lancio della campagna di Altroconsumo sui servizi finanziari

Sabato
15:22:12
Gennaio
26 2008

lancio della campagna di Altroconsumo sui servizi finanziari

inchiesta su credito e risparmio " lancio della campagna di Altroconsumo sui servizi finanziari.

Raccomandata A.R. Anticipata via fax Alla c.a. Pier Luigi Bersani Ministro dello Sviluppo Economico

View 137.5K

word 789 read time 3 minutes, 56 Seconds

Anticipazione raccomandata, che riportiamo per rendere visibile il problema inchiesta : Gianfrancesco Vecchio Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori Ministero dello Sviluppo Economico

inviata a:
Corrado Faissola Presidente ABI
Giuseppe Zadra Direttore Generale ABI
Donata Monti Responsabile Rapporti con le Associazioni di Consumatori ABI
Antonio Catricalà Presidente Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
Alberto Nahmijas D.G. per la Concorrenza " AGCM
Francesca Ferri D.G. per la Tutela dei Consumatori " AGCM
Mario Draghi Governatore della Banca d’Italia

Milano, 18 gennaio 2008
Oggetto: nostra inchiesta su credito e risparmio " lancio della campagna di Altroconsumo sui servizi finanziari

Altroconsumo, associazione indipendente di consumatori, ha iniziato il 2008 all’insegna dei Servizi Finanziari, tema che approfondiremo da diversi punti di vista durante tutto l’anno.

Per iniziare abbiamo voluto monitorare la situazione italiana intervistando più di 3.500 consumatori per conoscere le loro abitudini relativamente i seguenti settori:

Ӣ prestiti e altre forme di credito al consumo;
”¢ operazioni all’interno del mercato immobiliare;
Ӣ assicurazioni;
Ӣ risparmi;
Ӣ investimenti.

I risultati dello studio, purtroppo, non sono particolarmente positivi, nè incoraggianti: in generale gli italiani sono pessimisti sul futuro, causa questa di una sempre minor propensione al cambiamento.

I dati raccolti sono illustrati in maniera dettagliata all’interno dell’articolo pubblicato sulla rivista “Soldi&Diritti” di gennaio 2008 (in allegato). All’interno della presente ci interessa evidenziare solo alcuni dei problemi che già in passato abbiamo denunciato ma che riteniamo siano fondamentali per il nostro Paese:

1. il 48% degli intervistati non riesce ad acquistare una casa in quanto non ha disponibilità economica o non possiede i requisiti per accedere ad un mutuo;

2. gli italiani che decidono di fare un investimento (51%) seguono in particolare due criteri: il basso rischio e il rendimento. Nella maggior parte dei casi, però, le scelte sono prese senza confrontare le altre possibilità presenti sul mercato;

3. bassa propensione all’indebitamento (44% degli intervistati). I tipi di finanziamento più diffusi tra gli italiani sono le forme di credito al consumo (43%) e il mutuo (20%). In entrambi i casi, comunque, la maggior parte non impegna più del 33% del proprio reddito mensile per pagare le rate, con conseguente diminuzione del rischio di sovraindebitamento;

1 Altroconsumo, associazione di consumatori più rappresentativa del Paese, ha oltre 300.000 soci in tutta Italia ed è unico membro italiano del BEUC (Bureau Europèen des Unions de Consommateurs)

4. il 45% degli italiani non confronta mai i tassi di interesse dei prodotti disponibili prima di accedere al finanziamento, cosa che potrebbe, invece, produrre un risparmio non indifferente. Riteniamo particolarmente importante sottolineare la scarsità di informazioni corrette e trasparenti fornite dalle banche (il valore del TAEG dichiarato dagli operatori è spesso differente da quello realmente applicato, l’ISC delle carte revolving non è quasi mai comunicato...);

5. la maggior parte dei consumatori preferiscono accendere un mutuo a tasso variabile piuttosto che a tasso fisso ignorando la possibilità di un aumento delle rate mensili. La banca non fornisce informazioni sufficienti in tal senso e solo in pochi casi viene consegnato l’ESIS, modulo senza il quale il confronto tra diverse offerte è praticamente irrealizzabile;

6. la scelta della banca con cui sottoscrivere il contratto di credito ipotecario ricade nella maggior parte dei casi su quella di cui si è già clienti senza confrontare le condizioni offerte da altre banche;

7. infine l’annoso problema della mancanza di mobilità dei consumatori nonostante le norme emanate negli ultimi anni (annullamento delle spese per la chiusura dei conti correnti, portabilità dei mutui...). Abbiamo rilevato, purtroppo, che gli operatori finanziari non sono ancora disposti ad applicare le nuove leggi a favore dei consumatori.

I risultati dell’inchiesta individuano tre problematiche su cui riteniamo sia indispensabile intervenire:

Ӣ maggiore informazione
Ӣ maggiore trasparenza degli operatori
Ӣ maggiore concorrenza

Proprio alla luce di tale situazione Altroconsumo ha deciso di prestare a tali argomenti sempre maggior attenzione, dedicando l’intero anno ai servizi finanziari realizzando inchieste, schede informative, approfondimenti e iniziative sul campo per contribuire a creare una cultura economica e del risparmio, cosa che nel nostro Pese è praticamente assente. La campagna è stata denominata “+ informati " spennati” per sottolineare l’importanza che ricopre l’educazione in campo finanziario.

Ci attiveremo per chiedere alle Autorità competenti di fare quanto rientra nelle proprie competenze affinchè i comportamenti degli operatori siano il più possibile trasparenti nei confronti dei consumatori e soprattutto perché le regole in materia di concorrenza bancaria siano realmente rispettate e che le barriere ancora esistenti siano definitivamente abbattute.

A disposizione per ulteriori informazioni, inviamo i nostri più cordiali saluti.

Avv. Marco Pierani Responsabile Relazioni Esterne Istituzionali Altroconsumo

All.: Articolo “Credito e risparmi: italiani poco informati” - Soldi&Diritti n°98 gennaio 2008

Source by Altroconsumo


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / lancio d...inanziari