Disabili. Ferragosto in vacanza a casa

Domenica
12:33:02
Agosto
15 2010

Disabili. Ferragosto in vacanza a casa

Ricoverata in ospedale rientra per il week end accudita dal Comune e dai City Angels

View 134.7K

word 575 read time 2 minutes, 52 Seconds

Milano: Può sembrare strano però c’è chi per una vacanza non sogna chissà quali mete esotiche ma le tranquille quattro pareti domestiche. Un desiderio, quello di rientrare questo week end, che sarebbe stato inesaudibile per una cinquantenne disabile ricoverata in una struttura psichiatrica in zona Navigli, se non fosse intervenuto l’Assessorato alla Salute del Comune che le farà consegnare dai City Angels per due giorni, a pranzo e a cena, i pasti caldi forniti da Milano Ristorazione. Si tratta di uno degli oltre 180 casi affrontati, dal 5 luglio ad oggi, dalla centrale operativa del piano“Estate Dis-abili 2010“ . L’iniziativa dell’Assessorato alla Salute che, nata per affrontare l’emergenza caldo, in questa prima edizione ha già risolto le tantissime richieste di aiuto dei cittadini diversamente abili che per essere soddisfatte hanno necessitato di circa mille interventi, sia telefonici da parte degli operatori, sia logistici da parte dei City Angels che hanno svolto azioni a domicilio. Proprio come quella che ha consentito ad una signora cinquantenne, residente in zona Quattro e ricoverata da un anno in una struttura psichiatrica sui Navigli, di poter trascorrere il ferragosto a casa. Tra le sue cose ed i ricordi della sua vita e dei suoi affetti. Un desiderio più che legittimo, già altre volte esaudito nell’arco dei dodici mesi, in perfetta linea con il percorso terapeutico, reso possibile grazie alla spontanea e preziosa collaborazione di una vicina di casa che volenterosa s’è sempre occupata di preparare i pasti. In questo periodo però la signora è in vacanza e la sua assenza rende pertanto assolutamente impossibile il rientro della cinquantenne, che sarebbe stata costretta a trascorrere il ferragosto nella struttura sanitaria in compagnia di medici e di infermieri senza, contrariamente ad altri ricoverati, parenti che l’andassero a trovare, se non fosse stato per l’interessamento dell’assistente sociale che la sta seguendo da tempo.

Intenerita da quella voglia di ritornare a casa, di dormire nel suo letto e rientrare in contatto con i suoi oggetti, anche se solo per un paio di giorni, si è rivolta al numero verde 800203110 del piano “Estate Dis-abili 2010“. “Un servizio che si sta rivelando molto utile- dichiara l’assessore alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna- nato per far fronte ai disagi dell’eccezionale ondata di caldo, sta rispondendo ai diversi tipi di necessità che si trovano ad affrontare i cittadini disabili in questa Milano d’agosto. Problemi che in alcuni casi si presentano anche durante l’anno ma che vengono risolti grazie alla rete spontaneistica famigliare o del vicinato.

E ce ne sono altri che, invece, sono esclusivamente legati al periodo estivo, come per esempio, l’esigenza, da parte di persone non in grado di muoversi autonomamente, perché con problemi di deambulazione o in carrozzella, di recarsi in stazione a prendere un treno per raggiungere i famigliari o una località di villeggiatura. Senza la richiesta al nostro numero verde, ed il conseguente invio di una vettura e di un paio di City Angels, non avrebbero potuto soddisfare questa loro necessità “ . “Si è così rimediato- conclude l’assessore Landi di Chiavenna- ad una forzata permanenza in città . Una vera e propria ingiustizia, come sarebbe stata tale anche l’impossibilità della signora cinquantenne della zona Quattro di ritornare a casa sua a ferragosto“.

Giampaolo Landi di Chiavenna - Salute

foto -© Silvia Michela Carrassi di repertorio

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Disabili...za a casa