BUNGARO A SANREMO PRESENTA IL BRANO “GUARDASTELLE” IL 5 MARZO ESCE IL NUOVO ALBUM ''L’ATTESA''

Venerdì
21:53:12
Febbraio
20 2004

BUNGARO A SANREMO PRESENTA IL BRANO “GUARDASTELLE” IL 5 MARZO ESCE IL NUOVO ALBUM ''L’ATTESA''

View 135.9K

word 1.1K read time 5 minutes, 42 Seconds

Il cantautore BUNGARO presenterà al Festival di Sanremo il brano “GUARDASTELLE” (di cui è anche autore insieme a Pino Romanelli). Il brano fa parte del nuovo album dal titolo “L’ATTESA” che uscirà il 5 marzo (prodotto da Gianluca Di Furia per l’etichetta discografica Aliante/Delta Dischi).

In occasione del Festival di Sanremo lo stilista che vestirà Bungaro sarà Cerruti 1881. Il direttore d’orchestra sarà Aidan Zammit (che anche curato gli arrangiamenti del nuovo disco).

“Guardastelle” ”¦ “il futuro appartiene a chi crede alla bellezza dei propri sogni”- con queste parole il cantautore commenta il brano sanremese.

BUNGARO, all’anagrafe Antonio Calò, nasce il 23 maggio 1964 a Brindisi.

Per il cantautore è un ritorno al Teatro Ariston, tredici anni dopo la sua ultima partecipazione, avvenuta in trio con Marco Conidi e Rosario Di Bella (presentavano il brano “E noi qui”). Il Festival lo aveva visto già protagonista agli esordi, nel 1988, quando cantando "Sarà forte" gli fu conferita una speciale menzione della critica. BUNGARO si è aggiudicato, in veste di autore, altre due volte il Premio della Critica al Festival di Sanremo: nel 1998 con “Senza confini”, interpretato dal duo Eramo e Passavanti e nel 2003, con "Lividi e fiori", brano cantato da Patrizia Laquidara (per la quale ha scritto anche la musica di “Agisce”, la canzone con la quale l’artista veneta ha vinto la Targa della Critica, il Premio per la Miglior Musica e il Premio per la Miglior Interpretazione nel 2002 al Premio Recanati).

Nelle ultime stagioni BUNGARO si è dedicato ad una fruttuosa attività "dietro le quinte", come autore e produttore di giovani artisti, mettendo al loro servizio la professionalità e l’esperienza maturate in questi anni e tutta quella spiccata sensibilità umana che da sempre lo caratterizza e che traspare nei suoi brani.

BUNGARO - BIOGRAFIA
Antonio Calò, in arte Bungaro, nasce a Brindisi il 23 maggio 1964.
Il progetto “Bungaro” nasce con la partecipazione al Festival di Sanremo del 1988 con il brano “Sarà forte” che riceve la “Menzione speciale della critica”.
Nel Giugno 1988 pubblica il primo Album “Sulla punta della lingua” (RCA).
Nel 1991 altra presenza al Festival di Sanremo dove, insieme a Conidi e Di Bella con il brano “E noi qui” conosce la grande popolarità . Nel 91 pubblica l’Album “Cantare fa più bene” (RCA).
Nel 1993 pubblica l’Album “Ci perdiamo in tanti” (RCA).
Vince il Disco per l’estate 93 con la canzone “Ci perdiamo in tanti”.
Nel 1994 questa prima fase si chiude con l’album “Tutto d’un fiato” (BMG-Ariola), che raccoglie il meglio della sua produzione musicale con l’inserimento di brani inediti che preludono al nuovo corso, più dinamico e ricercato, quali “Testo e musica”, ed “Apri le braccia”, cover italiana di “Once in a lifetime” dei Talking Heads. Sempre nel ’94 vince il “Premio Rino Gaetano” come “Rivelazione dell’anno”.

Nel ’95 è impegnato in “Tascabile”, uno spettacolo in cui si mescolano con originalità teatro e musica, con un rapporto d’intensa partecipazione del pubblico. L’attività live di questo artista è uno dei suoi punti di forza. Nel’97 pubblica due brani dal titolo: “Apriti cielo” e “Dimmi cosa vedi” (in collaborazione con la cantante irlandese Kay McCarthy).
Il 1998 è per Bungaro l’anno dei riconoscimenti come autore e produttore artistico del progetto Eramo & Passavanti e del loro album Oro e ruggine (BMG) che contiene il brano “Senza confini” (di cui è autore), vincitore del “Premio della critica”, del “Premio A.F.I.” (dato dall’associazione fonografi italiani) e del “Premio Volare” come migliore performance alla 48-ªedizione del “Festival di Sanremo” e Premio Miglior Progetto consegnato da Michael Nyman.

