Cos’è esattamente la Riflessologia Plantare e quali benefici porta.

Sabato
01:04:32
Ottobre
06 2018

Cos’è esattamente la Riflessologia Plantare e quali benefici porta.

Ne abbiamo sentito parlare spesso...

View 8.2K

word 787 read time 3 minutes, 56 Seconds

Lo scopo di questa tecnica riflessologica oltre ad avere un grande valore di prevenzione, sa dare una piacevole sensazione che concede di rilassare permettendo la comunicazione delle sensazioni e di "sciogliere" nodi emotivi e fisici. In tutti questi casi il terapeuta sarà in grado di accogliere parole, perplessità, emozioni (risa, pianto, tristezza, paura o contentezza) in quanto è predisposto ad aiutare portando chiarezza ed una maggiore comprensione dei messaggi che il proprio corpo sta comunicando. Ciò si verifica in quanto vengono stimolati i punti riflessisi che attivano il processo di auto guarigione.

La Reflessologia plantare è una tecnica di digitopressione su punti riflessi situati sul piede (pianta e dorso) utilizzata da millenni nel corso delle civiltà antiche giunta a noi grazie a reperti archeologici trovati nella civiltà egizia, nella cultura indiana, cinese e del Medio Oriente, tramandata fino al giorno d’oggi anche da scoperte ultimate dagli inizi del ‘900 da Fitzgerald, un odontoiatra americano che elaboro la “terapia zonale”. Altre ricerche e scoperte vennero fatte nella seconda metà del novecento, ossia lo studio morfologico dei piedi in concomitanza con studi psicologici/antropologici. Anche il Giappone, terra di queste discipline olistiche, a cavallo tra il 2010 e il 2013 ha appurato la reale efficacia della Riflessologia plantare eseguendo il trattamento a volontari mentre erano sottoposti alla Risonanza Magnetica Funzionale. (Tratto dal link Naturopatiaonline)

A COSA SERVE?

La reflessologia plantare viene utilizzata dagli operatori come metodo di valutazione e di riequilibrio energetico quanto fisico. Ciò significa che è un metodo per capire lo stato di salute di un soggetto. (Il concetto di salute così come adottato dall'OMS viene definito come stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplice assenza di malattia)

Toccando i punti riflessi del piede, il terapeuta può in un primo momento capire il livello energetico della persona valutando la risposta alla digitopressione di organi ed o apparati, che in quel momento potrebbero essere o in deficit o in eccesso.

Successivamente a questo il primo passo, il terapeuta inizierà una valutazione anche della forma del piede e delle dita, per comprendere meglio la persona che sta trattando e successivamente dopo un breve dialogo conoscitivo la pratica riflessologica avrà inizio trattando punti specifici.

La Riflessologia Plantare ha un grande valore di prevenzione ma non solo, in quanto è stato appurato scientificamente che ha pure uno scopo di miglioramento della condizione fisica della persona con relativa attenuazione dei disturbi psico-somatici.

  • Alcuni esempi di disturbi che questa pratica sa ridurre fino a raggiungere lo stato di benessere: Dolori alla cervicale e alla schiena mal di testa e cefalee
  • Infiammazioni ai nervi, ai tendini e ai muscoli
  • Disturbi e problemi cardio-circolatori, emorroidi
  • Tormento causato da pensieri persistenti, rabbia, irritabilità, aggressività.
  • Problemi ai denti, digrignamento notturno
  • Problemi nella digestione: eruttazioni, reflusso gastro-esofageo, acidità, aria addominale, stipsi, diarrea, dolori allo stomaco, causati anche da gastriti, problemi epatici, pancreatici
  • Intolleranze alimentari, Sindrome del colon spastico
  • Sindrome premestruale, difficoltà a concepire, disturbi della sfera genito/urinaria, cistiti, uretriti
  • Spasmofilia
  • Ritenzione idrica e cellulite
  • Stimolare la risposta immunitaria

RIFLESSOLOGIA E LA PSICHE:

Come liberare le emozioni e/o i traumi. Una valida tecnica in supporto alla psicoterapia.

Con la Riflessologia plantare andando andando a stimolare dei punti specifici, chiamati “punti psichici” è possibile agire direttamente sulle strutture emozionali, mentali e indirettamente sul corpo fisico.

Attraverso questa tipologia di trattamento, se si è disposti al cambiamento e all’autoguarigione, sarà possibile entrare in contatto con quei blocchi energetici, spesso inconsci, per ristabilire il flusso energetico. Conoscere quali siano i blocchi della persona è ininfluente per l’operatore, poiché ciò che importa al Naturopata è sapere se l’energia si muove smuovendo i blocchi e nel caso ciò accadesse la persona trattata potrebbe ricevere immagini, ricordi, sogni connessi ai punti trattati.

Come accade tutto questo?

Queste reazioni si manifestano in quanto il corpo custodisce la propria memoria che nel tempo si è solidificata, a volte cancrenita ma questo è ugualmente trattabile! Si troveranno dei piccoli cristalli sui punti che con il trattamento si scioglieranno. Questi punti sono ortosimpatici e possono essere anche dolenti. Il dolore, che oltretutto è soggettivo, fa cadere le barriere della mente che per pochi minuti consente un contatto sincero con sé stessi. Per cui il dolore deve essere visto come un amico che permette di vedersi più profondamente e nell’intimo di se stessi; ed inoltre di fronte al dolore molte persone si riscoprono più forti di prima.

Una sorta di nuova rinascita.

Infatti il dolore è catartico, è un momento di purificazione, di introspezione…
Si sa che il dolore spaventa perché ci porta ad una nuova coscienza di noi stessi in quanto non conosciamo le nostre reazioni di fronte a forti emozioni eo sensazioni.

“Il dolore non è altro che la sorpresa di non conoscerci.”
Alda Merini, poetessa della metà del ‘900

Source by Alessandra_Piazza


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Cos’è...ci porta.