Il cancro in una molecola

Giovedì
07:53:49
Novembre
13 2003

Il cancro in una molecola

View 133.9K

word 483 read time 2 minutes, 24 Seconds

UNA NANOTECNOLOGIA attualmente usata per individuare eventuali imperfezioni nei chip di silicio potrebbe in futuro permettere la diagnosi più tempestiva del cancro, con un margine di esattezza superiore a quanto possibile finora.

Un team composto da dieci scienziati di diversi ambiti disciplinari " ingegneri, chimici, fisici, nanotecnologi " dell’Intel ha adattato questo dispositivo al fine di creare uno strumento in grado di identificare le patologie in campioni di tessuto umano, molecola per molecola.

Se la nuova tecnica funzionerà , si tratterà del metodo diagnostico più accurato e preciso mai messo a punto. Potrebbe individuare il male alle prime fasi del suo sviluppo, quando è più facile curarlo. «Si tratta di una metodologia molto più sofisticata di quanto potrebbe mai procurarsi da terzi un qualsiasi centro medico», spiega Andy Berlin, responsabile della sezione di ricerca biologica dell’Intel.

Talent scout di tecnologie
Il team di Berlin ha già realizzato un prototipo dello strumento, che occupa una stanza da 180 metri quadri nei quartier generali dell’Intel a Santa Clara, in California. Appena i ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center hanno saputo della sua esistenza, hanno voluto subito provarlo. Per questo gli scienziati dell’Intel sono attualmente impegnati nella costruzione di un’altra unità identica con sede nell’istituto di Seattle. «Il nuovo strumento è diverso da tutti gli altri che lo hanno preceduto perché riesce ad analizzare le singole molecole», spiega Berlin. «Non è una novità trascurabile». Sono le proteine anomale a innescare la cascata di eventi che porta all’insorgere del cancro. E le proteine sono composte appunto di singole molecole, quindi quest’apparecchiatura è in grado di individuare il tumore praticamente fin dall’inizio. D’altra parte " aggiunge Berlin " il progetto è estremamente rischioso. Ci vorrà almeno un anno solo per sapere se questo strumento, denominato Raman Bioanalyzer System, è in grado di fornire agli specialisti informazioni utili in merito alle patologie umane.

Berlin è stato assunto dall’Intel come responsabile del settore di ricerca biologica per studiare le ultime innovazioni nate dall’azienda e scegliere quella che riteneva più promettente a fini biotech. Alla fine egli ha optato per lo spettrometro Raman, finora impiegato nell’individuazione di eventuali anomalie nei chip di silicio, perché pensava potesse essere altrettanto utile nell’identificazione delle anomalie dei tessuti umani. Sapeva che ci sarebbe voluto del tempo per sviluppare l’idea, ma sapeva anche che i suoi sforzi sarebbero stati largamente ricompensati a lungo termine. «L’Intel ha progettato un’apparecchiatura estremamente sensibile. Talmente sensibile che pensiamo possa riuscire a vedere ciò che non era mai stato visto prima», spiega. Gli scienziati utilizzano da anni sistemi analoghi per l’analisi dei composti chimici, ma nessuno aveva mai provato a impiegarli in maniera intensiva per esaminare tessuti di origine biologica, come la pelle o il sangue. «Finora abbiamo studiato il sangue di mucca e abbiamo ottenuto dei buoni risultati, ma non abbiamo ancora analizzato niente di umano», continua il ricercatore.

Source by ENEL_Boiler


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Il cancr... molecola