Scuola: via libera alla riforma dei licei

Venerdì
00:38:12
Giugno
19 2009

Scuola: via libera alla riforma dei licei

View 163.9K

word 607 read time 3 minutes, 2 Seconds

Roma: Il consiglio dei ministri del 12 giugno 2009 ha approvato la riforma dei licei che partirà dal 2010 e che il ministro dellIstruzione, Università e Ricerca, Mariastella Gelmini, ha illustrato in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Con questa riforma si vuole fornire maggiore sistematicità e rigore e coniugare tradizione e innovazione; razionalizzare i piani di studio, privilegiando la qualità e lapprofondimento delle materie di studio; caratterizzare accuratamente ciascun percorso liceale; riconoscere ampio spazio allautonomia delle istituzioni scolastiche; consentire una più ampia personalizzazione, grazie a quadri orari ridotti che danno allo studente la possibilità di approfondire e recuperare le mancanze.


Il 12 giugno 2009 il consiglio dei ministri ha approvato la riforma dei licei che partirà dal 2010 e che il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Mariastella Gelmini, ha illustrato in conferenza stampa a Palazzo Chigi.


Tra le novità introdotte:


Liceo classico: sarà introdotto l’insegnamento di una lingua straniera per l’intero quinquennio;


Liceo scientifico: sarà possibile, oltre al normale indirizzo scientifico, attivare l’opzione scientifico tecnologico, che consentirà l’approfondimento della conoscenza di concetti, principi e teorie scientifiche e di processi tecnologici, anche attraverso esemplificazioni operative;


Liceo linguistico: è previsto l’insegnamento di tre lingue straniere; un insegnamento non linguistico sarà impartito in lingua straniera dal terzo liceo e allo stesso modo un secondo insegnamento dal quarto liceo.


Liceo artistico, articolato in tre indirizzi: - arti figurative: a conclusione del percorso di studio gli studenti dovranno essere in grado di cogliere i valori estetici nelle opere artistiche ed individuare le problematiche estetiche, storiche, economiche, sociali e giuridiche connesse alla tutela e alla valorizzazione dei beni artistici e culturali; - architettura, design, ambiente: a conclusione del percorso di studio gli studenti dovranno essere in grado di conoscere e utilizzare i codici della comunicazione visiva e audiovisiva nella ricerca e nella produzione artistica, in relazione al contesto storico-sociale; - audiovisivo, multimedia, scenografia: a conclusione del percorso di studio gli studenti dovranno essere in grado di impiegare tecnologie tradizionali e innovative nella ricerca, nella progettazione e nello sviluppo delle proprie potenzialità artistiche.


Liceo musicale e coreutica: sarà articolato nelle due sezioni musicale e coreutica: inizialmente saranno istituite 40 sezioni musicali e 10 sezioni coreutiche e i licei potranno essere attivati in collaborazione con i conservatori e le accademie di danza per le materie di loro competenza.


Liceo delle scienze umane: sostituirà il liceo socio-psico-pedagogico, portando a regime le sperimentazioni avviate negli anni scorsi. Il piano di studi si baserà sull’approfondimento dei principali campi di indagine delle scienze umane, della ricerca pedagogica, psicologica e socio-antropologico-storica. Detti licei potranno attivare l’opzione sezione economico-sociale, che approfondirà nessi e interazioni fra le scienze giuridiche, economiche, sociali e storiche.


Altre novità introdotte: a) valorizzazione della lingua latina: i latino sarà insegnamento obbligatorio nel liceo classico, scientifico, linguistico e delle scienze umane; come opzione negli altri licei; b) incremento orario della matematica, della fisica e delle scienze per irrobustire la componente scientifica nella preparazione liceale degli studenti (gli insegnamenti di fisica e scienze possono essere attivati dalle istituzioni scolastiche anche nel biennio del liceo classico); c) potenziamento delle lingue straniere con la presenza obbligatoria dell’insegnamento di una lingua straniera nei cinque anni ed eventualmente di una seconda lingua straniera usando la quota di autonomia; d) presenza nel liceo scientifico di una opzione in cui confluisce l’esperienza del liceo tecnologico; e) presenza delle discipline giuridiche ed economiche sia nel liceo scientifico (opzione tecnologica), sia nel liceo delle scienze sociali (opzione economico-sociale), sia negli altri licei attraverso la quota di autonomia; f) insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera, nel quinto anno, che ci allinea alle migliori esperienze del resto d'Europa.


Approfondimento

Source by Ministero_Istruzione_Università_e_Ricerca


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Scuola: ...dei licei
from: ladysilvia
by: Bocconi
from: ladysilvia
by: Apple