DA OGGI IN RADIO IL NUOVO SINGOLO 'CAPITA QUANDO CAPITA''

Venerdì
17:52:53
Aprile
23 2004

DA OGGI IN RADIO IL NUOVO SINGOLO 'CAPITA QUANDO CAPITA''

View 133.7K

word 3.8K read time 19 minutes, 7 Seconds

IL 21 MAGGIO ESCE IL NUOVO ALBUM DEI POOH “ASCOLTA”

Anticipato dal singolo “Capita quando capita”, da oggi in radio, il nuovo album dei POOH esce il 21 maggio e s’intitola “Ascolta” (CGD East West / Warner Music Italia).

Pochi secondi di “Capita quando capita” sono ascoltabili (ma non scaricabili), da oggi, anche sul sito www.pooh.it , aggiornato e rinnovato nei contenuti e nella grafica, con materiale fotografico e informativo (la biografia del gruppo, le biografie dei singoli, il documento “POOH”¦P come PIONIERI”, ossìa “tutte le volte in cui i Pooh sono stati i primi a fare qualcosa”: dall’impegno sociale e civile ai temi scottanti nelle canzoni, dalla produzione dei live all’uso della tecnologia, ecc.).

“Capita quando capita è un brano che raccoglie in sè tutta l’energia e la coralità di gruppo che abbiamo ritrovato in questo nostro nuovo lavoro " affermano i Pooh " ha in sè una forza innovativa che sa guardare al futuro senza dimenticare le nostre origini musicali”

Roby Facchinetti (tastiere), Red Canzian (basso), Stefano D’Orazio (batteria) e Dodi Battaglia (chitarra) si avvicinano al quarantennale dei POOH con una nuova avvincente sfida che vedrà nelle 14 canzoni di “Ascolta” il nuovo manifesto del gruppo. Un disco in cui i quattro ritornano, dopo diversi anni, a cantare all’unisono.

Forti di una inossidabile e impareggiabile carriera alle spalle (38 anni di successi e grandi numeri: 30 album di inediti, 3 album live, 15 dischi d’oro, 42 dischi di platino, 22.000.000 di album venduti, 20.000.000 di singoli venduti, oltre 300 canzoni incise, 14 Telegatti e molti altri premi e riconoscimenti ricevuti, 2.200 concerti e centinaia di tour spettacolari in tutto il mondo), i POOH si ripresentano sul mercato discografico a distanza di tre anni e mezzo dalla pubblicazione dell’ultimo lavoro in studio “Cento di queste vite”, di due anni e mezzo dall’uscita della raccolta di grandi successi “Best of the best” e di un anno e mezzo dalla pubblicazione dell’album “Pinocchio”-  (colonna sonora dell’omonimo fortunato musical che ha chiuso la sua prima parte all’inizio di quest’anno dopo aver raccolto un grande successo di pubblico e di critica).

Tra l’uscita del disco e il tour estivo (organizzato da Cose di Musica), che partirà a luglio, i POOH parteciperanno ad alcune importanti iniziative di solidarietà , grazie al grande cuore e alla sincera sensibilità per cui sono, al di là dell’aspetto musicale, conosciuti e apprezzati. Non a caso, gli autori di intramontabili canzoni come “Piccola Katy”, “Pensiero”, “Uomini Soli” e tante altre ancora, sono Cavalieri della Repubblica (1986), Ambasciatori del WWF dal 1987 e Rangers onorari d’Europa (1998).

Nel corso della loro straordinaria carriera, i POOH sono stati i primi in Italia ad usare la tecnologia laser nei concerti live (1978), ad usare il videoclip (nel 1979 per “Io sono vivo”), ad usare il supporto cd (nel 1983 con l’album “Tropico del nord”), ad usare il laser disk (nel 1984 con “Aloha”) e anche i primi ad usare un video in alta definizione (nel 1990 con “Uomini soli”).

