Case popolari, occupazioni abusive. Giudici, Frenare Fenomeno

Giovedì
12:18:12
Luglio
01 2010

Case popolari, occupazioni abusive. Giudici, Frenare Fenomeno

Case popolari, occupazioni abusive: “A Milano assoluzioni e archiviazioni superano condanne. Giudici cambino registro per frenare fenomeno”.
Secondo dati Aler su 662 querele 216 finiscono in nulla di fatto, 293 sono ancora al vaglio e solo 153 sono le condanne. Da Polizia Locale due nuovi escomi a Quarto Oggiaro e Quarto Canino

View 134.3K

word 461 read time 2 minutes, 18 Seconds

Milano: “Doppio escomio a Quarto Oggiaro e Quarto Cagnino. La Polizia Locale insieme a un contingente della Polizia di Stato, accompagnati da un ispettore Aler ha liberato un trilocale in via Satta, occupato abusivamente da una coppia di italiani di 39 anni. E ha sgomberato un alloggio di via Fratelli Zoia, dove abitavano un’altra coppia di italiani nullafacenti di 44 e 50 anni. Continua la linea della fermezza. Ma se vogliamo un maggiore effetto deterrente dobbiamo cambiare registro. Finchè l’occupazione abusiva, punita sulla carta dall’art. 633 del codice penale, non viene percepita come reato, gli escomi andranno avanti all’infinito. Per frenare il fenomeno serve applicare la legge. Che prevede, dopo le querele, l’istruzione dei processi. Ma a Milano secondo i dati Aler il numero delle assoluzioni e delle archiviazioni supera le condanne. Su 662 procedimenti al vaglio della Magistratura, 216 hanno portato ad assoluzioni e archiviazioni, solo 153 a condanne e 293 sono ancora in corso. Va peraltro fatto notare che ci sono ancora 427 processi pendenti a seguito di querela”.

Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato. Sul posto erano presenti i Servizi Sociali e un medico. Entrambi gli appartamenti sono stati sigillati.

“Nei primi 5 mesi del 2010 " sottolinea De Corato - sono già 399 gli alloggi del patrimonio comunale e di Aler recuperati grazie alla proficua collaborazione con l’azienda di viale Romagna. E le nuove occupazioni abusive sono completamente azzerate”.

“Solo a Quarto Oggiaro " prosegue De Corato -, con la nuova gestione Aler, sono già stati effettuati 41 interventi di recupero. E poco più di dieci giorni fa, Polizia Locale e Aler hanno inflitto un duro colpo a uno dei clan malavitosi che teneva in ostaggio i residenti del quartiere, cacciando da via Lopez la famiglia Tatone, nota alle Forze dell’ordine. Un colpo che segue a quello inferto alle famiglie Pesco-Cardinale, che spadroneggiavano al Niguarda, arrestate con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla gestione del racket delle case popolari in via Monti. Due giorni fa " conclude De Corato " abbiamo preso atto della scarcerazione di Anna Cardinale che, dopo l’arresto di novembre, aveva già potuto godere degli arresti domiciliari, in quanto incinta, proprio nell’alloggio comunale di via Monti occupato abusivamente. Ora ci auguriamo che per lei non ci sia nessuno sconto di pena. E che il prossimo 20 luglio, quando verrà pronunciata la sentenza nel processo che vede il Comune parte civile, i giudici dimostrino la giusta severità ”.

Riccardo De Corato - Vice Sindaco

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Case pop... Fenomeno