, Napoli Teatro Festival Italia e il contributo di Regione Toscana e MiBAC

Venerdì 11 (ore 20,30), sabato 12 (ore 20,30), domenica 13 ottobre (ore 18)
Biglietti: intero 18€, ridotto 12 €, studenti 8 €
Durata: 1 ora e 10 min

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano, 8 - Roma - Tel: 06 5733 2772
http://teatropalladium.uniroma3.it https://www.facebo...om/teatropalladium/

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Il Palla...ma romana