Ufficio Stampa POOH: Riccardo Vitanza-  per Parole & Dintorni -02.20404727 - info@paroleedintorni.it
Promozione Radio e Tv POOH: Varis Casini per Tam Tam Comunication " 06.39743555-tamtamcom@tin.it
Sito Internet POOH: Tiziana Lori per Meroni New Media - 031.427717 - tiziana@meroni.it
Management &- Tour Office POOH: Franco Cusolito per Cose di Musica " 02.29405315 franco@cosedimusica.it

POOH: biografia

1966 Prima formazione ufficiale dei POOH: Valerio Negrini (batteria), Robi Facchinetti (tastiere), Riccardo Fogli (basso), Mauro Bertoli (chitarra), Mario Goretti (chitarra), Gilberto Fagioli (basso) e Bob Gillot (tastiere). Primo 45 giri: “Vieni fuori” e “L’uomo di ieri”. Secondo 45 giri: “Quello che non sai” e “Bikini Beat”; seguito da “Per quelli come noi”. Vincono il Festival delle Rose con il brano “Brennero 66”, seguito da “Nel buio”.

1967 Mauro Bertoli lascia il gruppo, che in piena Beatles-mania mette in mostra una forte personalità e la caratteristica più imitata negli anni: la fusione delle voci.

1968 Strepitoso successo di “Piccola Katy”. Dodi Battaglia sostituisce Mario Goretti. Altro singolo: “Buonanotte Penny”.

1969 Partecipano al Cantagiro con “Mary Ann”, seguito dal brano “Goodbye Madama Butterfly”.

1970 L’uscita dell’ellepì “Memorie” è seguita da una tournèe in Giappone, dove vengono ricoperti di elogi entusiastici.

1971 Firmano il primo contratto discografico con la CGD, che ancora oggi pubblica i loro cd. Conquistano il numero 1 della hit parade con “Tanta voglia di lei” e proseguono la loro grande caratura artistica con l’enorme successo di “Pensiero”. Stefano D’Orazio prende il posto di Valerio Negrini, che rimane comunque il quinto Pooh firmando come autore molti testi delle loro canzoni. Esce il primo 33 giri su etichetta CGD: “Opera prima”.

1972 Primo disco d’oro per “Tanta voglia di lei”. Tournèe in Venezuela e in Inghilterra. Esce il nuovo Lp “Alessandra” che vende 250 mila copie sull’onda delle nuove sonorità scoperte in Inghilterra. Notevole successo e parecchi dischi d’oro per i singoli “Cosa si può dire di te”, “Noi due nel mondo e nell’anima” e “Nascerò con te”. I Pooh sono protagonisti di un tour teatrale con quaranta professori d’orchestra.

1973 Red Canzian sostituisce Riccardo Fogli e il gruppo parte per il suo primo tour negli Usa. Esce il 33 giri “Parsifal”, un disco storico e campione d’incassi per oltre un decennio con 400 mila copie vendute (un record incredibile per quel periodo, nel quale un Lp di successo mediamente non superava le 100 mila copie).
1974 Il nuovo Lp “Un po’ del nostro tempo migliore” si aggiudica l’ennesimo disco d’oro con mezzo milione di copie vendute. La CGD pubblica la prima raccolta “Pooh 1971-1974”, che ottiene subito il disco d’oro.

1975 Esce “Forse ancora poesia”: è l’ultimo album realizzato con il produttore Giancarlo Lucariello (con loro dal 1971). Da questo momento i Pooh autoproducono i loro dischi, mettendo in piedi una struttura manageriale sempre più autonoma e soprattutto sempre più avanzata tecnologicamente. Partono per una lunga e fortunata tournèe nell’Est Europa: Bulgaria, Cecoslovacchia e Romania.

1976 Festeggiano 10 anni con il 33 giri “Poohlover” e il singolo “Linda”, che conquista immediatamente il primo posto in classifica.

