Ecologia e biodiversità: l'Ise per la gestione sostenibile delle risorse ambientali

Giovedì
14:56:18
Giugno
30 2016

Ecologia e biodiversità: l'Ise per la gestione sostenibile delle risorse ambientali

View 134.0K

word 605 read time 3 minutes, 1 Seconds

Si è tenuta a Verbania Palanca lo scorso 31 Maggio, la conferenza dell’Istituto per lo studio degli ecosistemi dal titolo 'Ecologia e biodiversità: l'isa per la gestione sostenibile delle risorse ambientali'.

La conferenza aveva come scopo quello di riassumere i diversi aspetti delle ricerche ecologiche che l’Istituto conduce, con un approccio squisitamente ecosistemico. Tale olistico, interdisciplinare approccio è a fondamento delle conoscenze sulla struttura e il funzionamento degli ecosistemi, siano essi terrestri o acquatici; è fertile terreno per lo sviluppo della ricerca scientifica di frontiera; è alla base della gestione sostenibile delle risorse ambientali; consente lo sviluppo di tecnologie avanzate per la salvaguardia e il recupero dell’ambiente.

Il titolo della conferenza richiama la mission dell’Istituto, in un anno di particolare importanza per lo sviluppo del pensiero scientifico: in tutto il mondo, si celebrano i 150 anni dalla nascita del termine 'ecologia', coniato da Ernst Haeckel nel 1866. Con questo grande scienziato, Pallanza ha un legame profondo: alla sua scuola di pensiero si formò Rina Monti, prima limnologa italiana, e prima donna del Regno d’Italia chiamata a ricoprire l’Incarico di professore universitario. Lo stesso concetto moderno di nicchia ecologica, l’unità funzionale che è alla base dell’ecologia quantitativa, è in qualche modo collegato con Pallanza: uno dei primi numeri delle 'Memorie dell’Istituto Italiano di Idrobiologia', la rivista, oggi denominata “Journal of Limnology”, che l’Istituto pubblica dal lontano 1948, ospita l’articolo nel quale questo concetto è stato presentato per la prima volta (G.E. Hutchinson, 1959. Mem. Ist. Ital. Idrobiol., 11: 9-22).

Dalle presentazioni dei diversi relatori è emerso come ricerche ecologiche e paleoecologiche si intreccino e vadano di pari passo con lo studio della biodiversità e della sua evoluzione nel tempo, arricchendosi a vicenda attraverso lo sviluppo di metodologie d’indagine all’avanguardia, nelle quali un posto speciale trova l’approccio molecolare, diffuso in ambiti diversi, nel terrestre come pure nell’acquatico, in natura come in ambiente semi-naturale e di laboratorio. Le ricerche che oggi l’Ise porta avanti spaziano dall’osservazione della terra, ad esempio, attraverso l’impiego del telerilevamento da satellite per il monitoraggio di fioriture cianobatteriche e di Laser Scanner terrestri per quantificare i danni alle foreste prodotti da insetti nocivi, allo studio della natura e degli effetti di inquinanti emergenti (ad es. antibiotici e antibiotico-resistenze), non trascurando il valore della variabilità biologica: di geni, specie, habitat ed ecosistemi, e l’impatto dei cambiamenti globali su struttura e funzionamento di ecosistemi acquatici e terrestri, dei sistemi forestali e dei suoli, con un occhio particolare alle aree remote del globo, sulle quali l’Ise indaga da lungo tempo.

Viviamo una fase, da taluni designata Antropocene, nella quale l’impatto diretto e indiretto delle attività dell’uomo e le sue ricadute sull’ambiente sono su livelli mai occorsi finora. L’approccio ecosistemico che l’Ise identifica e persegue è, oggi più che mai, di grande rilevanza anche in questo contesto.

Tra gli argomenti trattati, un posto importante hanno avuto le attività che l’Ise svolge nel settore delle bioenergie ed in quello degli alimenti funzionali e nutraceutici con riferimento a progetti di alta rilevanza, europei, regionali e interdipartimentali, relativi alla produzione di energia da fonti alternative ed allo sviluppo di ricerche su cibo e salute.

La conferenza è servita a far emergere appieno le diverse potenzialità dell’Ise per lo sviluppo della ricerca ecologica e delle metodologie d’indagine necessari alla gestione sostenibile delle risorse ambientali, la continuazione delle ricerche su bioenergie, biodiversità e quanto possa contribuire alla soluzione delle numerose sfide che il futuro del nostro Pianeta ci impone di affrontare.

Firmato Il direttore, Dott.ssa Marina M. Manca

Source by CNR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Ecologia...mbientali