Nella carriera di Bungaro trovano spazio anche esperienze teatrali e cinematografiche, in particolare scrive le musiche per il cortometraggio di Mimmo Mancini e Paolo De Vita “Arroganti” (miglior corto al “Festival di Fano” e in concorso al “Festival di Los Angeles”) e per il cortometraggio Lallaralà di Paolo Iorio e Giovanni Scipioni in concorso al “Festival del Cinema di Venezia” nel ’98. Scrive le musiche degli spettacoli teatrali “Non venite mangiati” e “Le faremo sapere”. Scrive con Aidan Zammit le musiche del cortometraggio Bobbolone (2002), regia di M. Cascella.

Al Festival di Recanati 2002 ottiene la Targa della Critica e Premio per la Miglior Musica con il brano “Agisce”, di cui è autore e produttore artistico, cantato da Patrizia Laquidara (che vince anche il Premio per la miglior interpretazione).

Sempre nel 2002, al Teatro Regio di Torino, è presidente del Premio David d’Autore, rassegna nazionale per autori di testi musicali.In giuria con lui Daniele Silvestri, Niccolò Fabi, Mariella Nava, Franco Migliacci, Massimo Cotto di Radiouno e Neri Marcorè.

Nel 2003 presenta al Festival di Sanremo un suo brano “Lividi e fiori”, interpretato da Patrizia Laquidara con il quale vince il “Premio Volare” ed il “Premio della Critica”.
Ha scritto e collaborato con e per i seguenti artisti: Gianni Morandi, Syria, Gerardina Trovato, Neri Per Caso, Grazia Di Michele, Kay McCarthy, Barbara Eramo, Patrizia Laquidara.


Ha realizzato per il film “IO NO“, uscito nelle sale a Dicembre 2003 per la regia di Simona Izzo e Ricky Tognazzi , la canzone dei titoli di coda“ Occhi belli “ di cui è autore ed interprete.

Prodotto da Gianluca Di Furia, il nuovo album, L’ATTESA, esce il 5 marzo 2004 (Aliante/Delta Dischi).


“L’ATTESA” - NOTE ALBUM di BUNGARO

Occhi Belli
La canzone è stata scelta da Ricky Tognazzi e Simona Izzo per il fim “IO NO”. Le due storie in qualche maniera si incontravano e a tratti combaciavano.

L’infedele
E’ il ritratto dell’uomo normale, con le sue debolezze e i suoi tradimenti.

Guardastelle
Il futuro appartiene a chi crede alla bellezza dei propri sogni.

Le donne d’autunno
Le donne, il loro carattere, le loro passioni, i loro profili appena accennati, intraviste da un uomo.

Agisce
E’ una canzone sul sentimento: le sue contraddizioni, le sue ripicche, le sue sfide. Qualunque sentimento si provi.

Moti Lunari
I raggi della luna colpiscono, passando da una finestra spalancata due giovani amanti.

L’elenco delle cose
E’ una storia d’amore che finisce dopo che una casa è stata appena costruita.

Il regista
Il Regista è un brano dedicato all’arte cinematografica di Patrice Leconte e più precisamente di tre dei suoi film: La Ragazza sul Ponte, Il marito della parrucchiera, L’uomo del treno. Legandoli tra di loro da un filet rouge con delle citazioni a sorpresa, la canzone fa proprie alcuni immagini mischiandole tra di loro, dando così vita ad una storia autonoma e indipendente.

Fare e disfare
È l’idea che un amore possa durare tutta una vita, invece a volte dura solo poche ore.

Nottambula
Nottambula è stata scritta nella Roma degli anni ottanta. Si porta con sè, tutti gli umori, gli entusiasmi e gli odori di quel periodo. La Roma dei vent’anni e della leggerezza apparente che la muoveva.

Ufficio Stampa Bungaro:
Parole & Dintorni per Aliante - resp. Riccardo Vitanza " rif.Silvia Danielli (cell.338.1025996);

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / BUNGARO ...ATTESA''