Riflessione: Il Contadino

Martedì
03:45:01
Giugno
05 2007

Riflessione: Il Contadino

View 168.7K

word 693 read time 3 minutes, 27 Seconds

«Ad un contadino in una giornata di pioggia forte.. gli scappa via.. un bel Cavallo dalla fattoria... tutto il paese corre in quanto dispiaciuti.. "peccato ora come fai sarai rovinato” e il contadino "chi vi dice che sia la mia rovina”... dopo 2 mesi il cavallo torna con una mandria di cavalli... tutto il paese corre alla sua fattoria e dicono.. "adesso diventerai ricco con tutti questi cavalli” e il contadino "chi vi dice che sia la mia fortuna”.. un giorno il contadino sale su uno dei cavalli e poco dopo cade rompendosi una Gamba in modo molto grave..

Tutti gli abitanti del paese vanno alla fattoria dispiaciuti per l’accaduto.. e dicono: "peccato ora come fai sarai rovinato” e il contadino "chi vi dice che sia la mia rovina” .

Dopo 1 anno il paese entra in guerra e vengono chiamati tutti gli uomini del paese per servire la patria ma il contadino.. non verrà chiamato per via della sua Gamba rotta..
Tutto il paese corre alla sua fattoria e dicono.. "Visto che fortuna, sei l’unico uomo rimasto in paese” e il contadino "chi vi dice che sia la mia fortuna”..
Dopo 6 Mesi nello stesso paese il contadino è costretto a partire perché dovrà farsi curare la gamba visto che è peggiorata molto...
Tutto il paese corre alla sua fattoria e dicono.. "adesso come fai con la fattoria visto che non ci sarai per molto tempo” e il contadino "chi vi dice che sia la mia rovina”..

Dopo un mese dalla partenza del contadino, il paese viene bombardato dal Fuoco nemico... e, con esso anche la Fattoria e molte case del paese... producendo molti morti e enormi danni... mentre il contadino si trovava a diverse regioni di distanza dal luogo che si trovava già in guerra..»

Nel nuovo paese si strinsero a Lui.. la sua famiglia e gli amici del posto complimentadosi per la Gamba ormai guarita grazie alle cure ricevute, e iniziarono a dire: "Visto che fortuna, sei tornato in salute ora puoi riorganizzare la tua fattoria come un uomo nuovo” e il contadino "chi vi dice che sia la mia fortuna”..

Al rientro in paese dopo le cure ricevute alla gamba gravemente danneggiata dalla caduta da cavallo il contadino..
Vide la fattoria distrutta.. e molte persone rimaste in paese Morte e le rimanenti... oltre alla sua famiglia.. si avvicinarono al Contadino e dissero: "Santo Cielo visto che rovina ora come fai non hai più nulla ti hanno distrutto la fattoria” e il contadino "chi vi dice che sia la mia rovina”..

Grazie alla gamba completamente guarita ebbe la forza di riprendere a ricostruire la sua fattoria, ma viste le poche risorse chiese aiuto agli amici dove si fece curare la gamba.. e questi amici visti i danni causati dalla Guerra inoltrarono ad amici propri una lettera.

Il contadino dopo 2 mesi dalla sua richiesta, ricevette diverso materiale e un risarcimento per danni subiti a causa del bombardamento.. al solito gli abitanti del paese andarono alla fattoria e dissero: "Visto che fortuna, adesso puoi ricostruire velocemente la tua fattoria e riprendere a vivere come un tempo” e il contadino "chi vi dice che sia la mia fortuna”..

A Voi il Pensiero Finale.. o al proseguo di questa Storia.. scritta con elementi di pura fantasia..

Il commento dell’autrice:

Certo ciò che appare in questo momento dal racconto di questa storia, non è ciò che realmente "è per noi il momento peggiore della Vita..” . Questo racconto mette in risalto i diversi momenti della vita del contadino, per mettere il lettore in condizione di pensare a questa storia, come un momento utile a farci capire che la vita ci mette alla prova in ogni istante, per donarci il dono che segue l’evento appena accaduto.. e, tale dono lo si può ricevere soltanto se si attraversano i momenti apparentemente molto brutti e, i momenti apparentemente molto belli.. ma in ogni caso sempre molto intensi e significanti per il completamento della nostra personalità.

è sempre importante, il momento "presente” per offrirci la possibilità di raggiungere il momento successivo del nostro cammino, che permetterà il nostro avvicinamento, alla luce immensa che Dio ci ha riservato... Con Sincera Serenità.

Source by Silvia Michela Carrassi


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Riflessi...Contadino
from: ladysilvia
by: Silvia Michela Carrassi
from: ladysilvia
by: Letterio_Curcuruto
from: ladysilvia
by: Redazione
from: ladysilvia
by: Redazione
from: ladysilvia
by: Letterio_Curcuruto
from: ladysilvia
by: Letterio_Curcuruto
from: ladysilvia
by: Letterio_Curcuruto
from: ladysilvia
by: Silvia Michela Carrassi