TURISMO SESSUALE CON MINORI: TANTI EUROPEI TRA I CLIENTI, ITALIANI IN TESTA

Mercoledì
00:27:54
Dicembre
20 2006

TURISMO SESSUALE CON MINORI: TANTI EUROPEI TRA I CLIENTI, ITALIANI IN TESTA

View 162.9K

word 538 read time 2 minutes, 41 Seconds

KENIA: Un terzo delle adolescenti che vivono nelle zone costiere del Kenya, frequentate dai turisti, si prostituisce e i clienti sono per la metà europei: lo afferma uno studio sul campo dell’Unicef (Fondo Onu per l’infanzia) presentato oggi a Nairobi, che descrive un panorama desolante quanto esteso di sfruttamento sessuale di minori.

Nei distretti di Mombasa, Kilifi, Malindi e Kwale, dove maggiore è la presenza di resort turistici e alberghi, il 30% delle ragazze di età tra i 12 e i 18 anni, pari a 15.000 ragazzine, si prostituisce per denaro o per ’regali’ e ’favori; di queste giovani, 2000 o 3000 lo fanno a tempo pieno, avendo lasciato la scuola per fare questo ’mestiere’.

Il gruppo più numeroso di clienti è rappresentato da uomini kenyani (38%), ma gli altri vengono tutti dall’estero, anche da nazioni che si pregiano di difendere i diritti umani e quelli dell’infanzia. In testa alla lista dei forestieri (quindi secondi solo agli abitanti locali), ci sono gli italiani (18%) seguiti da tedeschi (14%) e svizzeri (12%); la deprimente graduatoria prosegue con ugandesi, tanzaniani, britannici, e sauditi. Secondo lo studio, il 45% delle ragazzine inizia a vendersi a 12 o 13 anni e il 10% ha cominciato quando ancora non aveva 12 anni. Contro il turismo sessuale ha tuonato il vicepresidente del Kenya, Moody Awori, presentando di persona i risultati del rapporto voluto anche dal governo keniano; Awori ha promesso misure più stringenti per combattere il fenomeno compresi controlli più severi sui turisti. Da parte sua l’Unicef ha chiesto azioni penali contro kenyani e stranieri che hanno rapporti con minorenni e un programma di sensibilizzazione contro il turismo sessuale presso operatori turistici stranieri e hotel locali.

Il codice penale keniano punisce lo sfruttamento sessuale dei bambini, ma lo studio ha constatato una sorta di accettazione del fenomeno per i profitti e i vantaggi che se ne ricavano. “Il turismo sessuale con i minori è molto lucrativo. La disparità tra il reddito familiare e quello che può essere guadagnato con la prostituzione, alimenta una cultura che incoraggia i bambini a cercare clienti tra i turisti” si legge nel rapporto a cui la stampa kenyana ha dato notevole risalto. La tariffa per un incontro con una ragazzina con meno di 16 anni è di 2000 scellini (21 euro) e di 2000-5000 scellini per un’adolescente tra i 16 e 18 anni.

Ciò paragonato alla paga di un lavoratore a giornata che si aggira tra i 80-120 scellini per un bambino e 400 scellini per un adulto. Poi c’è tutto quello che guadagna, sull’innocenza calpestata, l’ ’indotto’: traffichini, tassisti, affittuari di ville, proprietari di hotel e ristoranti, commercianti e operatori di servizi sulla spiaggia. “Ragazzi e ragazze di famiglie povere e un gran numero di madri di famiglia sole che vivono nelle aree turistiche, sono mandati fuori casa a cercare cibo e soldi. E quando li portano, i genitori non fanno domande su come li abbiano ottenuti” aggiunge il rapporto, omettendo di dire l’ovvio, cioè che anche i turisti, ancor più colpevolmente, non si fanno molte domande sulla corruzione dell’infanzia che stanno alimentando. [BF]

Fonti: MISNA

Lady Silvia National Network online

NEWS PRECEDENTE:
Turismo sessuale: Italia-Brasile, arrestati quattro titolari di agenzie turistiche, I nomi degli arrestati
http://www.ladysil...w/news/4469/cronaca

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / TURISMO ... IN TESTA