Martedì in Sala Alessi ‘Un teatro contro la violenza sulle donne’

Martedì
12:20:04
Maggio
22 2018

Martedì in Sala Alessi ‘Un teatro contro la violenza sulle donne’

Dall'Antigone di Sofocle alla coraggiosa denuncia di Franca Rame. Rilettura di studenti e giovani laureati dell'Università degli studi di Milano, coordinati da Mariagabriella Cambiaghi e Alberto Bentoglio, docenti di Storia del teatro alla Statale di Milano

View 5.7K

word 524 read time 2 minutes, 37 Seconds

Milano: Si terrà domani, martedì 22 maggio alle ore 17:00 in Sala Alessi, l’evento "Un teatro contro la violenza sulle donne - dall’Antigone di Sofocle alla coraggiosa denuncia di Franca Rame".

L’iniziativa, promossa dalla vice Presidenza del Consiglio comunale, nell’ambito di un ampio programma creato dall’Amministrazione per sensibilizzare sul tema della violenza di genere, intende muovere un’indagine da un punto di vista culturale per interrogarsi sulle radici della violenza contro le donne, sugli stereotipi, i condizionamenti, i comportamenti disvelati nella densità della parola letteraria.

Sin dall’antichità il teatro ha affrontato sulla pagina e sulla scena il tema della violenza sulle donne, che ha assunto molteplici connotazioni e sviluppi nei differenti generi drammatici. Gli esempi sono numerosi e percorrono la storia del teatro di tutti i tempi e di tutti i paesi: dall’Antigone di Sofocle alla coraggiosa denuncia di Franca Rame.

Per questa ragione nasce un incontro che porta in primo piano lo spazio che il teatro ha sempre dedicato al tema della violenza sulle donne, sviluppandolo attraverso i contributi di studenti e giovani laureati, coordinati da Mariagabriella Cambiaghi e Alberto Bentoglio, docenti di Storia del teatro alla Statale di Milano.

"È compito fondamentale delle Istituzioni - dichiara Beatrice Uguccioni, vicepresidente del Consiglio comunale - coinvolgere su questi temi i giovani che possono diventare i veri protagonisti di un cambiamento culturale e sociale. Il teatro è, poi, strumento dotato di un’immensa capacità di attivazione emotiva, cognitiva, fattiva in grado di aprire riflessioni sulla nostra storia, sulle luci e le ombre del passato, per trasformarle in azioni concrete".

"Un’iniziativa importante e intelligente - afferma Lamberto Bertolé, presidente del Consiglio comunale - che, attraverso il dramma antico e il teatro moderno, ripercorre e analizza un problema che ha radici secolari. Confido molto nell’azione maieutica del teatro, che certamente anche in questa occasione saprà stimolare la riflessione, il dibattito e la sensibilità di tutti nei confronti della violenza di genere".

"Il Teatro - dichiara Filippo Del Corno, assessore alla Cultura - è da sempre il luogo in cui le pulsioni umane, dalle più alte alle meno nobili, vengono rappresentate come in un gioco di specchi per indurre gli spettatori alla riflessione. Nei tempi più antichi, il teatro era l’unico strumento per rappresentare la realtà, si può dire anche l’unico ‘media’ popolare capace di interpretarla, suggerendo reazioni, o provocandole. Oggi, nonostante la concorrenza di molti nuovi ‘media’, il teatro continua a svolgere la sua funzione, e questa selezione di brani e di pagine scritte per il teatro permetterà a tutti noi di andare alle radici (dis)umane di una violenza che potrà essere debellata per sempre solo se sarà profondamente conosciuta e compresa".

Eventi in Sala Alessi, prenota online : http://to5.me/1x

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Marted&i...ne’