LA VIA DEL DIALOGO: DALL’INVITO DELLA CHIESA ALL’INTERVENTO DI KIBAKI

Venerdì
03:22:27
Gennaio
04 2008

LA VIA DEL DIALOGO: DALL’INVITO DELLA CHIESA ALL’INTERVENTO DI KIBAKI

View 133.2K

word 485 read time 2 minutes, 25 Seconds

KENIA: Misna; Nell’incertezza seguita ai risultati delle elezioni, alla riconferma del presidente uscente Mwai Kibaki e alla sconfitta del rivale Raila Odinga, alle violenze degli ultimi giorni, si moltiplicano gli appelli al dialogo.

Tra gli interventi più significativi delle ultime ore c’è quello del pastore metodista Samuel Kobia, keniano e segretario generale del World Council of Churches (in italiano Consiglio ecumenico delle Chiese), un movimento ecumenico che raccoglie 347 chiese di diverse confessioni cristiane (cattolici, protestanti, ortodossi) in 110 paesi: “Per il Partito di unità nazionale di Kibaki e per il Movimento democratico “Arancio” di Odinga " ha detto il religioso - è giunto il momento di agire, di mettere da parte ogni forma di partigianeria e di trattare in buona fede per trovare una soluzione pacifica e politica alla loro disputa elettorale”. Kobia chiamando le Chiese del Kenya a fare la loro parte per il bene comune della comunità e del paese, non nega che brogli elettorali ci siano effettivamente stati, ma invita i partiti a sviluppare “una franca e profonda valutazione delle questioni costituzionali ed elettorali che adesso e anche in passato hanno danneggiato il buon andamento del voto”. L’intervento di Kobia arriva mentre non è ancora chiaro se il partito di Odinga abbia o meno chiamato a raccolta i suoi sostenitori per una nuova manifestazione dopo il fallito tentativo di oggi; in un primo tempo la protesta, con partenza da Uhuru Park a Nairobi, avrebbe dovuto tenersi martedì, poi alcune dichiarazioni rilasciate da Musalia Mudavadi, candidato alla vice-presidenza per il Movimento “Arancio”, avevano invece anticipato a domani il giorno della manifestazione. Quel che è certo è che oggi una programmata manifestazione non era stata autorizzata e non si è tenuta anche per l’intervento delle forze di sicurezza pronte a disperdere alcune centinaia di persone che si stavano dirigendo a Uhuru Park. Inoltre sul sito internet ufficiale di Odinga, mentre si cita la manifestazione di oggi invitando la gente a partecipare, non si fa alcun riferimento a quella che si starebbe preparando. Intanto, Kibaki durante una conferenza stampa ripresa da tutti i mezzi di informazione, rivolgendosi ai suoi oppositori, ha ricordato gli obblighi al rispetto della Costituzione e dei diritti dei cittadini: “Sono particolarmente disturbato - ha detto intervallando il suo discorso in inglese con digressioni in swahili " dalla violenza senza senso istigata da alcuni politici per rispondere a propri personali interessi. Ciò sta causando inutili perdite di vite umane, proprietà distrutte e sfollati. (...) Mi rivolgo in particolare ai giovani, affinchè non si facciano strumentalizzare causando danni ai loro concittadini. Questo è anche il vostro paese, uccidere e distruggere significa distruggere il vostro futuro”. Da Kibaki è comunque arrivata un’apertura all’opposizione: “Sono pronto a dialogare con i partiti dopo che il paese sarà tornato alla calma e le temperature politiche si saranno abbassate abbastanza per un costruttivo e produttivo dialogo”. (a cura di Gianfranco Belgrano) [GB]

Source by Misna


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / LA VIA D...DI KIBAKI