1977 Nuovo show. Nuovo album: “Rotolando respirando”. Nuovo singolo: “Dammi solo un minuto”. Arricchiscono il proprio bagaglio artistico e culturale con un tour in Canada, Stati Uniti e America del Sud.

1978 I Pooh sono i primi a usare la tecnologia laser nei concerti. Esce l’antologia “Pooh 1975-1978” e il decimo 33 giri di inediti “Boomerang” (disco d’oro). Consueto successo per il singolo “Cercami”.

1979 Anticipato dal singolo estivo “Io sono vivo”, il nuovo album “Viva” frantuma tutti record di vendita. Diventati famosi anche a livello internazionale, i Pooh pubblicano in tutto il mondo il 33 giri “Hurricane”, inciso in lingua inglese e prodotto da Teddy Randazzo.

1980 “Viva” ottiene il disco d’oro. Escono il singolo “Canterò per te” e il nuovo album “Stop”.

1981 Pubblicano il 33 giri “Buona fortuna” e il tour estivo riscuote risultati strepitosi. Dopo l’uscita dell’antologia “Pooh 1978-1981”, debuttano dal vivo in Sudamerica e Russia.

1982 Esce il doppio live “Palasport”: contiene due brani inediti, “Canzone per l’inverno” e “Siamo tutti come noi”, e precede l’uscita dei singoli “Non siamo in pericolo” e “Anni senza fiato”.

1983 Nella calda atmosfera dei Carabi nasce il 33 giri “Tropico del nord” che raggiunge subito il primo posto in hit parade e a Natale viene pubblicato anche su cd (il primo realizzato da artisti italiani) con l’aggiunta dei brani “Colazione a New York” e la cover di “Happy Christmas” di John Lennon. Si aggiudicano l’ennesimo disco d’oro e un ambitissimo premio per le vendite del videoclip “L’anno del tropico”, anch’esso realizzato ai Caraibi.

1984 Incidono il ventesimo album “Alhoa” alle Hawai, nel favoloso studio di registrazione di George Benson. Girano un film per la Rai.

1985 Esce il cd “Asia non Asia”, realizzato in Giappone e preceduto dal singolo “Se nasco un’altra volta”. A fine anno la CGD pubblica la quarta raccolta: “Pooh 1981-1984”.

1986 Celebrano in modo entusiasmante i 20 anni di carriera: vengono nominati Cavalieri della Repubblica; l’album “Giorni infiniti” e il tour omonimo riscuotono un altro enorme successo; vengono immortalati nel Museo delle Cere di Roma.

1987 Il triplo disco dal vivo “Goodbye” è la testimonianza live del tour celebrativo del Ventennale: 3 dischi in vinile grigio e 3 dischi d’oro conquistati. “Goodbye e”¦” è il titolo del nuovo tour italiano di 50 date. In autunno esce il nuovo cd “Il colore dei pensieri” che inaugura lo splendido rapporto con il WWF.

1988 Il nuovo album “Oasi” riceve il disco d’oro prima ancora di uscire ufficialmente (il 26 setembre), perché i negozi sono sommersi di prenotazioni.

1989 Un anno dedicato interamente al WWF, a cui viene devoluto il ricavato del brano “Concerto per un’oasi” (pubblicato in versione mix su vinile verde). Durante il tour italiano di 40 date, i Pooh prendono in esame il problema ecologico più grave della città che li ospita, in collaborazione con la sede regionale del WWF. Il loro impegno ambientalista durante la tournèe favorisce l’iscrizione al WWF di 15 mila ragazzi, che diventano 50 mila nei mesi successivi. In autunno la CGD pubblica la raccolta “Un altro pensiero” e a dicembre esce il singolo “Donne italiane”.

