Napolitano inaugura “La Galleria delle battaglie“

Sabato
11:50:39
Marzo
19 2011

Napolitano inaugura “La Galleria delle battaglie“

Il Presidente della Repubblica con il Sindaco Moratti aprirà la mostra dedicata alle tele celebrative delle battaglie risorgimentali della collezione Savoia a Palazzo Reale che festeggia così i 150 anni dell’Unità d’Italia

View 159.7K

word 1.2K read time 5 minutes, 54 Seconds

Milano: Sarà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con il Sindaco Letizia Moratti e lassessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory, a inaugurare, domenica 20 marzo, alle ore 11.30, la mostra "La Galleria delle battaglie – La collezione Savoia a Palazzo Reale”. Per i 150 anni dellUnità dItalia tornano a Palazzo Reale le grandi tele della "Galleria delle battaglie” della Collezione Savoia, celebrative delle battaglie risorgimentali.
In mostra anche lopera "Le Cinque Giornate di Milano” di Ernesto Treccani e "Fra le quinte del Risorgimento. Le marionette testimoni dellUnità dItalia” dei Fratelli Colla. La Sala delle Cariatidi ospiterà infine, dal 21 al 27 marzo, lo spettacolo teatrale di Edoardo Sylos Labini "Disco Risorgimento”.

"La Galleria delle battaglie - La collezione Savoia a Palazzo Reale” ripercorre i fatti salienti dellultima fase dellepopea risorgimentale attraverso le grandi rappresentazioni delle battaglie del 1859, in undici grandi tele – di cui 9 provenienti dal Museo del Risorgimento – realizzate dai maggiori esponenti della pittura storica ottocentesca: Gerolamo e Domenico Induno, Antonio Olivieri, Eleuterio Pagliano, Lemmo Rossi Scotti, Vincenzo Giacomelli, Luigi Norfini e Raffaele Pontremoli.

"Una mostra per celebrare la nostra storia, per rivivere il Risorgimento e rendere omaggio a quanti si sono battuti e hanno sacrificato le loro vite per raggiungere il sogno dellUnità dItalia – spiega il Sindaco Letizia Moratti -. Opere di grande impatto, realizzate dai maggiori esponenti della pittura storica ottocentesca a ridosso degli eventi raffigurati: opere che lasciano trasparire lemozione e lentusiasmo di quegli anni e lorgoglio di una nazione appena nata”.

"Questa mostra – continua il Sindaco - ci consente di ammirare le gesta e le figure dei suoi protagonisti ma ci ricorda che il Risorgimento è stato un movimento nato dalla presa di coscienza e dalla partecipazione di tutto un popolo, che negli ideali condivisi di libertà e indipendenza ha posto le basi per la creazione dellItalia di oggi”.

"Con la sua evocativa narrazione, la mostra trasforma, fin da subito, il visitatore in uno spettatore attivo, recuperando il senso più autentico dellepica – afferma lassessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory -. Cogliendo in un unico sguardo i termini di ‘padre e ‘patriota che si collegano anche per assonanza e che ci riportano alle nostre origini nazionali. Con un ‘occhio cinematografico avvertiamo allora i gesti e le grida, i rumori dei carri, le ruote, i nitriti, il senso dello scorrere del tempo tra vita e morte, il sudore della verità, lalito della vittoria”.

Il percorso
Il percorso espositivo, ideato e curato dallarchitetto Ferdinando Fagnola, i supporti didattici e la narrazione sonora di Storyville rievocano infatti con grande impatto emotivo i fatti e i protagonisti delle battaglie di Novara, Palestro, San Martino e Solferino, Magenta, Custoza e Cernaja. La mostra, evento cardine delle celebrazioni del 150° anniversario dellUnità dItalia a Milano, è allestita nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, dove potrà essere visitata fino al 5 giugno prossimo.

Gli orari
Sarà inaugurata domenica 20 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in visita ufficiale a Milano, e a partire dalle ore 15 sarà aperta gratuitamente al pubblico fino alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.30), mentre dalle ore 13 alle 15 sarà aperta per lanteprima della stampa. Da lunedì 21, invece, la mostra sarà visitabile a pagamento secondo il consueto orario delle esposizioni di Palazzo Reale.

