Il II Convegno Internazionale di Studi La Materia e i Segni della Storia - Teatri antichi nell’area del Mediterraneo

Martedì
12:00:53
Ottobre
05 2004

Il II Convegno Internazionale di Studi La Materia e i Segni della Storia - Teatri antichi nell’area del Mediterraneo

View 132.7K

word 467 read time 2 minutes, 20 Seconds

Il Centro Regionale per la Progettazione ed il Restauro della Regione Sicilia, su iniziativa promossa dall’Assessorato dei Beni Culturali ed Ambientali e della Pubblica Istruzione, organizza il II Convegno Internazionale di Studi La Materia e i Segni della Storia “Teatri antichi nell’area del Mediterraneo Conservazione programmata e fruizione sostenibile”, che si inserisce nell’ambito del più ampio progetto “Carta del Rischio del Patrimonio Culturale e Ambientale” in corso di realizzazione da parte del Centro.

Dopo l’appuntamento del 2003 di Piazza Armerina sulla manutenzione programmata per la conservazione ed il recupero degli apparati musivi antichi nell’Area del Mediterraneo, per il convegno di quest’anno è stata scelta la sede di Siracusa, che dal 13 al 17 ottobre ospiterà cinque giornate di studio e lavoro per mettere a confronto, attraverso workshop e dibattiti, le esperienze condotte a livello nazionale ed internazionale riguardanti la conservazione delle architetture teatrali antiche e la loro valorizzazione funzionale per lo svolgimento di attività di spettacolo, individuando le strategie che garantiscano l’equilibrio nel rispetto delle originarie funzioni del sito archeologico.

Al convegno saranno presenti i delegati dei Paesi Membri dell’Unione Europea, dei Paesi in via di adesione, dei Candidati, e dei Paesi della costa sud del Mediterraneo: ai lavori sono stati invitati a partecipare, inoltre, studiosi nazionali ed internazionali, registi e scenografi, direttori di prestigiosi teatri antichi e responsabili di organismi turistici, provenienti dall’Europa e dai Paesi Costieri del Mediterraneo le cui strutture teatrali antiche presentano problematiche analoghe a quelle siciliane in ordine al degrado, ai metodi di costruzione ed ai materiali adoperati; rappresentanti di Istituzioni preposte alla tutela, salvaguardia, e valorizzazione del Patrimonio Culturale, di Istituti Universitari, di Associazioni ed Enti, di Operatori del settore.

L’obiettivo del convegno è giungere, attraverso l’attività dei workshop e con il contributo degli studiosi intervenuti, all’individuazione di criteri comuni che possano costituire una prima ipotesi di Protocollo di Conservazione Programmata, che costituirà parte integrante della “Carta di Siracusa”, per la conservazione e la fruizione delle architetture teatrali antiche nel Mediterraneo, che sarà presentata a conclusione dei lavori e la cui applicazione rappresenterà un impegno per le comunità scientifiche dei Paesi partecipanti al convegno. Di rilevante importanza sono inoltre alcune attività collaterali che accompagneranno il Convegno: nella giornata di apertura dei lavori presso il Museo “Paolo Orsi” verrà inaugurata una mostra sul tema “Il teatro nell’iconografia antica” attraverso l’esposizione di opere artistiche che hanno illustrato il ruolo del teatro nell’antichità . Nell’ambito della manifestazione, sarà rappresentato al teatro greco di Siracusa uno spettacolo sperimentale di danza classica quale esempio di utilizzo di un antico teatro per spettacoli moderni, con impiego di supporti scenici e costumi essenziali.

DI DUNDAR KESAPLI & SUSANNA ARENA

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Il II Co...iterraneo