Pronti a imporre messa in sicurezza immobile

Venerdì
13:53:38
Marzo
13 2009

Pronti a imporre messa in sicurezza immobile

Controlli CC in stabile S.Maria del Suffragio

View 164.9K

word 303 read time 1 minute, 30 Seconds

Milano: “ Ringrazio il colonnello Sergio Pascali, comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, nonchè il prefetto Gian Valerio Lombardi e il questore Vincenzo Indolfi, per il blitz effettuato questa mattina dai militari al civico 3 dello stabile di Santa Maria del Suffragio. Un atto che dà seguito alla riunione tenuta ieri in Prefettura per esaminare proprio la situazione di quell’immobile, oggetto di reiterate occupazioni abusive e degrado. Avevo invitato Asl, Aem, Amsa e settore Attuazione delle Politiche ambientali a controllare le condizioni di sicurezza e igienico-sanitarie dell’immobile e a relazionare al Comune. Che potrà , sulla base del rapporto, ingiungere alla proprietà la messa in sicurezza dell’edificio”.

Lo dichiara il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato a seguito del blitz operato dai Carabinieri in uno stabile di piazza Santa Maria del Suffragio.

“Il blitz del 10 Marzo scorso - spiega De Corato - si aggiunge a quello effettuato il 3 febbraio dall’Arma e agli interventi della Polizia di Stato dello scorso aprile quando vennero liberati 21 alloggi occupati abusivamente sui 67 totali. A maggior ragione, questa nuova operazione potrebbe permettere ad Asl, Aem, Amsa e settore Attuazione delle Politiche ambientali del Comune di intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza e igienico-sanitarie dell’immobile. L’edificio, oltre ad essere fatiscente, non rispetta criteri di sicurezza come testimoniano i 4 incendi verificatisi in passato. Sulla base delle relazioni fornite dagli enti, il Comune potrebbe dunque imporre alla proprietà la messa in sicurezza tramite un’ordinanza contingibile e urgente”.

“A Milano " sottolinea de Corato - ci sono altri 7 stabili in condizioni di degrado che attendono una definitiva messa in sicurezza. Si tratta degli edifici di via De Lemene 51 e 55, via Cavezzali 11, viale Bligny 42, via Gulli 3, via Clitumno 11 e via Padova/via Rizzoli”.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Pronti a... immobile