1990 Partecipano per la prima volta al Festival di Sanremo: vincono con il brano “Uomini soli”, seguito dall’album omonimo pubblicato contemporaneamente in tutta Europa. Il videoclip di “Uomini soli” è il primo realizzato in alta definizione. Il cd entra direttamente al primo posto nella classifica degli album, nella quale resta per 10 mesi; mentre nella hit parade dei singoli troviamo sia “Uomini soli” che il precedente “Donne italiane”. Segue un’intensa attività live: 7 concerti nei palasport italiani tra la fine di marzo e l’inizio di aprile; il tour nel Nord America a maggio; la lunga tournèe estiva (52 date) che il 27 settembre culmina nel concerto davanti a 100 mila persone in Piazza Duomo a Milano. L’anno si chiude con la raccolta “25”¦la nostra storia”, che in sole due settimane vende 450 mila copie.

1991 I Pooh festeggiano 25 anni di musica insieme con il trionfale tour nei teatri (dove non si esibiscono da più di 10 anni) intitolato proprio “25”¦la nostra storia”, nel quale s’intrecciano canzoni, racconti, foto e aneddoti dissacranti sulla loro carriera. Il tour teatrale (in primavera e in autunno) e quello estivo negli stadi richiamano oltre 450 mila persone; mentre il greatest hits “25”¦la nostra storia” supera le 800 mila copie vendute, aggiudicandosi il quadruplo disco di platino. Altro primato: le due videocassette con la registrazione del concerto del tour teatrale vendono 50 mila copie.

1992 Il nuovo cd “Il cielo è blu sopra le nuvole” impiega solo una settimana a scalare la vetta della classifica: è triplo disco di platino con più di 300 mila copie vendute. Il tour invernale nei palasport italiani è un trionfo di sold out: la loro popolarità è così grande, che quando appaiono in televisione fanno immancabilmente impennare l’audience del programma che li ospita.

1993 A Naxos, durante la serata finale del Premio Internazionale Regia Televisiva, ricevono un premio speciale proprio perché sono gli ospiti musicali che fanno gli ascolti più alti in tv. Partecipano al Cantagiro come padrini dell’iniziativa “Riforestiamo le città ” promossa dal WWF. L’impegno ambientalista dei Pooh si concretizza nelle 50 date del tour estivo: i sindaci delle città in cui si esibiscono, alcune delle quali scelte apposta perché appartenenti alle aree italiane più degradate, vengono invitati a piantare un albero per ogni bambino nato quell’anno. A ottobre il tour trasloca negli Usa e in Canada; in novembre pubblicano “Pooh Book”, una raccolta delle loro canzoni incise fra il 1971 e il 1990.

1994 La prima metà dell’anno è dedicata alla realizzazione del nuovo disco “Musicadentro”, che viene concepito in una grande villa sulla Costa Azzurra e poi registrato nei prestigiosi studi veneti di Villa Condulmer. “Musicadentro” esce a settembre e in meno di due mesi guadagna il doppio disco di platino. La tournèe che parte in ottobre visita l’intero territorio nazionale con 50 debutti teatrali. A dicembre Robi, Dodi, Red e Stefano partecipano a Telethon con il “Treno Pooh della Solidarietà ”: si tratta di un vagone speciale (costruito dal gruppo stesso) agganciato al convoglio di Telethon, che si apre con un meccanismo idraulico e si trasforma in un palco perfettamente attrezzato per il concerto. Il risultato è molto gratificante, sia sul piano umano che su quello professionale: più di 2 mila chilometri percorsi; 6 stazioni visitate da sud a nord; oltre 3 ore di collegamenti televisivi e radiofonici; migliaia di persone ai loro show. E soprattutto: più di 2 miliardi e mezzo di lire (raccolti sui luoghi dei concerti e attraverso le offerte telefoniche durante le loro esibizioni) che i Pooh hanno portato alla causa di Telethon. L’anno termina con un altro momento esaltante: la Rai trasmette in mondovisione il “Concerto di Natale”, che vede i Pooh nella Sala Nervi della Città del Vaticano accompagnati dall’Orchestra Sinfonica e il Coro Polifonico di Santa Cecilia.

