Mercoledì
11:09:39
Novembre
09 2022

Molière Il Malato Immaginario al Teatro Manzoni di Milano

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Manzoni di Milano dall'8 al 20 novembre per poi girare l'Italia fino a primavera.

Emilio Solfrizzi vestirà Argante un "malato immaginario" più giovane ed in chiave divertente.
Un classico, dunque rivisitato in chiave moderna che presenta risvolti molto attuali .
Basti pensare che il protagonista ha più paura di VIVERE che di MORIRE.
Segregato in casa con mille paure !
Ritorniamo in un baleno alla non lontana Pandemia in cui quante persone abbiamo visto trasformarsi così ?!".

Un cast di attori professionali ed affiatati che ci faranno vivere un "dramma umano" con divertimento !

View 379

word 393 read time 1 minute, 57 Seconds

Il teatro come finzione, come strumento per dissimulare la realtà, fa il paio con l'idea di Argante di servirsi della malattia per non affrontare "i dardi dell’atroce fortuna”.

Il malato immaginario ha più paura di vivere che di morire, e il suo rifugiarsi nella malattia non è nient’altro che una fuga dai problemi, dalle prove che un’esistenza ti mette davanti.

La tradizione, commettendo forse una forzatura, ha accomunato la malattia con la vecchiaia, identificando di conseguenza il ruolo del malato con un attore anziano o addirittura vecchio, ma Molière lo scrive per se stesso quindi per un uomo sui 50 anni, proprio per queste ragioni un grande attore dell'età di Emilio Solfrizzi potrà restituire al testo un aspetto importantissimo e certe volte dimenticato.

Il rifiuto della propria esistenza.

La comicità di cui è intriso il capolavoro di Molière viene così esaltata dall’esplosione di vita che si fa tutt’intorno ad Argante e la sua continua fuga attraverso rimedi e cure di medici improbabili crea situazioni esilaranti. Una comicità che si avvicina al teatro dell’assurdo, Molière, come tutti i giganti, con geniale intuizione anticipa modalità drammaturgiche che solo nel ‘900 vedranno la luce.

Si ride, tanto, ma come sempre l’uomo ride del dramma altrui.

Note di regia

Compagnia Molière e La Contrada Teatro Stabile di Trieste

in collaborazione con

Teatro Quirino - Vittorio Gassman

presentano

dall’8 al 20 novembre 2022

feriali ore 20,45 - domenica ore 15,30

sabato 19 novembre ore 15,30 e 20,45

EMILIO SOLFRIZZI

in

IL MALATO IMMAGINARIO

di Molière

con

LISA GALANTINI

ANTONELLA PICCOLO, SERGIO BASILE

VIVIANA ALTIERI, CRISTIANO DESSI’

CECILIA D’AMICO, LUCA MASSARO

e con

ROSARIO COPPOLINO

Adattamento e Regia

GUGLIELMO FERRO

costumi Santuzza Calì

scenografie Fabiana Di Marco

musiche Massimiliano Pace

BIGLIETTI

Prestige € 35,00 - Poltronissima € 32,00 - Poltrona € 23,00 - Under 26 anni € 15,50

Per acquisto:

biglietteria del Teatro

online https://www.teatro...ista-online/3034283

telefonicamente 027636901

circuito Ticketone

Source by Lucia Ferrigno


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Molière...di Milano
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab