Calendario 2011: scatti “di classe“ per la solidarietà

Giovedì
00:14:08
Dicembre
16 2010

Calendario 2011: scatti “di classe“ per la solidarietà

View 133.6K

word 672 read time 3 minutes, 21 Seconds

Roma: Immagini forti, espressive, che regalano schiaffi alla coscienza ma anche sorrisi al cuore. Dentro il calendario della Polizia di Stato 2011 c’è tutta l’energia vulcanica dei giovani autori degli scatti.

Il calendario presentato oggi pomeriggio a Roma al nuovo museo delle auto della Polizia è stato realizzato dagli studenti delle classi IV e V dell’Istituto “Roberto Rossellini“ di Roma che hanno saputo raccontare, attraverso i loro scatti, il rapporto tra i giovani e la Polizia di Stato.

Oltre al ministro dell’Interno Roberto Maroni e al capo della Polizia Antonio Manganelli era presente alla cerimonia anche il presidente dell’Unicef Italia Vincenzo Spadafora. Ha moderato l’evento lo scrittore Federico Moccia.

Gli studenti incontrano le Istituzioni

Un messaggio audio con la voce narrante di Riccardo Polizzi che legge l’introduzione al calendario scritta dal capo della Polizia: questo è stato l’inizio della presentazione, a cui è seguito un video proiettato sullo schermo che ha illustrato le 12 immagini protagoniste del 2011.

Da gennaio a dicembre 2011 le foto fermano attimi del lavoro dei poliziotti, ma anche il loro lato più intimo: dal volto impassibile e senza paura del poliziotto di gennaio, alla scelta di “arruolarsi“ per aiutare il prossimo, di luglio; al nonno che accompagna a scuola il nipote prima di “prendere servizio“ di settembre. A dicembre invece una foto allegra e spensierata.

“Una sfida da cogliere immediatamente - ha detto la preside dell’Istituto, Maria Teresa Marano - una opportunità , per i ragazzi, di crescere dal punto di vista professionale ma anche una grande lezione di legalità “. “Ragazzi ricchi di sentimenti e molto sensibili, diversi da quelli che una parte della società vuole farci apparire“ ha detto Maurizio Masciopinto, direttore dell’Ufficio relazioni esterne e cerimoniale, che ha guidato il progetto.

Il calendario, per ogni mese, propone tre foto e una storia che racconta le emozioni degli adolescenti insieme a quelle più mature di chi lavora in divisa.

“I giovani sono il nostro futuro“

’’Ci siamo voluti mettere in discussione, abbiamo messo in gioco le nostre immagini - ha sottolineato il capo della Polizia Antonio Manganelli - evitando processi auto-celebrativi e trionfalistici tipici, troppo spesso, di queste occasioni. Quest’anno abbiamo deciso di farci raccontare dai giovani studenti di scuola.

Il Prefetto ha inoltre aggiunto “Da una perplessità iniziale siamo arrivati alla certezza di poter stare insieme, polizia e giovani. ’Insieme è più bello’, è lo slogan del calendario che ricalca il nostro motto: ’C’è più sicurezza insieme’. Sicurezza - ha continuato Manganelli - attraverso l’incontro ed il dialogo per raggiungere il comune obiettivo. Il poliziotto è un potenziale amico non un nemico nè qualcuno da temere“.

Il capo della Polizia ha concluso affermando che ’’I giovani sono una straordinaria risorsa, una ricchezza che bisogna frequentare quotidianamente per capirli e conoscerli a fondo. Non è vero che vi è un affievolimento dei valori. Questa generazione è migliore della mia: della mia adolescenza è rimasta solo la musica, mentre i giovani di oggi, di adesso, lasciano qualcosa di tangibile“.

Il ministro dell’Interno Roberto Maroni è intervenuto apprezzando “La scelta coraggiosa da parte della polizia, coerente con la sua missione di garantire sicurezza e di trasmettere i valori della legalità . È stato bene affidarsi ai giovani e, per quest’anno, vedere la polizia e la sicurezza con i loro occhi’’. Maroni ha quindi aggiunto che ’’I temi su cui investire in sicurezza per il futuro, dovranno essere sempre più legati proprio ai giovani attraverso la lotta alla droga, la sicurezza stradale e la prevenzione della violenza’’.

Solidarietà con l’Unicef

Ancora una volta il tema dominante è quello della solidarietà : Polizia di Stato e Unicef Italia insieme per aiutare i bambini del Bangladesh favorendo loro assistenza medica, psico-sociale e scolastica; un altro obiettivo è quell a riqualificare i bambini lavoratori offrendo loro opportunità di recupero e reinserimento sociale.

’’Una collaborazione che ormai va avanti da anni per aiutare i Paesi più poveri - ha spiegato il presidente di Unicef Italia Vincenzo Spadafora - e che permette ogni anno di raccogliere circa 160 mila euro da destinare a missione umanitarie’’.

Source by Polizia_di_Stato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Calendar...darietà
from: ladysilvia
by: Europe