1995 In febbraio fanno un altro tour di 30 date: tutte sold out. In maggio esce “Buonanotte ai suonatori”: doppio album live che diventa presto doppio disco di platino. In giugno ricevono un altro riconoscimento dal Premio Regia Televisiva della Rai come campioni d’ascolto per il 1994. In luglio parte una singolare tournèe: la band gira l’Italia con il loro speciale container che si trasforma in palcoscenico, una sorta di arena privata itinerante nella quale si esibiscono in uno show di grande musica e molti effetti speciali. Anche in questo caso, i 32 concerti registrano ovunque il tutto esaurito: è l’evento musicale del 1995 e infatti a settembre ricevono il Telegatto d’Oro per la Tournèe dell’anno. In novembre esce la videocassetta “Un anno di Pooh”, che raccoglie i momenti più importanti dall’agosto ’94 all’agosto ’95. In dicembre sono ancora ambasciatori di Telethon con una serie di performance eccezionali: 4 concerti al teatro Pirandello di Agrigento, 5 piazze del sud Italia con la loro arena itinerante e 7 stazioni ferroviarie con il proprio treno della musica; con oltre 20 ore di diretta televisiva (più i collegamenti radiofonici, gli incontri nelle scuole e gli altri interventi a sostegno della maratona di beneficenza) dal 4 al 16 dicembre. A Natale pubblicano la raccolta antologica dal 1966 al 1995 “Pooh Book”, che hanno completato in ottobre incidendo nuovamente alcune canzoni dei loro inizi nel proprio studio di registrazione a Milano.

1996 30 anni di Pooh! Durante la prima edizione del Salone della Musica di Torino, in ottobre, presentano il nuovo album “Amici per sempre”, che è disco di platino già in prenotazione e la settimana dopo è ai vertici delle classifiche di vendita. Il cd contiene una traccia cd-rom gratuita, che viene definita la traccia multimediale più tecnologica realizzata in Italia. Da sempre attenti alle nuove frontiere della tecnologia, aprono il primo sito internet musicale italiano: HYPERLINK "http://www.pooh.it" www.pooh.it , che richiama migliaia di visitatori nelle tante iniziative on line e viene imitato da molti. Al ritorno dalla tournèe nel Nord America vengono accolti dal secondo disco di platino per le vendite di “Amici per sempre”: 30 anni di successo immutato per un gruppo musicale è un fatto più unico che raro. E difficile da analizzare: ci prova il giornalista Franco Dassisti che vive a stretto contatto con loro per un certo periodo e scrive un libro biografico (edito da Mondatori) nel quale racconta storie, confidenze e retroscena di una carriera fatta non solo di musica. In dicembre partecipano a Telethon per il quarto anno consecutivo, sempre visitando l’Italia intera con il loro treno della solidarietà .

1997 Il “Tour Amici per sempre” (22 sold out nei palasport) viene premiato come evento musicale dell’anno per le novità tecnologiche (audio e luci), per l’innovativo concetto di stage e soprattutto per la straordinaria partecipazione di pubblico. Nel frattempo, esce il libro “Quello che non sai”, che diventerà la seconda opera editoriale più venduta dell’anno con oltre 50 mila copie e 3 edizioni. Dopo il terzo disco di platino di “Amici per sempre”, partono per un tour estivo di 29 concerti: una megaproduzione con più di 100 collaboratori al seguito e presenze medie di 8 mila spettatori, con una punta di 43 mila. In settembre, Vota la Voce li incorona “miglior gruppo italiano” con l’ennesimo Telegatto d’Oro (in carriera ne hanno ricevuti 14!). Il 27 novembre esce la raccolta “The Best Of Pooh” (doppio platino già in prenotazione) con 28 canzoni storiche e 2 brani inediti. Per il quinto anno consecutivo sono fra i protagonisti assoluti di Telethon: si spostano a bordo di un enorme C130 dell’aeronautica Militare per portare la loro musica in 6 straordinarie location, fra cui i ghiacciai del Monte Bianco, le basi militari in Sicila e il Sagrato della Chiesa di Padre Pio. L’anno termina con il quarto disco di platino per “The Best Of Pooh”, che raggiunge le 400 mila copie vendute.

1998 I 15 concerti nei palasport (iniziati in marzo) sono una ennesima megaproduzione, il palco misura 38 metri di fronte, 12 d’altezza e 18 di profondità , con un’appendice anteriore triangolare che s’immerge nella platea per altri 12 metri. Per portare in giro questa struttura occorrono 14 camion autoarticolati! In estate fanno altri 32 live negli stadi: in totale richiamano più di 350 mila persone e ricevono un altro Telegatto d’Oro, che li premia per l’evento musicale dell’anno e per le vendite di “The Best Of Pooh” che ottiene il quinto disco di platino. Da ottobre sospendono ogni apparizione pubblica per concentrarsi sul nuovo disco: unica eccezione è un’esibizione benefica a Lourdes organizzata proprio in ottobre dall’UNITALSI (una singolare iniziativa mantenuta a lunga nel più assoluto riserbo).

1999 I Pooh trasferiscono tutte le loro attività in un unico stabile di oltre 4 mila metri quadri a Milano: concentrano in questo Palazzo della Musica uffici operativi, editoriali e manageriali, archivi storici, magazzini per strumenti, scenografie, palcoscenici, automezzi e strutture da tournèe, laboratori di manutenzione e officine per la realizzazione dei loro progetti live. Il fiore all’occhiello è lo studio di registrazione, dotato di tecnologia avanzatissima, nel quale incidono il nuovo album “Un posto felice”: un disco registrato interamente in digitale e senza alcun supporto magnetico, che propone un suono di straordinaria qualità . La stessa alta qualità dei contenuti musicali e artistici. L’uscita del disco, il 15 aprile, coincide con la festa d’inaugurazione del Palazzo della Musica. Ed è subito entusiasmo: “Un posto felice” conquista il primo posto in hit parade, resiste in classifica per 42 settimane (quasi un anno intero) e si aggiudica 4 dischi di platino con oltre 400 mila copie vendute. È un risultato strabiliante, considerato che la discografia italiana in questo periodo accusa una flessione di mercato del 30%. Seguono 45 concerti per un totale di circa 380 mila persone: il tour si chiude con l’esibizione in Piazza Grande ad Arezzo trasmessa in diretta televisiva da Mediaset con picchi Auditel di 7.200.000 telespettatori. A grande richiesta, Mediaset replica la trasmissione dello show due mesi più tardi e a Natale esce la videocassetta dell’evento: distribuita da Warner Video in 20 mila pezzi, diventa la videocassetta musicale italiana più venduta dell’anno. L’impegno civile e sociale dei Pooh trova un nuovo alleato in Rock No War: grazie a una raccolta fondi effettuata durante i concerti estivi, il gruppo acquista 10 parchi gioco per i bambini coinvolti nella guerra dei Balcani e con il contributo dell’Aeronautica Militare li consegna personalmente in Kossovo, Bosnia, Macedonia, Serbia e Montenegro. Durante tutto l’anno il sito web dei Pooh trasmette in tempo reale oltre 70 ore di eventi speciali, totalizzando più di 1 milione 800 mila contatti: questo successo multimediale viene sottolineato dal quotidiano Il Sole 24 Ore che definisce il sito HYPERLINK "http://www.pooh.it" www.pooh.it come il più innovativo, dinamico e visitato fra quelli musicali. Il 31 dicembre i Pooh festeggiano l’arrivi del nuovo millennio con un concerto al porto di Sanremo trasmesso in diretta dalla Rai.

