A Stefano Volpi, assegnista di ricerca dell’Università di Parma, una “Fellowship for Italy” AIRC

Mercoledì
12:53:47
Febbraio
02 2022

A Stefano Volpi, assegnista di ricerca dell’Università di Parma, una “Fellowship for Italy” AIRC

Per sviluppare nuove molecole e nuove strategie contro la leucemia mieloide cronica. Progetto che si propone di combattere la resistenza ai farmaci antitumorali inibitori delle tirosine chinasi

View 1.0K

word 600 read time 3 minutes, 0 Seconds

Parma - Stefano Volpi, assegnista di ricerca nel settore della Chimica Organica al Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale (SCVSA) dell’Università di Parma, è risultato vincitore di una “Fellowship” per giovani ricercatori dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), con il progetto “Targeting miRNA-mediated drug resistance in chronic myeloid leukemia by peptide nucleic acids – peptide conjugate”.

Il progetto di ricerca è iniziato ieri al Dipartimento #SCVSA, nel laboratorio di “Acidi Nucleici Artificiali” di cui è responsabile il docente Roberto Corradini.

La ricerca, che si colloca nell’ambito sempre più importante della medicina di precisione, si propone di combattere la resistenza ai farmaci antitumorali inibitori delle tirosine chinasi (TKI) che si manifesta nella leucemia mieloide cronica (CML), agendo sull’espressione di RNA regolatori detti microRNA o miR. Alcuni miR (detti per questo “oncomiR”) sono sovraespressi nelle cellule tumorali, e questo fenomeno è stato messo in correlazione con l’insorgenza di numerosi effetti avversi, inclusa la farmaco resistenza verso i TKI. Il progetto si propone di inibire l’azione di questi miR utilizzando analoghi poliammidici degli acidi nucleici naturali (acidi peptido nucleici - Peptide Nucleic Acids, PNA) in grado di appaiarsi con i miR bersaglio secondo le regole di Watson-Crick. Queste molecole verranno prodotte nel laboratorio ospitante, specializzato nella loro sintesi, purificazione e caratterizzazione.

Parte cruciale del progetto sarà anche la realizzazione di sistemi di veicolazione mirata verso cellule tumorali: sarà affrontata con la collaborazione di Alessandro Bertucci, docente di Chimica analitica, ricercatore al Dipartimento SCVSA con esperienza internazionale in sistemi di veicolazione di acidi nucleici e PNA.

Un altro punto di forza sarà la possibilità di testare le molecole sia su culture cellulari tradizionali, contenenti solo cellule tumorali, sia su culture 3D più avanzate, che dovrebbero riprodurre condizioni più simili alla situazione in vivo in quanto composte anche da cellule che solitamente si sviluppano attorno a quelle cancerose (microambiente del tumore). Questa parte del lavoro sarà svolta grazie alla collaborazione con Paolo Lunghi, docente di Biologia cellulare al Dipartimento SCVSA ed esperto di #onco-ematologia. Il progetto si pone quindi anche nell’ottica dell’iniziativa #COMP-HUB (merging chemical and biological complexity) del Dipartimento di Eccellenza #SCVSA, che tende a favorire le interazioni fra chimici e biologi per lo studio di sistemi e problemi complessi legati alle Scienze della Vita.

Queste ricerche potranno aiutare ad avere più indicazioni sui meccanismi che regolano la farmaco resistenza, e fornire molecole in grado di ridurla ripristinando quindi l’azione dei farmaci TKI. Se avrà successo, lo stesso approccio potrà essere esteso ad altri tipi di tumore fornendo nuove possibilità terapeutiche.

#Stefano-Volpi è laureato in Chimica all’Università di Parma, dove ha anche conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze e Tecnologie dei Materiali sotto la supervisione del docente Alessandro Casnati. La sua expertise è legata alla sintesi di molecole organiche polifunzionali che siano in grado di interagire selettivamente con i componenti biologici. In seguito, è stato titolare di un assegno di ricerca finanziato dall’Ateneo legato all’uso di PNA in sistemi nanostrutturati, curando anche gran parte delle ricerche svolte a Parma nell’ambito del Progetto europeo #MSCA-RISE Nano Oligomed. Di recente ha partecipato anche al progetto FISR-COVID nel quale sono state sviluppate molecole di PNA disegnate per combattere il virus Sars-CoV2. Ha svolto periodi di ricerca all’estero in Irlanda e in Canada e ha collaborato con numerosi gruppi di ricerca italiani ed esteri.

Source by UNIPR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / A Stefan...y” AIRC
from: ladysilvia
by: UNIPR