''La verità narrata ed illustrata de La Dolce Vita'', il docufilm di Giuseppe Pedersoli con Luigi Petrucci

MOVE

MOVE

Domenica
00:32:12
Settembre
13 2020

''La verità narrata ed illustrata de La Dolce Vita'', il docufilm di Giuseppe Pedersoli con Luigi Petrucci

In anteprima mondiale alla 77.
Mostra del Cinema di Venezia “La verità su La dolce vita", il film documentario di Giuseppe Pedersoli, prodotto da Arietta Cinematografica, che uscirà nelle sale dal 15 settembre, distribuito da Istituto Luce-Cinecittà'.
Presentato Fuori Concorso, il docufilm del figlio di Bud Spencer e nipote del produttore del mitico film di Fellini per la prima volta con documenti inediti e un'appassionata ricostruzione, racconta la creazione e gli episodi inediti di una delle pagine più illustri della storia del cinema.

Il docufilm è in programmazione nelle principali sale sul territorio nazionale.

NAPOLI 15 Settembre Cinema Modernissimo ore 21.00
MILANO 17 Settembre al CINEMA ANTEO ore 19,40 la prima con regista Giuseppe Pedersoli e protagonista Luigi Petrucci

View 2.7K

word 1.6K read time 8 minutes, 10 Seconds

Oggi, a sessant'anni dalla sua produzione, e nel centenario di Federico Fellini, "La verità su La Dolce Vita", docufilm diretto da Giuseppe Pedersoli, racconta per la prima volta, grazie a documenti inediti, tra cui soprattutto la corrispondenza tra Fellini, Giuseppe Amato e Angelo Rizzoli, la nascita e le irripetibili vicissitudini di uno dei più famosi capolavori della storia del cinema. 

Raccontati attraverso una magica ricostruzione con attori professionisti, sequenze originali del film, importanti testimonianze d'archivio e odierne dei protagonisti della vicenda (in primis Fellini, Mastroianni, Amato, Dino De Laurentiis e tanti altri).

A realizzarlo il nipote di uno dei protagonisti di quella vicenda, Giuseppe Pedersoli. 

Suo padre è Bud Spencer, suo nonno Giuseppe Amato, produttore di capolavori come Umberto D. e Francesco Giullare di Dio, convinto della genialità di un copione per certi versi incomprensibile come era quello de La dolce vita e deciso a realizzarlo contro tutto e tutti, persino contro i suoi interessi. 

Ora il documentario ristabilisce la giusta paternità produttiva di quell'opera controversa, spesso attribuita più ad Angelo Rizzoli che ad Amato. Uscito nel 1960, il film ebbe un immenso successo di pubblica e di critica, vinse la Palma d'oro a Cannes, ma subì anche gli attacchi dei cattolici. E già nelle prime due settimane in sala aveva coperto gli 800 milioni di lire che era costato. 

Grazie a documenti originali straordinari, come il carteggio tra Peppino Amato e Fellini e quello tra Amato e il socio Angelo Rizzoli, coproduttore e distributore della Cineriz, che non credette nel progetto ed arrivò quasi ad abbandonarlo, il film ci mostra una pagina inedita della storia del cinema vista dal di dentro. 

Pedersoli, produttore lui stesso per 30 anni, ha intervistato e ripreso testimonianze di tanti, compresa sua madre Maria Amato, e poi Giovanna Ralli, Sandra Milo, Valeria Ciangottini. 

Inoltre ha utilizzato interviste d'archivio a Fellini, Mastroianni, Bernardo Bertolucci, Vittorio De Sica, il collaboratore di Amato Alvaro Mancori, Dino De Laurentiis. Per poi affidare una parte narrativa all'attore napoletano Luigi Petrucci che veste (letteralmente) i panni di Amato. "Non esistevano immagini filmate di mio nonno e Luigi ha l'anima del personaggio, riesce a trasmettere l'emozione di quei momenti".

La produzione de La dolce vita è quasi una via crucis, stretta fra l'episodio della benedizione sul progetto che Amato chiede a Padre Pio e il debutto incandescente. In mezzo ci sono liti, ripensamenti, telefonate roventi, un budget quasi raddoppiato rispetto alle previsioni, cambiali, addirittura un infarto per il coraggioso e tenace produttore che ha stabilito il suo quartier generale proprio a Via Veneto, nell'Hotel Excelsior. "Ci sono elementi di grande drammaticità in questa vicenda , ci spiega Pedersoli , Fellini aveva vinto due Oscar ma scrisse una sceneggiatura che non si capiva, che sembrava slegata con tanti spunti che non si concludono mai. Come se avesse lasciato ai personaggi il libero arbitrio su come comportarsi. Inoltre il film è duro, Fellini non fa sconti a nessuno, neanche a se stesso, mostrandoci il suo alter ego Marcello Mastroianni non certo in una luce lusinghiera. E' un mondo senza redenzione".

