Santa Maria della Pietà: una panchina rossa contro la violenza sulle donne

MOVE
MOVE
Giovedì
22:02:39
Novembre
25 2021

Santa Maria della Pietà: una panchina rossa contro la violenza sulle donne

Oggi pomeriggio la cerimonia con cui è stata apposta la targa con i numeri di telefono a cui possono rivolgersi le vittime, alla presenza della Direttrice del Distretto Sanitario 14 della ASL Roma 1 e del Presidente del Municipio XIV.

View 844

word 521 read time 2 minutes, 36 Seconds

“Una panchina per la vita”, è questo il titolo dell’iniziativa che si svolta nel pomeriggio di oggi, 25 novembre, presso il parco di Santa Maria della Pietà per celebrare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il Municipio Roma XIV Monte Mario e la ASL Roma 1 hanno posato nella piazza principale del parco una panchina rossa sulla quale è stata apposta la targa con il numero contro lo stalking e la violenza 1522 e del Centro Antiviolenza "Teresa Buonocore", 331 2647130, dipinta dagli utenti del centro diurno “La Mongolfiera”. Alla cerimonia erano presenti la direttrice del Distretto 14, Silvia Bracci, il presidente del Municipio XIV, Marco Della Porta, l’assessore alle Pari Opportunità del Municipio XIV, Olimpia Troili, l’assessore alle Politiche Sociali, Simone Conte, i rappresentanti delle associazioni che operano di concerto con le istituzioni da anni, tra cui “Arriva Robin Hood”.

“Questa comunità si sta attrezzando per far sì che il cambiamento culturale possa avvenire. Non partiamo da zero, stiamo lavorando già da tempo e stiamo mettendo le basi per lavorare sempre meglio. È operativo un tavolo integrato Scuola-ASL-Municipio con cui lavoriamo su tanti progetti in questa direzione insieme alle associazioni di volontariato. Questa panchina, dipinta dalle persone con disabilità del Centro diurno “La Mongolfiera”, è un piccolo segno dell’integrazione che promuoviamo”, ha commentato Bracci.

“Ci ritroviamo simbolicamente in una giornata importante, quella contro la violenza sulle donne, che tocca un tema che va affrontato non solo oggi ma 365 giorni l’anno, soprattutto dal punto di vista culturale. Io non vedo l’ora che il 25 novembre diventi un momento di festa e anche un gesto simbolico, come questo, può aiutarci a riflettere e a combattere questa battaglia culturale. Riscopriamoci per quello che siamo: una comunità”, ha aggiunto Della Porta.

I presenti

“Come sottolineato dalla Presidente della Commissione d’inchiesta sui femminicidi Valeria Valente, “Serve la specializzazione dei tribunali, la formazione delle forze dell’ordine, dei giudici, degli avvocati, dei medici e degli insegnanti”. Solo una rete di questo tipo può fare la differenza perché occorre stringersi attorno a chi subisce violenza senza sottovalutare il rischio e nei tempi in cui è utile ma soprattutto rieducare chi la perpetra e non conosce altri linguaggi. È essenziale lavorare assieme come società tutta affinché la cultura del dialogo e della parità siano affermate nelle loro condizioni effettive tutti i giorni: un tema che, ovviamente, non riguarda solo le donne ma parla anche a loro”, ha detto Troili.

“È importante parlare di temi come questi ogni giorno. Vogliamo creare una rete sul territorio per fare in modo che tutte le parti in causa possano collaborare tra loro. È importante fare cultura sul tema affinché si possa insegnare ai giovani che la violenza non è una pratica da seguire e alla ragazze che non devono avere paura di denunciare. Questo cercheremo di fare questo lavoro sul municipio”, ha concluso l’assessore alle politiche sociali, Simone Conte.

Source by ASL_Roma_1


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Santa Ma...lle donne