Docce pubbliche. Revocato il pagamento di 1 euro per usufruire del servizio

Sabato
23:29:27
Febbraio
09 2013

Docce pubbliche. Revocato il pagamento di 1 euro per usufruire del servizio

Da gennaio avvicinate un centinaio di persone al giorno grazie alla collaborazione con Casa della Carità

View 129.6K

word 448 read time 2 minutes, 14 Seconds

Milano - Non si pagherà più per lavarsi nelle docce pubbliche comunali. La tariffa, introdotta nel 2007 con una determina dirigenziale che stabiliva la corresponsione al Comune di 1 euro (prima erano 50 centesimi incassati dal gestore) per entrare in una delle tre strutture comunali (via Pucci 3, via Anselmo da Baggio 50, via Monte Piana 15) è stata revocata questa mattina dalla Giunta che ha deliberato la completa gratuità del servizio, aperto a tutti, ma utilizzato nella quasi totalità da persone indigenti, senzatetto e clochard in grave stato di emarginazione.

"Abbiamo eliminato il contributo di un euro – spiega lassessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino – ritenendo giusto e dignitoso per chi non ha nulla e vive per strada avere la possibilità, gratuitamente, di farsi una doccia. Ma abbiamo anche deciso di mettere a disposizione di queste persone un servizio sociale di accompagnamento, svolto da operatori e volontari della Casa della Carità, che ogni giorno avvicinano gli utenti delle docce per aiutarli ad uscire dallo stato di emarginazione, spesso estrema, in cui si trovano”.

Sono circa 2.500 le persone che ogni mese usufruiscono delle docce pubbliche, un bacino di donne e uomini in difficoltà per cui lAmministrazione ha messo a disposizione, in loco, anche un servizio di ascolto e di accompagnamento. Per incontrare i bisogni delle persone che usufruiscono del servizio, nella maggior parte dei casi in maniera non episodica è stata inserita quindi una presenza costante per costruire delle relazioni di fiducia. Gli operatori sono presenti a coppie, allinterno delle strutture per cinque mattine e due pomeriggi a settimana, nei momenti di maggiore affluenza.

"La diffidenza iniziale è stata minima – spiegano Comune e Casa della Carità – e ora la presenza degli operatori è ormai vista da molti come un’occasione di incontro e di sostegno, per consegnare richieste di aiuto in ambito giuridico, abitativo e lavorativo. Nella sede di via Pucci, la più centrale, gli operatori hanno costruito un rapporto di ascolto quotidiano”.

"Dopo i primi mesi di intervento è ormai chiaro che le docce pubbliche non sono un luogo di passaggio – conclude Don Virginio Comegna – ma un punto di partenza per combattere l’isolamento relazionale che vivono molti degli utenti e che crea gravi difficoltà nell’accesso ai servizi territoriali”.

Le docce pubbliche sono tre e funzionano con i seguenti orari:
- via Monte Piana 15 - zona 4, da lunedì al sabato, ore 9-12 e 14-18;
- via Anselmo da Baggio 50 - zona 7, da lunedì al sabato, ore 9-12 e 14-18;
- via Pucci 3 - zona 8, da lunedì a sabato, ore 9.30-12 e 14-18.

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Docce pu... servizio
from: ladysilvia
by: UNIPR