Particolare attenzione merita l 'attore protagonista, Luigi Petrucci , noto tra le altre cose per la sua partecipazione ai Bastardi di Pizzofalcone, di cui sta girando la terza serie, parla di Peppino Amato come di un uomo geniale. 

Infatti alle nostre interviste ha dichiarato:
"L'avevo già incrociato in una serie televisiva francese Les héritieres, in cui interpreto il ruolo di un produttore napoletano, Ferdinando Adorato, ispirato proprio a lui, un lavoro impostato in maniera bozzettistica, mentre nel film di Pedersoli mette in luce il suo intuito e la sua intelligenza. 

Era fondamentalmente un uomo che ragionava col cuore e non col portafoglio. Quando la figlia Maria mi ha fatto i complimenti, sono stato certo di aver colpito nel segno".

Il Regista Giuseppe Pedersoli dichiara: "Il sessantesimo anniversario dalla produzione de 'La Dolce Vita' e il centenario dalla nascita di Federico Fellini, costituiscono la migliore opportunità per ricostruire la genesi, la produzione e la vita commerciale di uno tra i più famosi e iconici film della cinematografia mondiale. 

Questo progetto si basa sulla copiosissima, originale e inedita corrispondenza tra Giuseppe Amato, Angelo Rizzoli e Federico Fellini, rispettivamente produttore, distributore e regista di 'La Dolce Vita'.
Sono gli stessi protagonisti a raccontare, con la 'voce' diretta dei loro scritti, ciò che hanno vissuto. 
Attraverso coinvolgenti interviste e letture, si ricostruisce con maestria e passione la creazione di uno tra i più controversi prodotti della cinematografia italiana, riconosciuto come un capolavoro a livello mondiale.

Giuseppe Pedersoli è nato a Roma l'11 febbraio 1961. 
Figlio del famoso attore Bud Spencer e nipote di Giuseppe Amato (produttore de #La-Dolce-Vita, "Umberto D." e altri capolavori del Neorealismo italiano). Ha studiato Giurisprudenza a La Statale di Milano e dopo vari film come assistente alla regia e aiuto regista e line producer (con registi del calibro di Sergio Leone, Sergio Corbucci, E.B. Clucher, Enzo G. Castellari) ha costituito la sua casa di produzione Smile Production nel 1992. Da allora ha prodotto decine di film e serie televisive di successo. Ha scritto anche varie sceneggiature per il cinema ("Un piede in Paradiso", "Botte di Natale", "All'alba spariscono i sogni", "Wild Bill") e ha ideato e sceneggiato varie serie televisive di successo ("Extralarge", "Detective Extralarge", "Noi siamo angeli", "I delitti del cuoco", "Padre Speranza"). Ha pubblicato il romanzo "Il Patto col Diavolo".
"La verità su La Dolce Vita", scritto (con Giorgio Serafini) e diretto da Giuseppe Pedersoli, è prodotto da Gaia Gorrini per Arietta Cinematografica, in associazione con Istituto Luce-Cinecittà che lo distribuisce per l'Italia, mentre la distribuzione per l'estero è affidata a Intramovies.
Fotografia Maurizio Calvesi e Renato De Blasio. 
Musicista Marco Marrone. 
Montaggio Giuseppe Pedersoli. 
Fonico Enrico Pellegrini. 
Soggetto Giuseppe Pedersoli. 
Sceneggiatura Giuseppe Pedersoli e Giorgio Serafini.

BIOGRAFIA

#LUIGI-PETRUCCI

#TELEVISIONE
2016
SCOMPARSA RAI 1 Regia: Fabrizio Costa
I BASTARDI DI PIZZOFALCONE RAI 1 Regia: C. Carlei
NON DIRLO AL MIO CAPO RAI 1 Regia: G. Manfredonia
(Guest di puntata)

2015
IL CONFINE RAI 1 ( film TV ) Regia: C. Carlei
UN POSTO AL SOLE RAI 3 Regia: varie
(Guest di serie 2015/2016/2017)

2014
LE DUE LEGGI RAI 1 Regia: L. Manuzzi

2013
SABATO DOMENICA E LUNEDI RAI 1( teatro ) Regia: M. Ranieri – F. Di Rosa

2012
L'ULTIMO PAPA RE RAI 1 Regia: L. Manfredi

2011
IL COMMISSARIO ZAGARIA CANALE 5 Regia: A. Grimaldi
NAPOLI MILIONARIA RAI 1 ( teatro ) Regia: M. Ranieri – F. Di Rosa 

2010
DUE IMBROGLIONI E MEZZO CANALE 5 Regia: F. Amurri
(Guest di puntata)

2009
IL MOSTRO DI FIRENZE SKY -FOX CRIME Regia: A. Grimaldi

2008
LA NUOVA SQUADRA RAI 3 Regia: varie

2007
NATI IERI CANALE 5 serie Regia: P. Genovese e L. Miniero

2006
ALCIDE DE GASPERI RAI 1 film TV Regia: L. Cavani
UN MEDICO IN FAMIGLIA 5 RAI 1 Regia: T. Aristarco

2005
ORGOGLIO 2 RAI 1 Regia: G. Serafini/V. De Sisti
IL VETERINARIO" RAI 1 film TV Regia: J. M. Sanchez
L'UOMO SBAGLIATO RAI 1 film TV Regia: S. Reali