2000 Il 29 settembre esce il nuovo album “Cento di queste vite” (una curiosità : contiene 11 canzoni e non dieci come nei loro dischi precedenti), che seguendo una tradizione ormai consolidata viene presentato a tutti, critici e fan, nel Pooh Day del giorno precedente. Nei mesi successivi la band è ospite nei programmi più prestigiosi per la promozione di “Cento di queste vite”, che ottiene il doppio disco di platino già in prenotazione.

2001 “Cento di queste vite” veleggia verso il quadruplo disco di platino con più di 350 mila copie vendute. Parte un lungo tour invernale-estivo che viene in seguito consacrato come l’evento live di maggior successo nel panorama musicale italiano: 61 concerti fra palasport, piazze storiche e stadi, con oltre 700 mila presenze. In primavera i Pooh si recano in Madagascar per inaugurare una scuola costruita per i bambini del lebbrosario del piccolo paese di Farafangana (nel sud-est del Madagascar), realizzata grazie ai fondi raccolti durante il tour invernale dalle associazioni Rock No War e Amici del Madagascar. Durante lo SMAU il sito ufficiale HYPERLINK "http://www.pooh.it" www.pooh.it riceve il Premio WWW 2001 del quotidiano Il Sole 24 Ore come Miglior Sito Internet dell’Anno nella categoria Arte e Cultura. L’8 novembre il sito registra il massimo storico di contatti in occasione della diretta on line minuto per minuto del Pooh Day, nel quale vengono presentate due straordinarie raccolte: “Best Of The Best” (due prodotti speciali e distinti: un cd doppio e un cd singolo) che raccolgono il meglio del loro sconfinato repertorio. Negli ultimi due mesi dell’anno il gruppo mette a punto le musiche di “Pinocchio”, il musical prodotto insieme alla Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi.

2002 Mentre il cd “Best Of The Best” ottiene il triplo disco di platino con oltre 350 mila copie vendute, il gruppo si concentra sulla produzione delle musica e sui provini per il cast di “Pinocchio”. In luglio parte una tournèe di 32 date con due allestimenti diversi: uno per gli stadi e i grandi spazi, un altro per gli anfiteatri storici. Al tour, che riscuote il consueto successo di critica e pubblico, è collegata una nuova iniziativa a scopo sociale: si chiama “Salva la musica” e raccoglie fondi per l’acquisto di strumenti musicali da destinare alle aule di musica di alcune scuole italiane, una per ogni regione, situate in zone definite a rischio. Grazie al grande cuore del pubblico dei Pooh vengono raccolti più di 100 mila euro: la prima aula di musica “targata Pooh” viene inaugurata in ottobre nella scuola media statale Luini-Falcone di Rozzano, in provincia di Milano. L’8 novembre esce il cd “Pinocchio” (disco di platino): contiene 11 canzoni, arrangiate e interpretate dai Pooh, scelte fra i 24 brani che daranno poi vita al musical. A dicembre si esibiscono nel loro terzo Concerto di Natale dalla Sala Nervi della Città del Vaticano.

2003 Arriva finalmente il tanto atteso musical “Pinocchio”: regia di Saverio Marconi e musiche dei Pooh, che firmano anche come produttori assieme alla Compagnia della Rancia. Il debutto ufficiale avviene il 14 marzo al teatro Diners della Luna di Assago (Milano): grande entusiasmo di pubblico e critica, che lo paragona alle classiche produzioni di Broadway e londinesi. Lo spettacolo prosegue senza soste fino a giugno, per poi ripartire nella stagione autunnale ancora da Milano.

2004 A metà gennaio il musical “Pinocchio” si sposta a Roma e chiude la prima parte di repliche con una rappresentazione sold out al Gran Teatro. E il 21 maggio uscirà il nuovo album dei Pooh intitolato “Ascolta”.

Source by PRESS_REVIEW


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / DA OGGI ... CAPITA''