Movida: Polizia fa Chiudere Lime Light - Titolare denuciato due volte

Lunedì
18:35:51
Marzo
14 2011

Movida: Polizia fa Chiudere Lime Light - Titolare denuciato due volte

De Corato: "Controlli della Polizia Locale nel weekend al Lime Light, denuciato due volte il titolare per apertura pubblico spettacolo senza agibilità e inquinamento acustico”Discoteca deve rimanere chiusa finchè non rispetta norme sicurezza. Non spegniamo il divertimento ma tuteliamo avventori e residenti

View 2.6K

word 439 read time 2 minutes, 11 Seconds

Milano: "Il Lime Light di via Castelbarco non potrà riaprire finché non si sarà messo in regola. Venerdì notte, intorno alle 2, la Polizia Locale ha fatto chiudere questa discoteca facendo uscire dal locale circa 1500 persone. Da controlli è risultato che non avesse ancora ottenuto il certificato di prevenzione anti-incendio negato dai Vigili del fuoco il 3 febbraio 2011, e necessario per riottenere la licenza di agibilità e la conseguente apertura per pubblico spettacolo. Il titolare è stato denunciato in violazione allarticolo 681 del codice penale. Gli agenti hanno inoltre verificato il perpetrarsi di inquinamento acustico ed è stata fatta segnalazione alla Procura. Sabato sera i vigili sono ritornati nel locale per una verifica. Lesercizio è risultato aperto nonostante la diffida e il rumore allesterno era sempre assordante. Per motivi di sicurezza e ordine pubblico gli agenti non hanno evacuato gli avventori, ma sono scattate di nuovo le denunce”.

Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

"Insieme al comandante Tullio Mastrangelo -spiega De Corato - ho incontrato giorni fa il comitato dei residenti che si sono lamentati per il degrado e il rumore provocato esternamente da questo locale. Il titolare, una ventina di giorni fa, era già stato segnalato allautorità giudiziaria per violazione allarticolo 659 ovvero per inquinamento acustico a seguito di un controllo e dei rilievi tecnici di Arpa. Reato di cui è recidivo visto che già due anni fa era incappato nella stessa denuncia con la conseguente anticipazione della chiusura oraria. Ma la discoteca è attualmente priva di agibilità. E ha ripetutamente violato la legge aprendo al pubblico e mettendo a rischio la sicurezza degli avventori. La città deve vivere, ci mancherebbe. Nessuno vuole spegnere la movida. Ma il rispetto delle regole è fondamentale. Il resto è aria fritta”.

"Lattenzione da parte della Polizia Locale come delle altre forze di polizia e della magistratura inquirente – sottolinea De Corato - è evitare che gli abusi della ‘movida portino a gravi conseguenze sul piano della sicurezza. E ricadano su ignari frequentatori che in caso di incendio o crolli, in edifici non idonei, rischiano di fare la fine dei topi in gabbia. In autonomia, o a seguito di interventi congiunti con altre forze di polizia, nel 2010 sono stati effettuati 1789 controlli tra circoli privati, discoteche e luoghi di pubblico spettacolo. Che hanno determinato 58 denunce, 30 sequestri e 176 sanzioni”.

Riccardo De Corato - Vice Sindaco

foto © LadySilvia

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Movida: ...due volte