Covid-19: l’Università di Parma al lavoro con Ferrara su molecole in grado di inibire l’espressione virale e la “tempesta infiammatoria”

Mercoledì
23:11:50
Gennaio
19 2022

Covid-19: l’Università di Parma al lavoro con Ferrara su molecole in grado di inibire l’espressione virale e la “tempesta infiammatoria”

Gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale coordinato dal prof. Roberto Corradini

View 965

word 476 read time 2 minutes, 22 Seconds

Parma - C’è anche un gruppo di ricerca dell’Università di Parma nello studio, guidato dall’Università di Ferrara, che ha individuato due molecole che potrebbero essere in grado di inibire l’espressione virale e la “tempesta infiammatoria” del Covid-19.

Combinare il targeting del Network “microRNA/fattori di trascrizione” con un approccio antisenso basato su PNA diretti contro SARS-CoV-2: interferire con l'espressione virale e la tempesta citochinica di COVID-19 il titolo del progetto, che si è chiuso alcuni giorni fa con risultati incoraggianti. Il gruppo dell’Università di Parma, del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, è guidato dal Direttore del Dipartimento Roberto Corradini ed è formato anche dai docenti Alessandro Casnati e Francesco Sansone, dall’assegnista di ricerca Stefano Volpi, dalla dottoranda in Scienze Chimiche Sabrina Capodaglio, e dal borsista Matteo Ferrarini.

Il progetto, che ha preso avvio il 15 luglio 2021, è stato finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca all’interno del “Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca (FISR: SARS-CoV2/COVID-19), e per l’Università di Ferrara è coordinato dalla docente Alessia Finotti del Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie

Il progetto in dettaglio

COVID-19 è caratterizzato da due principali fasi cliniche. La prima è correlata con l'infezione da parte di SARS-CoV-2 di cellule e tessuti bersaglio, portando a importanti manifestazioni cliniche come insufficienza polmonare. La seconda è uno stato infiammatorio profondo, noto come "tempesta citochinica", causato dall'attivazione di geni pro-infiammatori.

Per la lotta contro l’infezione virale, il progetto si è basato sull’inibizione dell’espressione dell’RNA virale mediante analoghi di oligonucleotidi in grado di “leggere” le sequenze del virus. Tra oligonucleotidi anti-virali e analoghi, gli acidi peptido-nucleici (PNA) oligonucleotidi di natura poliammidica, da tempo studiati dal gruppo del prof. Corradini, sono di grande interesse. PNA antivirali sono stati impiegati nello sviluppo di nuovi agenti contro malattie infettive, inclusa quella causata da SARS Coronavirus. L’attività di ricerca condotta dal gruppo di Parma è stata tesa a valutare proprio l’attività di PNA analoghi diretti contro sequenze virali selezionate ad hoc. Questa strategia è particolarmente attuale in quanto permetterebbe di intervenire anche sulle varianti, perché facilmente adattabile alle loro sequenze caratteristiche.

Oltre a colpire l’RNA virale, i PNA sono stati utilizzati per inibire l’azione di microRNA pro-infiammatori, sfruttando i recenti lavori degli stessi gruppi di ricerca Unipr – Unife sull’efficace azione dei PNA contro microRNA legati a diverse patologie (ad esempio tumori e fibrosi cistica).

L’Unità di Parma ha lavorato anche su nuovi composti per la veicolazione cellulare dei microRNA e dei PNA, basati su calixareni anfifilici sviluppati dal gruppo dei proff. Casnati e Sansone, che si sono rivelati molto competitivi rispetto agli attuali strumenti di transfezione.

Source by UNIPR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Covid-19...atoria”