Brutium e la dieta mediterranea - a confronto la gastronomia di due regioni

Domenica
17:04:36
Novembre
14 2010

Brutium e la dieta mediterranea - a confronto la gastronomia di due regioni

Lazio e Calabria si sfidano a scopo benefico per una raccolta di fondi a favore dei padri minimi si San Francesco di Paola

View 135.8K

word 708 read time 3 minutes, 32 Seconds

Più che una sfida, una bella gara sotto l’egida dell’Unesco che riconoscendo la dieta mediterranea come patrimonio mondiale immateriale dell’umanità ha affratellato, se mai ve ne fosse bisogno, due regioni tra loro apparentemente antitetiche ma invece così vicine e così simili per le comuni origini storiche.

Il valore assunto dal modello alimentare mediterraneo è posto in grande evidenza sotto tutti gli aspetti: da quello puramente scientifico a quello più materialmente gastronomico e l’Associazione “ Brutium “ di Gemma Gesualdi ha voluto utilizzare proprio questo attraente filone per, socialmente parlando, unire l’utile al dilettevole.

Infatti, la sera del 12 novembre a Roma, nello scenario seicentesco di uno dei palazzi romani tra i più belli, Palazzo Rospigliosi, di fronte al Quirinale, si è riunita una giuria di una ventina di personaggi che vanno da protagonisti della politica, della cultura, della gastronomia e del sociale per stabilire quale fosse il “ vincitore“ del match servito a tavola dalla formazione laziale composta dagli chef Flavio De Maio ( ristorante Flavio al velavevodetto di Roma ), Roberto e Loretta ( dell’omonimo ristorante romano ), che ha affrontato a colpi di piatti prelibati e di posate infuocate quella calabrese composta dagli chef Alfonso Massara ( ristorante Le Rose ) e Ivano Daffinà ( ristorante Filippo’s ) entrambi di Vibo Valentia.

La sfida è stata dura, anzi durissima: parmigiana di zucca calabrese contro coratella di abbacchio romana, fileja con stoccafisso al broccolo verde contro rigatoni alla vaccinara, involtino di pesce spada contro polpette di bollito e, infine, ravioli fritti con glassa al limone e gelato al cioccolato contro tiramisù al bicchiere.

Non vi diremo il vincitore: chi non ha partecipato alla tenzone gastronomica “ deve “ ormai provare per credere quanto squisite, raffinate e veramente appetitose fossero le composizioni gastronomiche tutte “ Mediterraneo d.o.c. “.

La famiglia Gesualdi al gran completo, da mamma Maria Luisa Scarselli Gesualdi ai suoi quattro figli, ha presenziato, festeggiatissima ed apprezzata per l’iniziativa, all’intera serata che l’Associazione che rappresenta i circa seimila calabresi di Roma ha appoggiato ed organizzato, a fini anche sociali, devolvendo il ricavato della serata a favore dei titolari della Chiesa romana di San Francesco di Paola di Via Cavour, i padri Minimi, il cui Padre Generale, padre Marinelli, ha fatto parte della giuria di assaggiatori di squisitezze, per il restauro della medesima.

La società di comunicazione Publigoble ha messo gratuitamente a disposizione l’intera sua struttura organizzativa e le proprie collaudate competenze, contribuendo in tal modo al successo di una serata che ha voluto, a Roma, far idealmente riabbracciare tra loro tutti i calabresi lontani dalla loro terra mentre a latere della manifestazione gastronomica il Maestro Fulvio Luongo ha esposto alcune sue opere e la gestione romana del Centro Benessere “ Pleasure “ ha offerto - in palio attraverso una attesissima riffa - un abbonamento per un anno .

Tra i personaggi presenti abbiamo notato, con molto piacere, l’On. Alfredo Antoniozzi e suo padre, il Grande Dario, politici di razza, l’On. Davide Bordoni, il Dott. Luigi Cremona, Marta Flavi, Saverio Vallone e tanti altri, Assunta Almirante compresa, che con la loro presenza hanno voluto sottolineare non soltanto quanto grande sia la solidarietà e l’impegno civico della colonia calabrese a Roma ma anche quanto viva sia ancora la fiamma delle antiche civiltà della Magna Grecia che ancora arde forte nel cuore del Lazio, di antica civiltà sub greca, e nel cuore dell’Italia tutta.
La serata ha anche sottolineato quanto importante sia il sistema di alleanze che accomuna i laziali ed i calabresi che, sebbene separatamente tendano a raggiungere obbiettivi tipici delle proprie culture, egualmente ed insieme tendono a raggiungere e valorizzare le vocazioni proprie delle due regioni allo scopo ultimo di contribuire alla formazione di una tipicità veramente tutta italiana.

Scopo, questo, ampiamente raggiunto attraverso la valorizzazione di una delle più semplici e spontanee tipicità regionali: la dieta mediterranea che domani a Nairobi, in Kenia, vedrà il suo trionfo dopo che l’apposito Comitato dell’Unesco l’avrà proclamata “ Patrimonio Immateriale dell’Umanità “.

Nella foto: l’On. Dario Antoniozzi e Gemma Gesualdi, Presidente di “ Brutium “.

Source by Flashsport


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Bruti...regioni