Castells: Comunicazione, potere e killeraggio politico

Giovedì
14:33:23
Settembre
03 2009

Castells: Comunicazione, potere e killeraggio politico

Esce domani "Comunicazione e potere" di Manuel Castells, una riflessione sulla politica mediatica nell’età dell’informazione

View 131.6K

word 556 read time 2 minutes, 46 Seconds

Da quando, ragazzino, distribuiva volantini antifranchisti nei cinema di Barcellona, Manuel Castells ha capito che "il potere è basato sul controllo della comunicazione e dellinformazione”. Da allora in poi il sociologo catalano ha partecipato a gran parte dei movimenti sociali dellultimo mezzo secolo, vivendo e osservando la lotta per conquistare le menti delle persone e gli arsenali messi in campo a questo fine. Ha analizzato il rapporto tra comunicazione e potere fino a essere definito dal Financial Times, pochi giorni fa, "il Marshall McLuhan dei nostri tempi”.
In Comunicazione e potere (Università Bocconi editore, 2009, 693 pagine, 34,50 euro) Castells rivela la dimensione politica di chat, blog, peer-to-peer, sms, instant messaging e social network elettronici, spiegando perché le regole della politica mediatica non possono che portare al killeraggio politico, un'espressione da lui introdotta anni fa. "Il potere è più che comunicazione”, concede, "ma il potere si fonda sul controllo della comunicazione, come il contropotere dipende dallinfrangere quel controllo”.
Il suo discorso si fa immediatamente concreto con lanalisi del potere e della comunicazione nella moderna società in rete, "una struttura sociale costruita intorno a (ma non determinata da) reti digitali di comunicazione”. Anche se i poteri si organizzano essi stessi in reti e mirano al controllo dei nuovi mezzi di comunicazione, internet e le tecnologie mobili hanno reso possibile quella che Castells definisce autocomunicazione di massa. Per la prima volta nella storia, grazie al potere moltiplicativo dei passaggi tra reti sociali connesse, la voce di attori estranei allestablishment può raggiungere un pubblico paragonabile a quello dei mass media e innescare la mobilitazione politica. A questa possibilità, e alla sua salvaguardia, Castells dedica la sua opera più significativa dai tempi della trilogia Letà dell’informazione.
Dellautocomunicazione di massa si sono avvalsi, nel recente passato, i promotori di politiche insorgenti (di cambiamento) come Barack Obama, il movimento ambientalista o quello che si è creato, in Spagna, allindomani degli attentati dell11 marzo 2004, quando il governo spagnolo tentò di incolpare i separatisti baschi dellEta a fini elettorali. Dimostrando precisione certosina e infaticabile capacità di lettura e gestione di materiali che spaziano dalla politica al business, dalla comunicazione alle neuroscienze, dalla tecnologia alle dinamiche sociali, Castells ricostruisce nel dettaglio le vicende dei tre movimenti, mettendo in luce la centralità delle scelte comunicative legate alle reti.
Castells è altrettanto rigoroso nelle sezioni dedicate alla ricostruzione delle intricate reti di potere e di comunicazione dei nostri tempi (con unapprofondita analisi della disinformazione che ha reso accettabile linvasione dellIraq) e dei condizionamenti che i mezzi di comuicazione impongono alla politica, fino a trasformarla in una "politica mediatica”.
Individua il rischio maggiore nellappropriazione di internet da parte del potere (con i casi delle diverse strategie di controllo di Russia e Cina) e da parte delle imprese, che perseguono una strategia di "mercificazione della libertà: recintare i beni comuni della comunicazione libera e mettere in vendita laccesso alle reti di comunicazione globale chiedendo in cambio alla gente che ceda la propria privacy e diventi bersaglio della pubblicità (...) è per questo forse che i movimenti sociali più decisivi della nostra epoca sono esattamente quelli che mirano a preservare internet libera, libera tanto dai governi quanto dalle aziende, perché ritagliano uno spazio di autonomia comunicazionale che costituisce il fondamento del nuovo spazio pubblico nellEtà dellInformazione”.

Source by Bocconi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Castells... politico