SCUOLA: APPROVATI DUE DECRETI ATTUATIVI DELLA RIFORMA

Mercoledì
23:00:37
Maggio
26 2004

SCUOLA: APPROVATI DUE DECRETI ATTUATIVI DELLA RIFORMA

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 21 maggio 2004, ha approvato in via preliminare, altri due decreti legislativi sulla riforma della scuola: uno riguardante l’innalzamento dell’obbligatorietà scolastica fino ai 18 anni e l’altro sull’alternanza scuola-lavoro.

View 160.6K

word 492 read time 2 minutes, 27 Seconds

Il decreto sul diritto all’istruzione e alla formazione obbligatoria per tutti fino a 18 anni, in particolare, costituisce una tappa storica nel processo educativo del Paese dopo l’innalzamento dell’età dell’obbligo a 14 anni, stabilito nel 1962, e a 15 in seguito.

Il provvedimento, predisposto in attuazione della delega al Governo conferita dall’articolo 1, commi 1 e 2 e dall’articolo 7 della legge n. 53/2003, disciplina il diritto-dovere all’istruzione e alla formazione di ciascuna persona, a partire dal primo anno della scuola primaria, per il raggiungimento del pieno successo formativo.

La legge n. 53/2003 prevede, infatti, che sia assicurato a tutti il diritto all’istruzione e alla formazione per almeno dodici anni o, comunque, sino al conseguimento di una qualifica entro il diciottesimo anno di età .

Tale diritto si realizza nel primo ciclo del sistema dell’istruzione (scuola primaria + scuola secondaria di primo grado) e nel secondo ciclo (licei + istruzione e formazione professionale).

Il Consiglio dei Ministri del 21 maggio scorso, come abbiamo detto, ha approvato in via preliminare anche il decreto legislativo che disciplina la possibilità , per gli studenti cha abbiano compiuto il 15° anno di età , di realizzare i corsi del secondo ciclo in alternanza scuola-lavoro.

Questo percorso formativo viene attuato sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica e formativa per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, di sperimentare le proprie vocazioni e attitudini ai fini di una scelta più consapevole rispetto ai percorsi successivi.

Questo strumento, che estende e mette a sistema le migliori esperienze già acquisite dalle scuole (terza area dell’istruzione professionale, iniziative sperimentali nell’istruzione tecnica), consentirà ai ragazzi di acquisire, oltre alle conoscenze di base, anche le competenze spendibili sul mercato del lavoro.

La Riforma della scuola, ricordiamo, era stata approvata dal Parlamento il 12 marzo 2003. La legge n.53 del 28 marzo 2003 contenente delega al Governo per riorganizzare il "sistema istruzione" nel nostro Paese, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 2 aprile 2003 è entrata in vigore il 17 aprile 2003.

La prima attuazione della riforma è contenuta nel decreto legislativo approvato definitivamente dal Consiglio dei ministri del 23 gennaio 2004, dopo il parere favorevole delle regioni, degli Enti locali e delle Commissioni parlamentari.

Con l’approvazione del 23 gennaio si conclude dunque l’iter del provvedimento, iniziato con la deliberazione del Consiglio dei ministri del 12 settembre 2003, concernente il primo modulo dell’attuazione della "riforma Moratti", relativa al funzionamento della scuola dell’infanzia (triennale) e del primo ciclo dell’istruzione: scuola primaria (quinquennale) e scuola secondaria di primo grado (triennale).

Nel Consiglio dei ministri del 12 settembre 2003, contestualmente al via al decreto legislativo, era stato varato anche un piano di investimenti per complessivi 8320 milioni di euro da destinare alla riforma della scuola di primo grado. La riforma della scuola si arricchisce così nel vero senso della parola.

Source by Governo


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / SCUOLA: ...A RIFORMA