2004
QUESTO AMORE RAI 1 film TV Regia: L. Manfredi
IL CAPITANO 2 RAI 2 Regia: V. Sindoni
UN MEDICO IN FAMIGLIA 4 RAI 1 Regia: T. Aristarco

2003
IL CAPITANO 1 RAI 2 Regia: V. Sindoni
LA TASSISTA RAI 1 Regia: J. M. Sancez

2002
CINECITTA' RAI 1 Regia: A. Manni
UN MEDICO IN FAMIGLIA 3 RAI 1 Regia: T. Aristarco

2001
COMPAGNI DI SCUOLA RAI 2 serie Regia: T. Aristarco

2000
CAMICI BIANCHI CANALE 5 serie Regia: Vari

1999
INCANTESIMO RAI 1 serie Regia: T. Sherman A. Cane
LUI E LEI" RAI 1 serie Regia: E. Lodoli 

1998
CIAO PROFESSORE CANALE 5 serie Regia: J. M. Sanchez
MEGLIO TARDI CHE MAI RAI 1 film TV Regia: L. Manfredi

1997
GLI EREDITIERI(LES HERITIERS) CANALE 5 film TV Regia: J. Dayan

1996
IL CONTE DI MONTECRISTO RAI 3 film TV Regia: U. Gregoretti
LA CASA DOVE ABITAVA CORINNE CANALE 5 film TV Regia. M. Lucidi

1993
UN COMMISSARIO A ROMA RAI 1 miniserie Regia. L. Manfredi
IL GIOVANE PERTINI RAI 2 film tv Regia: F. Rossi

1991
STELLE IN FIAMME RAI 1 Regia : I. Moscati

1990
UN BAMBINO IN FUGA RAI 1 Regia: M. Caiano
QUATTRO PICCOLE DONNE CANALE 5 film TV Regia: G. Albano
EUROCOPS-PATTO CON LA MORTE RAI 2 miniserie Regia: G. Lepre

1989
RICATTO II CANALE 5 mini serie Regia: V. De Sisti

1984
L'OMBRA NERA DEL VESUVIO RAI 1 film TV Regia: Steno

1981
LA MEDEA DI PORTAMEDINA RAI 1 film TV Regia: R. Schivazappa
LUNGO LA VIA RAI 1 Regia: M. Caiano

1980
IL CASO MATTEOTTI RAI 3 film TV Regia: A. Casalino

#CINEMA

2007
HO VOGLIA DI TE Regia: L. Prieto

2004
TRE METRI SOPRA IL CIELO" Regia: L. Lucini

2001
THE LUHZIN'S DEFENSE" LA PARTITA (inglese presa diretta) Regia: M. Gorris (Premio Oscar '96)

1999
LA VESPA E LA REGINA" Regia: A. De Leo

1998
ROSE E PISTOLE Regia: C. Apuzzo/S.Piscicelli 
L'AMORE NON HA CONFINI (corto) Regia: P. Sorrentino 
MI SEI ENTRATA NEL CUORE COME UN 
COLPO DI COLTELLO Regia: C. Calvi

1997
LA CLASSE NON E' ACQUA Regia: C. Calvi
FUOCHI D'ARTIFICIO Regia: L. Pieraccioni
I VESUVIANI Regia: A. De Lillo

1996
MARIO AND MAGICIAN (inglese presa diretta)
MARIO E IL MAGO Regia: K. M. Brandauer

1995
MOLLO TUTTO Regia: J.M. Sanchez

1994
PACCO DOPPIOPACCO E CONTROPACCOTTO Regia: N. Loy 
HONEY SWEET LOVE (inglese presa diretta)
CARO DOLCE AMORE Regia: E. Coletti 
LE NUOVE COMICHE Regia: N. Parenti

1992
MUTANDE PAZZE R. D'Agostino

1990
MATILDA Regia: A. De Lillo
FANTOZZI ALLA RISCOSSA Regia: N. Parenti

1989
SUPYSAUA (corto) Regia: E. Coletti 
IL BAMBINO E IL POLIZIOTTO Regia: C. Verdone

1988
COMPAGNI DI SCUOLA Regia: C. Verdone

1985
BLUES METROPOLITANO Regia: S. Piscicelli

1981
LA MAESTRA DI SCI Regia: A. Lucidi

1979
NAPOLI PALERMO NEW YORK IL TRIANGOLO 
DELLA CAMORRA Regia: A. Brescia

#SPOT-PUBBLICITARI
1989 AGIP
1988 TOTIP
1987 LETE
1985 KRAFT

Source by Lucia Ferrigno


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / ''La ver... Petrucci