Un milione di “.it”: l’Italia si conferma al quarto posto in Europa per la diffusione di domini Internet

Sabato
07:45:03
Gennaio
22 2005

Un milione di “.it”: l’Italia si conferma al quarto posto in Europa per la diffusione di domini Internet

View 131.4K

word 578 read time 2 minutes, 53 Seconds

Il Registro del ccTLD “.it”, servizio dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr (Iit-Cnr) di Pisa che assegna i domini Internet a targa “.it”, ha attivato il milionesimo indirizzo: è “lucavullo.it”, richiesto da un giovane siciliano che ne farà la propria casa virtuale. La rete italiana è la quarta per dimensioni in Europa (e nel mondo, per quanto riguarda i domini “geografici”) alle spalle di Germania, Inghilterra e Olanda

Un milione di “.it”. A diciotto anni dalla nascita del primo dominio Internet italiano (cnr.it, operativo dal 19 dicembre del 1987), la rete italiana ha superato oggi la fatidica soglia del milione di registrazioni, assestandosi al quarto posto tra i paesi europei a maggiore densità di domini. Il milionesimo nome attivato dal Registro del ccTLD “.it” " l’organismo dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa che assegna i domini Internet a targa “.it” " è “lucavullo.it”, indicativo richiesto dall’omonimo navigatore Luca Vullo, 25enne siciliano di Caltanisetta, studente del Dams di Bologna e aspirante regista cinematografico: l’indirizzo virtuale sarà utilizzato dal giovane per la costruzione di un sito Internet, per gli indirizzi di posta elettronica e per altri servizi online che saranno identificati in modo univoco da ciascun computer collegato alla rete mondiale.

La prima casa virtuale a sei zeri della rete italiana apparterrà dunque a un privato cittadino e non a una azienda (nonostante le imprese rappresentino la fetta più grossa del mercato dei domini), testimonianza di come l’aspirazione a costruire un proprio sito Internet non sia ormai più dettata solo da interessi economici e commerciali ma rappresenti, soprattutto per gli utenti più giovani, una vera e propria rivoluzione culturale.

Con un milione di domini attivi e un tasso di crescita di circa 15mila nuove registrazioni al mese il Registro italiano festeggia dunque la “maggiore età ” e i 18 anni dalla nascita confermandosi la quarta realtà del panorama Internet europeo e del mondo, limitatamente ai domini geografici che identificano i singoli paesi. In testa alla classifica continentale c’è la Germania, saldamente al comando con 8,2 milioni di registrazioni di domini “.de”; seguita dall’inglese “.uk” (3,7 milioni di indirizzi) e, al terzo posto, dall’Olanda (“.nl”) con 1,3 milioni di suffissi registrati.

“Numeri e cifre " ribadisce il professor Franco Denoth, direttore dell’Iit-Cnr e responsabile del Registro " che confermano lo stato di salute della rete italiana, capace di competere fianco a fianco con realtà ben più dimensionate, nonostante la facoltà di registrare domini nel nostro paese sia concessa solo ai cittadini europei escludendo quindi aree ad alta popolazione Internet (accettate dal modello tedesco). Da segnalare " aggiunge Denoth " anche i primi effetti della “liberalizzazione” che il Registro ha messo in atto dall’agosto scorso: oggi chiunque, privato cittadino, associazione o impresa, può registrare un numero illimitato di domini “.it” con il solo vincolo della maggiore età e della cittadinanza comunitaria. Un passo in avanti verso una diffusione sempre più capillare della rete che è il principio fondante dell’attività del nostro Registro”.

L’esperienza italiana nel settore dei domini Internet sarà presto esportata in tutta Europa: nel corso del 2005, infatti, vedranno la luce i primi domini a targa “.eu”, sorta di “marchio di qualità ” per le attività del Vecchio Continente. Tra i fondatori del consorzio Eurid, che li gestirà in esclusiva, vi è proprio l’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr che si affianca ai registri di Belgio e Svezia.

Roma, 21 gennaio 2005

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Un milio... Internet
from: ladysilvia
by: Greenpeace