Bambini a rischio Ritalin e Strattera

MOVE
MOVE
Martedì
13:43:30
Aprile
03 2007

Bambini a rischio Ritalin e Strattera

Gianluigi Mucciaccio

View 168.8K

word 628 read time 3 minutes, 8 Seconds

L’AIFA ha riammesso l’uso dei due psicofarmaci dannosi per i bambini, su Ladysilvia; Nei giorni in cui si parla senza soluzioni di continuità di Vallettopoli e dei peggiori vizi che contraddistinguono il mondo della celluloide è passata quasi del tutto inosservata una notizia concernente la riammissione in commercio, da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), dei Ritalin e Strattera, psicofarmaci estremamente dannosi per la salute dei bambini.

La stessa comunità scientifica, e non solo, ha gridato il proprio sconcerto verso questa assurda decisione che va in controtendenza rispetto al pensiero di molti medici che sottolineano l’inopportunità di somministrare questi psicofarmaci ai nostri bambini.

La regia di questa operazione, ovviamente, è stata gestita dalle potenti lobby farmaceutiche, rappresentate dalla nota Farmindustria che in sintonia al loro cinico decisionismo, contaminato da obiettivi spudoratamente commerciali, ha spinto con grande vigore per la loro reintroduzione sul mercato farmaceutico. Per chi non lo sapesse i farmaci di cui sopra hanno lo scopo di “curare” i bambini, in età pediatrica, troppo vivaci, ovvero iperattivi, al fine di renderli più “mansueti”: in realtà gli effetti che producono nel medio-lungo termine sono a dir poco devastanti poichè, secondo la Food And Drug Administration americana, l’utilizzo abusivo di questi ritrovati comporta una serie di conseguenze quali ictus, crisi maniaco-depressive, complicazioni cardiache e morte improvvisa anche su bambini in cura a normale dosaggio terapeutico.

Questa questione, come sostiene Luca Poma, portavoce di “Giù le Mani dai Bambini”, evidenzia l’assoluta incoscienza dell’AIFA la quale, nonostante le perplessità e l’opposizione dell’area scientifica e di una parte del mondo politico, ha in maniera arrogante consentito la loro commercializzazione. Pensate che questi farmaci sono utilizzati da tempo in America per curare l’ADHD (Attention Deficit Hyperactive Disorder) sindrome che raccoglie, come scrivevo poc’anzi vari «disturbi dell’attenzione e iperattività » nei bambini; dai quattro ai sei milioni di bambini americani ricevono, a scuola, dosi quotidiane di questo potente farmaco, semplicemente perché «troppo vivaci». Anche in Italia purtroppo si scopre che alcune organizzazioni hanno iniziato, già in passato, a promuovere l’uso di questo farmaco nelle scuole, somministrando questionari tesi a individuare i soggetti «iperattivi» affetti da ADHD sulla base di osservazioni di allarmante e sconcertante vaghezza: «il bambino pone una domanda e non attende la risposta», «si muove troppo», «spesso interrompe o si comporta in modo invadente verso gli altri; per es. irrompe nei giochi degli altri bambini» e così via.

Il Ritalin addirittura veniva utilizzato come una droga a tutti gli effetti già negli anni sessanta da alcune comunità di hippies e numerosissimi studi medici hanno dimostrato che esso induce dipendenza, anche grave, in chi l’assume. Il fatto che lo stesso farmaco sia stato declassato da droga a psico-farmaco apre scenari quantomeno inquietanti, poichè potrebbe provocare nel corso degli anni un suo utilizzo su larga scala tale da mettere a repentaglio la salute delle giovani generazioni.

L’altro farmaco che va sotto il nome di Strattera messo in circolazione come alternativa “ideale” al Ritalin, somministrato per gli stessi “disturbi” mostrati dai bambini ha anch’esso purtroppo evidenziato conseguenze gravi come ad esempio danni epatici permanenti.

Aver consentito la sua insensata ricommercializzazione non solo pone a rischio la salute dei bambini, ma altresì anche quella degli adolescenti; in questo senso una estesa letteratura scientifica ha denunciato da una parte seri rischi da effetti collaterali, ma anche la loro sostanziale inefficacia. Inutile dire che appellarsi al buon senso della classe politica, che pare in questi giorni stia dibattendo sul tema sembra, come non mai opportuna per frenare un fenomeno che può provocare danni incalcolabili sulla salute dei giovani già bombardati mediaticamente da format poco edificanti.

LA REDAZIONE Ladysilvia
www.ladysilvia.it

La Circolare Spigolosa
p.alternativamonarchica@email.it

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Bambini ...Strattera