I restauri
Unimpegnativa campagna di restauro a cura delle Civiche Raccolte del Comune è stata la premessa necessaria per la realizzazione di questa mostra, che ricompone per la prima volta nella sua interezza la collezione Savoia, riportandola a Palazzo Reale dove le opere, acquistate o commissionate direttamente da Casa Savoia, erano state fin dallorigine destinate. Lintervento di restauro ha interessato cinque grandi teleri ed è stato molto significativo sia dal punto di vista storico-artistico (le opere documentano alcuni momenti salienti dell’epopea risorgimentale), sia da un punto di vista conservativo, trattandosi di un intervento su dipinti mai restaurati in precedenza, che dunque documentano perfettamente la pittura originale.

I biglietti
La mostra rientra nel progetto "Milano e la Lombardia per lUnità dItalia”, voluto e condiviso dagli Assessorati alla Cultura di Comune e Regione. Con il biglietto di ingresso alla mostra "Le grandi battaglie” si potrà visitare anche "Giovani ribelli del ‘48”, mostra promossa dalla Regione Lombardia nellambito delle celebrazioni per il centocinquantesimo dellUnità dItalia e ospitata nelle Sale dellAppartamento di riserva, sempre al piano nobile di Palazzo Reale.

I temi
La mostra storico-artistico-didattica presenterà, attraverso l’esposizione di opere darte, fotografie e cimeli, le tappe più significative che animarono lo spirito lombardo negli anni culminanti del Risorgimento. Il percorso espositivo è diviso in cinque sezioni tematiche: i giovani, le donne, i volontari, gli intellettuali e i grandi personaggi. Il prezzo del biglietto unico per le due mostre è di 9 euro (tariffa intera). Lesposizione è promossa dallAssessorato alla Cultura del Comune, curata da Marina Messina (direttore del Museo del Risorgimento), Claudio Salsi (direttore del settore Musei) e Paola Zatti (Conservatore della Galleria dArte Moderna), in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Architettonici e del Paesaggio di Milano, la Fondazione Cariplo, il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del 150° anniversario dellUnità dItalia e prodotta da Palazzo Reale e Civita.

Gran Ballo dellUnità dItalia
Nella giornata di domenica 20 marzo, nella Sala delle Cariatidi e nelle sale adiacenti, si svolgerà il "Gran Ballo dellUnità dItalia”. Animato da decine di danzatori, il Gran Ballo ripropone la cultura musicale e coreutica della società italiana del XIX secolo con quadriglie, contraddanze, valzer, mazurche e danze figurate, in abiti depoca, su musiche di Verdi, Rossini e Strauss. Lorganizzazione dei Gran Balli risorgimentali è a cura della "Società di Danza” diretta da Fabio Mollica.

Iniziative culturali
Gli eventi espositivi, nella settimana dal 21 al 27 marzo, si arricchiscono ulteriormente con iniziative culturali e artistiche particolarmente significative nel contesto delle celebrazioni dellUnità dItalia. Nella Sala del Buffet di Palazzo Reale, per tutta la settimana resterà esposto il quadro di Ernesto Treccani "Le cinque giornate di Milano”, che sarà visitabile gratuitamente.
Mentre nella Sala delle Cariatidi, ogni sera alle 21, su prenotazione, sarà possibile assistere a "Disco-Risorgimento”, uninnovativa formula di intrattenimento teatrale che si propone di avvicinare i giovani ad alcune grandi figure del Risorgimento italiano: Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi, Goffredo Mameli, Manara, Morosini, Cattaneo, ma anche di patriote come la milanese Cristina Trivulzio di Belgioioso, attraverso la rilettura di classici dellepoca: da Le ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo, al saggio Lamor patrio di Dante Alighieri, fino a I promessi sposi di Manzoni, attraverso la colonna sonora delle grandi arie di Giuseppe Verdi. Ideato ed interpretato da Edoardo Sylos Labini, con Melania Maccaferri, Raffaela Siniscalchi, dj Antonello Aprea, lo spettacolo si avvale della regia di Alessandro DAlatri.

Le marionette
Nelle Sale della Reggia, infine, la Compagnia Marionettistica di Carlo Colla porta in scena "Fra le quinte del Risorgimento - Le marionette testimoni dellUnità dItalia” con 6 teatrini a tema, che raccontano gli eventi che hanno caratterizzato il Risorgimento attraverso lutilizzo di materiale originale dellepoca: documenti, manoscritti, scene, costumi e marionette. I teatrini resteranno a Palazzo Reale fino al 27 marzo. La mostra è a ingresso libero.

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Napolita...taglie“