Confiscati beni per due milioni di euro

Mercoledì
09:12:41
Luglio
21 2010

Confiscati beni per due milioni di euro

View 133.3K

word 568 read time 2 minutes, 50 Seconds

Andria (BA) - Nella giornata di ieri i carabinieri della Compagnia di Andria hanno notificato un provvedimento di confisca che ha riguardato beni mobili e immobili per i quali nel mese di febbraio scorso era già stata eseguita una Misura di Prevenzione Personale e Patrimoniale nei confronti di due persone, padre e figlio, entrambi pregiudicati, di 53 e 27 anni, all’epoca rispettivamente agli arresti domiciliari e sorvegliato speciale di P.S., che il 26 giugno 2009 furono arrestati nel corso di un’operazione antidroga.

Gli stessi nella circostanza, sorpresi a spacciare nella loro “villa bunker“ protetta da telecamere, sita in contrada “Madama Camilla“, vennero arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, detenzione illegale di armi da sparo, possesso di radio ricetrasmittente sintonizzata sulle frequenze delle Forze di Polizia e violazione delle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale e gli arresti domiciliari.

Nel corso della perquisizione, nell’immobile i Carabinieri infatti rinvennero un quantitativo di cocaina utile alla preparazione di una quarantina di dosi pronte per essere immesse sul mercato e sequestrarono un impianto di videosorveglianza utile a tenere sotto controllo la zona circostante attraverso dei monitor che trasmettevano in tempo reale le immagini riprese all’esterno.

Gli accertamenti patrimoniali, eseguiti dai Carabinieri di Andria e dalla Procura di Trani utilizzando le norme introdotte con il “Pacchetto Sicurezza“ che consentono di “aggredire“ i Patrimoni di tutti i soggetti che vivono abitualmente con i proventi di attività delittuose, hanno evidenziato come i due abbiano nel tempo mantenuto un tenore di vita notevolmente superiore alle loro reali possibilità economico-finanziarie e capacità reddituali.

Nel corso dei precedenti accertamenti, infatti, è emerso che gli stessi:
”¢ intestavano ai loro più stretti familiari o a prestanome le proprietà acquistate con i proventi di attività delittuose;
Ӣ dal 1998 al 2008 hanno complessivamente dichiarato redditi per complessivi 56mila euro a conferma della palese sproporzione tra quanto dichiarato rispetto al valore economico dei beni sottoposti a sequestro.
Il provvedimento odierno, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Trani, di recente istituzione, riguarda automezzi, motoveicoli, terreni ed immobili (comprensivi degli arredi, elettrodomestici, impianti tecnologici in genere, suppellettili di pregio, monili in oro, gioielli, orologi e beni di altre utilità e di valore a disposizione dell’intero nucleo familiare), beni mobili, polizze assicurative e rapporti bancari riconducibili all’interno nucleo familiare per un valore stimato in 2 milioni di euro, già sottoposti a sequestro preventivo dai carabinieri nello scorso mese di febbraio. In particolare sono stati confiscati:
- una villa di lusso, estesa su di una superficie catastale di circa 1 ettaro;
- 3 autoveicoli (una BMW serie 1, una Fiat Nuova 500, una BMW 320) e un autocarro;
- 2 motociclette (una Scarabeo e una Piaggio Vespa);
- parte di un appezzamento di terreno di circa tre ettari, coltivato ad uliveto, sito in “area a vocazione turistica“;
- un appezzamento di terreno di circa due are, sito “in area edificabile“;
- un’agenzia immobiliare con sede in Andria;
- una quota societaria di un’impresa edile di costruzioni il cui patrimonio comprende un complesso immobiliare residenziale in fase di realizzazione ubicato a Squinzano (Le) costituito da 16 appartamenti e pertinenze varie;
- una polizza assicurativa relativa all’agenzia immobiliare;
- 8 conti correnti bancari ed una cassetta sicurezza.
I beni sono stati affidati all’Agenzia Nazionale dei Beni confiscati alla mafia, con sede a Reggio Calabria, cui la legge n. 50 del 2010 attribuisce i compiti di gestione, amministrazione e destinazione del patrimonio oggetto di confisca.

Source by carabinieri


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Confisca...i di euro