Moratti: “Sei ordinanze contro il disagio insieme a un piano di sostegno sociale”

Mercoledì
00:31:01
Novembre
05 2008

Moratti: “Sei ordinanze contro il disagio insieme a un piano di sostegno sociale”

I provvedimenti varati in linea con il decreto Maroni che contiene "misure urgenti in materia di sicurezza pubblica". Sono uno strumento per contrastare: l’acquisto e il consumo di sostanze stupefacenti in luoghi pubblici; il consumo di bevande alcoliche in luoghi pubblici; la prostituzione sulle strade cittadine; i comportamenti che danneggiano il patrimonio pubblico e privato; l’accattonaggio molesto

View 134.5K

word 577 read time 2 minutes, 53 Seconds

Milano: Sicurezza per i cittadini, lotta al degrado urbano ma anche prevenzione e aiuto. “Milano è la prima città d’Italia a varare delle ordinanze in merito alla sicurezza e, contemporaneamente approntare un piano concreto di sostegno sociale volto al recupero, all’assistenza e al reinserimento”. Così da Palazzo Marino il Sindaco Letizia Moratti ha presentato i sei provvedimenti varati dalla Giunta in linea con il decreto Maroni (Legge 24 luglio 2008 n. 125) che contiene “misure urgenti in materia di sicurezza pubblica”. Un ampliamento dei poteri del Sindaco, quale Ufficiale di Governo, che gli attribuisce la facoltà di adottare ordinanze per contrastare comportamenti che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana.

“Oggi " ha aggiunto il Sindaco " firmo sei ordinanze finalizzate a tutelare i milanesi rispetto a una serie di comportamenti che sono pericolosi per la collettività e limitano la libertà delle persone”.

Le sei ordinanze, ha sottolineato la Moratti, sono uno strumento per contrastare: l’acquisto e il consumo di sostanze stupefacenti in luoghi pubblici; il consumo di bevande alcoliche in luoghi pubblici allorchè generino situazioni di degrado o di pericolo; la prostituzione sulle strade cittadine; i comportamenti che danneggiano il patrimonio pubblico e privato; l’accattonaggio molesto, un fenomeno che favorisce un forte degrado sociale e urbano.

La sanzione stabilita è di 500 euro. La somma da pagare in misura ridotta è di 450 euro, qualora sia saldata entro 5 giorni dall’accertamento.

“Da domani " ha dichiarato il Sindaco " tutte le forze dell’ordine potranno iniziare ad applicare le sanzioni amministrative ma, come ho sempre detto, le misure repressive sono una risposta se accompagnate da adeguate politiche sociali di recupero su base volontaria e di sostegno nelle situazioni di degrado e di disagio”.

Si tratta di un programma organico di interventi per il quale il Comune stanzia 3 milioni di euro. Due le macro-aree previste " la prevenzione e la formazione " e un Osservatorio permanente, gestito da un ente terzo, che analizzerà i dati e valuterà l’operato: queste le linee d’azione presentate dall’assessore a Famiglia, Scuole e Politiche sociali, Mariolina Moioli e dal vice Sindaco Riccardo De Corato nel corso della conferenza stampa.

“Puntiamo al recupero della persona " ha detto l’assessore Moioli " e all’aiuto dei soggetti deboli, in particolare dei bambini, troppo spesso sfruttati per l’accattonaggio. La nostra azione decisa in questo senso ha allontanato negli ultimi mesi un numero sempre crescente di minori dalle strade. Avere il 75 per cento dei bambini rom che frequentano le scuole è stato un incoraggiante risultato”.

Progetti di recupero e reinserimento che hanno dato risultati importanti anche nell’ambito della lotta alla prostituzione, come ha notato il vice Sindaco De Corato: “Sono più di 500 le ragazze che abbiamo liberato da condizioni di reale schiavitù. Lo sforzo per la prevenzione su tutto il territorio è costante e le risorse investite ingenti. Il Patto per la Legalità , varato proprio per primo da Milano, sta dando i suoi frutti”.

Un territorio, quello del capoluogo lombardo che, come ha ricordato il Sindaco Moratti, “secondo i dati dell’Onu, ospita il 50 per cento dei rifugiati politici in Italia”.

Source by Moratti


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Moratti:...iale”